Lo farebbe o no? Johnson è sollevato dal fatto che Biden abbia chiamato

Visualizzazioni: 29
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 39 Secondo

LONDRA – Almeno non è stato lasciato ad aspettare dal telefono.

I funzionari britannici hanno espresso sollievo per il fatto che il primo ministro Boris Johnson sia stato incluso nella prima tornata di chiamate del presidente eletto Joseph R. Biden Jr. con i leader stranieri martedì, insieme al cancelliere tedesco Angela Merkel, al presidente francese Emmanuel Macron e al primo ministro Micheal Martin d’Irlanda.

Alcuni temevano che la parentela ideologica di Johnson con il presidente Trump e il suo sostegno alla Brexit, a cui Biden si era opposto, lo avrebbero messo in coda, come una volta il presidente Barack Obama ha avvertito la Gran Bretagna se avesse votato per lasciare l’Unione europea.

Ma l’inclusione dell’Irlanda a grandezza naturale nella lista è stata almeno altrettanto significativa di quella britannica, una bandiera rossa per i diplomatici che la Brexit potrebbe ancora intralciare le preziose relazioni del paese con gli Stati Uniti.

Il signor Biden ha parlato con il signor Martin subito dopo il signor Johnson, secondo i funzionari irlandesi. Ha consegnato lo stesso messaggio a entrambi gli uomini – che ha “riaffermato il suo sostegno all’accordo del Venerdì Santo in Irlanda del Nord”, secondo una dichiarazione rilasciata dall’ufficio di transizione di Biden.

Downing Street non ha fatto menzione dell’Irlanda del Nord nel suo resoconto della chiamata, preferendo concentrarsi su come il signor Johnson e il signor Biden si sono impegnati a cooperare su “priorità condivise, dall’affrontare il cambiamento climatico, alla promozione della democrazia e alla ricostruzione migliore dal coronavirus pandemia.”

L’accordo del Venerdì Santo, mediato nel 1998 dal presidente Bill Clinton, pose fine a decenni di violenza settaria nell’Irlanda del Nord. È diventata una potenziale fonte di conflitto tra il signor Biden e il signor Johnson perché i negoziati commerciali della Gran Bretagna con l’Unione europea potrebbero mettere a repentaglio l’accordo.

“È davvero abbastanza chiaro e deliberato che Biden abbia sollevato l’accordo del Venerdì Santo con Johnson”, ha detto Bobby McDonagh, un ex ambasciatore irlandese in Gran Bretagna. “Agli inglesi in generale non piace quando i presidenti americani sollevano l’Irlanda con loro, tornando a Thatcher e Reagan”.

Il signor Biden, che parla spesso delle sue radici irlandesi, ha avvertito il signor Johnson durante la campagna non intraprendere alcuna azione che possa minare l’accordo. Ciò è avvenuto dopo che il governo Johnson ha introdotto una legislazione per riscrivere parti del suo accordo di recesso con l’Unione europea che riguardano l’Irlanda del Nord. Le revisioni, dicono i critici, potrebbero portare alla resurrezione di un confine duro attraverso l’Irlanda.

Downing Street sostiene che la legislazione, nota come progetto di legge sul mercato interno, ha lo scopo di garantire che il commercio fluisca liberamente tra la Gran Bretagna e l’Irlanda del Nord ed è semplicemente una rete di sicurezza nel caso in cui non ci sia un accordo commerciale. Se il signor Johnson colpisce uno, potrebbe sempre rimuovere il linguaggio offensivo.

A detta di tutti, il signor Biden e il signor Johnson non sono finiti nelle erbacce nel loro scambio di 20 minuti. I due non si sono mai incontrati e il premier porta dei bagagli. Ha alienato le persone nella cerchia di Obama, riferendosi una volta alla “antipatia ancestrale del presidente in parte keniota per l’Impero britannico”.

Questa volta, il signor Johnson sembrava determinato a partire con il piede giusto. Ha invitato il signor Biden a partecipare a una conferenza sui cambiamenti climatici a Glasgow il prossimo novembre e ha salutato il vicepresidente eletto Kamala Harris per il suo “risultato storico”. Ed è stato degno di nota il fatto che abbia invocato lo slogan “ricostruire meglio”, usato sia dalla campagna di Biden che dal suo governo.

Gli irlandesi erano evidentemente meno nervosi per una chiamata al signor Martin. Il suo ufficio ha twittato di aver avuto una conversazione “molto positiva” con il signor Biden, poi l’ha improvvisamente cancellata – non aveva ancora parlato con il presidente eletto.

Per molti in Gran Bretagna, era sufficiente che il signor Johnson rimanesse in cima al foglio delle chiamate del presidente degli Stati Uniti entrante. I giornali britannici hanno esultato dicendo che il signor Biden ha parlato con il signor Johnson prima della signora Merkel o del signor Macron, anche se i funzionari di Biden hanno rifiutato di chiarire l’ordine delle chiamate.

In ogni caso, è stata una dimostrazione migliore rispetto a quattro anni fa, quando i diplomatici britannici erano dispiaciuti di apprendere che il presidente eletto Donald Trump aveva ricevuto chiamate dal presidente Recep Tayyip Erdogan della Turchia e dal presidente Abdel Fattah el-Sisi dell’Egitto prima di una dal primo ministro Theresa May.

Anche il primo ministro australiano, Malcolm Turnbull, è riuscito a farcela, grazie a un numero privato per il signor Trump che ha ricevuto dal giocatore di golf Greg Norman. (Questa si è rivelata una benedizione mista: in un’altra telefonata un mese dopo, il nuovo presidente ha rifiutato con calore un accordo dell’era Obama per accogliere rifugiati dall’Australia, e alla fine ha riattaccato il primo ministro.)

Kim Darroch, l’ex ambasciatore britannico negli Stati Uniti, ha finalmente messo in contatto il suo capo con Trump rintracciando il presidente eletto tramite il suo segretario alla Trump Tower. È stata un’esperienza fuori dal comune che ha poco in comune con la meticolosa coreografia di Biden verso i leader stranieri.

“È stato un segnale utile per gli inglesi che Johnson fosse nel gruppo dei primi quattro europei e, presumo, un grande sollievo per Downing Street”, ha detto Darroch. “Come previsto, il team di Biden è molto più organizzato su questo rispetto di Trump. Non hai trovato Erdogan e Sisi a ricevere le prime due chiamate “.

#farebbe #Johnson #sollevato #dal #fatto #che #Biden #abbia #chiamato

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *