Muore a 84 anni Khalifa Bin Salman al-Khalifa, Primo Ministro del Bahrain

Visualizzazioni: 11
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 57 Secondo

BEIRUT, Libano – Il principe Khalifa bin Salman al-Khalifa, che ha diretto il governo del Bahrein come primo ministro per quasi cinquant’anni mentre difendeva la dinastia dominante e reprimeva l’opposizione, è morto mercoledì. Aveva 84 anni.

L’agenzia di stampa statale del Bahrain ha detto che è morto presso la Mayo Clinic negli Stati Uniti senza approfondire. (Il campus principale della clinica è a Rochester, Minnesota.) In precedenza aveva avuto almeno due attacchi di cuore e si era sottoposto a un intervento chirurgico al cuore.

Alla sua morte, il principe Khalifa, fratello del precedente monarca del Bahrain e zio del suo attuale re, Hamad bin Isa Al Khalifa, era il primo ministro più longevo del mondo. Era conosciuto da amici e nemici come un tradizionalista che aveva gestito gli affari quotidiani del governo del Bahrain da quando il paese aveva ottenuto l’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1971.

In quegli anni il Bahrein conobbe un costante sviluppo economico e strinse una stretta alleanza con gli Stati Uniti. La Quinta Flotta della Marina degli Stati Uniti ha sede in Bahrain, una nazione insulare di 1,5 milioni di persone nel Golfo Persico tra l’Arabia Saudita e il Qatar.

Il principe Khalifa ha difeso il suo lungo mandato alla guida del governo del Bahrein. Quando gli è stato chiesto in merito nel 2012, ha detto ai giornalisti della rivista tedesca Der Spiegel: “E allora?”

“I sistemi democratici sono molto diversi”, ha detto. “Perché non possiamo essere diversi anche noi?”

Nella stessa intervista, ha criticato le rivolte della Primavera araba, compreso uno in Bahrain, scoppiata nel 2011.

“Questa non è una ‘primavera araba’”, ha detto. “La primavera è legata ai fiori, alle persone felici e all’amore, non alla morte, al caos e alla distruzione”.

Il Bahrein è stato scosso da occasionali scoppi di malcontento popolare, soprattutto tra la sua maggioranza musulmana sciita, che accusa i suoi governanti musulmani sunniti di discriminazione sistemica.

Mercoledì in ritardo, il Bahrein ha annunciato che il principe ereditario Salman bin Hamad al-Khalifa, il figlio maggiore del re, sarebbe diventato il nuovo primo ministro. Il principe Salman, 51 anni, è anche il vice comandante dell’esercito del Bahrein.

Il principe Khalifa era figlio della dinastia al-Khalifa che governa il Bahrein dal 1783, anche durante il suo periodo come protettorato britannico prima di ottenere l’indipendenza nel 1971.

Suo padre, lo sceicco Salman bin Hamad al-Khalifa, governò il Bahrein dal 1942 al 1961 e il principe Khalifa lo seguì, apprendendo gli affari del governo.

Il fratello del principe Khalifa, lo sceicco Isa bin Salman al-Khalifa, prese il potere nel 1961 e continuò come emiro del Bahrein dopo l’indipendenza. Mentre suo fratello serviva come capo di stato diplomatico e cerimoniale, il principe Khalifa divenne primo ministro, dandogli la supervisione del governo e dell’economia.

La rivoluzione islamica in Iran nel 1979 spaventò i leader del Bahrein, che temevano che la sua ideologia sciita rivoluzionaria avrebbe messo radici nella loro stessa popolazione sciita e avrebbe sfidato il loro governo. Negli anni ’80, il Bahrein ha affermato di aver sventato due tentativi di colpo di stato filo-iraniani.

Negli anni ’90, gli sciiti del Bahrein insorsero per chiedere sviluppo economico e riforme politiche, e lo sceicco al-Khalifa sostenne gli sforzi per sedare i disordini rinchiudendo migliaia di persone.

Con lo sviluppo dell’economia del Bahrein, il principe Khalifa è stato perseguitato da accuse di corruzione.

“Credo che lo sceicco Khalifa non abbia un’influenza totalmente negativa”, ha scritto un diplomatico americano nel 2004 in a cavo rilasciato da WikiLeaks. “Anche se certamente corrotto, ha costruito gran parte del moderno Bahrein”.

Il diplomatico ha definito il principe Khalifa “un arabo tradizionale” e ha previsto che il suo conservatorismo lo avrebbe reso “un ostacolo al ritmo delle riforme”.

Sayed Ahmed Alwadaei, direttore dell’Istituto del Bahrain per i diritti e la democrazia, un osservatore dei diritti umani dell’opposizione, ha dichiarato in una dichiarazione rilasciata mercoledì che il principe Khalifa ha “lasciato un’eredità di abusi e potere”.

Nel 2017, il Bahrein si è unito all’Arabia Saudita, agli Emirati Arabi Uniti e all’Egitto taglio delle relazioni diplomatiche con il Qatar e imporre un boicottaggio a quel piccolo vicino del Golfo, accusandolo di ingerenza negli affari di altri paesi e di sostegno al terrorismo. I qatarini hanno negato quelle accuse.

Il mese scorso, Bahrein ha deciso di aprire relazioni diplomatiche con Israele, diventando così il quarto stato arabo a farlo.

La salute del principe Khalifa stava peggiorando da anni e ad agosto lasciò il Bahrein per quella che il governo definì all’epoca “una visita privata all’estero”.

Suo nipote ha dichiarato una settimana di lutto, ha detto l’agenzia di stampa statale. Il principe Khalifa sarà sepolto dopo il ritorno del suo corpo dall’estero.

#Muore #anni #Khalifa #Bin #Salman #alKhalifa #Primo #Ministro #del #Bahrain

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *