Mentre l’opposizione di Hong Kong lascia il Consiglio, le forze pro-Pechino regnano

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 38 Secondo

Alcuni legislatori in partenza hanno affermato di aver pianificato di tornare al loro lavoro quotidiano, trovando modi per incanalarli in forme di protesta. Dennis Kwok, uno dei quattro legislatori estromessi, ha detto che continuerà a lavorare come avvocato, occupandosi di casi di diritti umani. Wu Chi-wai, che si è dimesso, ha detto che sarebbe rimasto a capo del suo partito politico.

Ma il signor Wu ha riconosciuto che i loro sforzi al di fuori della legislatura sarebbero molto probabilmente più frammentati.

Il campo pro-democrazia aveva discusso di mantenere i propri seggi, per poter interrogare i funzionari del governo, attingere alle risorse dei loro uffici e avere accesso alle informazioni ufficiali, ha detto Claudia Mo, un altro legislatore che si è dimesso.

Ma ha detto che alla fine il gruppo ha deciso che era più importante mostrare solidarietà ai loro colleghi estromessi e chiarire che vedevano il legislatore sempre più come un timbro di gomma per Pechino.

Anche alcuni legislatori che hanno sostenuto la squalifica dei quattro legislatori hanno espresso preoccupazione per le dimissioni di massa, indicando che il Consiglio legislativo potrebbe perdere legittimità senza una fazione di opposizione. Felix Chung, il leader del Partito liberale pro-Pechino, ha detto ai giornalisti che le partenze di massa “non erano salutari”.

“Ovunque nel mondo, il governo ha sempre voci di opposizione”, ha detto il signor Chung, mentre mercoledì si è sparsa la voce di probabili dimissioni. “Se se ne vanno tutti, non so cosa succederà a Hong Kong”.

Ma Tommy Cheung, un altro membro del Partito Liberale, ha contestato l’idea che le uscite dei membri pro-democrazia avrebbero lasciato la legislatura con una sola voce. Ha notato che i membri del suo partito, che difende gli interessi economici, si erano battuti contro il governo per aumentare il salario minimo e per garantire un congedo di paternità legale.

“Siamo stati fondamentalmente l’opposizione quando si tratta di etichettatura nutrizionale”, ha detto.

#Mentre #lopposizione #Hong #Kong #lascia #Consiglio #forze #proPechino #regnano

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *