Modi, BJP rivendica la vittoria su Yadav nel voto del Bihar

Visualizzazioni: 22
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 16 Secondo

NUOVA DELHI – Il partito di governo indiano ei suoi alleati hanno conquistato la maggioranza dei seggi in una serrata corsa al potere nello stato del Bihar, secondo i risultati di mercoledì all’inizio, nelle prime grandi elezioni nel paese dall’inizio della pandemia di coronavirus.

In un post su Twitter verso mezzanotte, il primo ministro Narendra Modi ha dichiarato che il suo partito Bharatiya Janata ei suoi partner di coalizione avevano trionfato, dicendo: “La democrazia ha vinto ancora una volta in Bihar”. I voti erano ancora in corso per gli ultimi seggi, ma all’inizio di mercoledì il BJP ei suoi alleati si erano assicurati seggi più che sufficienti per la maggioranzae un percorso chiaro per formare un governo statale.

Il risultato è stato uno sconvolgente sconvolgimento in un’elezione in cui gli exit poll hanno fortemente favorito i partiti di opposizione e in cui Modi si è battuto personalmente per cercare di invertire le delusioni per il suo partito negli ultimi mesi.

Nonostante una lunga serie di indicatori economici in calo e a numero di casi di coronavirus in forte aumento Ciò ha messo l’India dietro gli Stati Uniti solo nei casi totali, gli analisti politici hanno visto il risultato come la prova che il signor Modi ha mantenuto la sua popolarità e può ancora contare sulla sua base nazionalista indù.

In tutto il paese, gli indiani sono rimasti affascinati dalla copertura televisiva in diretta, in attesa di vedere come se la sarebbe cavata il partito di governo indiano in quello che è stato ampiamente visto come un referendum sulla sua gestione della pandemia. Sono stati espressi circa 41 milioni di voti, con il processo rallentato a causa delle misure di allontanamento sociale pandemico nei seggi elettorali e di conteggio.

Alla fine, il BJP ei suoi alleati hanno tenuto 125 dei 243 seggi della Camera, mentre l’alleanza dell’opposizione ne ha detenuti 110.

Il Bihar, il terzo stato più popoloso dell’India, è stato duramente colpito dal coronavirus e da un blocco che ha fatto aumentare i suoi già alti livelli di disoccupazione giovanile. Ci si aspettava una reazione elettorale contro il primo ministro in carica, Nitish Kumar, e la sua Janata Dal, o Partito popolare.

Vedendo la possibilità di cambiare le fortune del suo partito, tuttavia, il signor Modi ha formato una coalizione con il partito del signor Kumar e poi ha dato la priorità alla campagna in Bihar, apparendo nello stato almeno quattro volte, in 12 eventi della campagna separati, nelle ultime settimane.

“Mostra solo che le persone ripongono ancora fede nel Primo Ministro Modi”, ha detto Arati Jerath, giornalista indiano e commentatore politico.

I risultati danno al BJP un’importante vittoria in uno stato con un’opposizione ben organizzata, hanno detto gli esperti.

Il Bihar è uno stato povero in cui la maggior parte delle persone si guadagna da vivere nell’agricoltura, nella silvicoltura e nella pesca. Nella campagna per l’alleanza tra il BJP e il Partito popolare locale, i funzionari hanno sottolineato i risultati nazionali del BJP, inclusa la recente decisione della Corte Suprema che dà agli indù il diritto di costruire un tempio sul sito di una moschea che è stata distrutta dai rivoltosi indù decenni fa. Il signor Modi ha posto la pietra angolare cerimoniale per il tempio, ad Ayodhya, in agosto.

“Le elezioni del Bihar confermano che gli elettori non sembrano attribuire la responsabilità diretta al primo ministro per la cattiva gestione degli affari nazionali, come l’economia o la pandemia stessa”, ha detto Gilles Verniers, professore di scienze politiche presso l’Università di Ashoka, vicino a New Delhi.

Il signor Verniers ha definito la performance del BJP – alla luce delle continue lotte del Bihar con la pandemia – “notevole”.

I sondaggi avevano previsto una grande vittoria per lo sfidante 31enne del signor Kumar, Tejashwi Prasad Yadav del Rashtriya Janata Dal, o Partito popolare nazionale. Il signor Yadav si è concentrato su una questione di particolare importanza per Biharis: la mancanza di posti di lavoro per i giovani. Il tasso di disoccupazione giovanile nel 2018 e nel 2019 in Bihar è stato di quasi il 31%, rispetto al 17% a livello nazionale.

Il signor Yadav è stato in grado di catturare l’immaginazione dell’elettorato principalmente giovane con la promessa di creare un milione di nuovi posti di lavoro. I sondaggi di uscita hanno fortemente favorito la coalizione di Yadav, che include il principale partito di opposizione indiano, il Congresso.

Il signor Modi, tuttavia, ha portato la lotta direttamente al signor Yadav, facendo una campagna pesante in Bihar e nominando il giovane leader della coalizione come “jungle raj ke yuvraj”, o il principe di un’era di illegalità, in riferimento al governo dei suoi genitori. di Bihar.

Il padre del signor Yadav, Lalu Prasad, che ha scontato un mandato e mezzo, a partire dal 1990, è entrato e uscito di prigione per anni con l’accusa di corruzione. egli è incarcerato in un ospedale di Ranchi, una città nel vicino stato di Jharkhand. Mentre era sotto inchiesta per appropriazione indebita di fondi pubblici nel 1997, ha nominato sua moglie, Rabri Devi, primo ministro. È rimasta al potere fino al 2005.

Gli esperti hanno stimato che il collasso economico causato dalla pandemia e un blocco all’inizio di quest’anno, che ha portato al ritorno di milioni di migranti, potrebbe aver portato la disoccupazione giovanile oltre il 40% nello stato.

Il Bihar, dove l’assistenza sanitaria è limitata, ha particolarmente sofferto la pandemia il blocco ordinato dal signor Modi a marzo ha rimandato a frotte i lavoratori migranti ai loro villaggi ancestrali.

Molti di coloro che erano emigrati nelle grandi città indiane per lavoro sono stati costretti a tornare a casa, spesso a piedi, poiché i trasporti pubblici erano sospesi. Anche altri che avevano programmato di partire per un lavoro stagionale hanno perso l’opportunità di guadagnare un reddito, ha detto Varun Aggarwal, fondatore del gruppo di difesa India Migration Now con sede a Mumbai.

“C’è un disastro silenzioso a lungo termine per le persone che non possono migrare” in Bihar, ha detto Aggarwal.

Le nuove infezioni da virus dell’India sono diminuite drasticamente nelle ultime settimane dai massimi di settembre di quasi 98.000 nuovi casi al giorno. Ma gli esperti avvertono che il freddo, l’inquinamento atmosferico tossico causato dall’incendio delle risaie per ripulirle dalle stoppie e il festival indù del Diwali questo mese potrebbero favorire una rinascita nei casi.

#Modi #BJP #rivendica #vittoria #Yadav #nel #voto #del #Bihar

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *