Pompeo chiama antisemita il movimento BDS

Visualizzazioni: 18
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 40 Secondo

GERUSALEMME – Il segretario di Stato Mike Pompeo ha dichiarato giovedì che l’amministrazione Trump ora considera antisemita una campagna internazionale per boicottare, disinvestire e imporre sanzioni a Israele e negherà il sostegno del governo ai gruppi che vi partecipano.

“Vogliamo stare con tutte le altre nazioni che riconoscono il Movimento BDS per il cancro che è “, ha detto il signor Pompeo il secondo giorno di una visita in Israele mentre era al fianco del primo ministro Benjamin Netanyahu, che ha definito la decisione” semplicemente meravigliosa “.

L’annuncio è arrivato in una giornata vorticosa di ciò che l’amministrazione Trump sta dipingendo come una vittoria sulla sua politica nei confronti di Israele e dei palestinesi e di servizi fotografici che potrebbero essere molto utili per il signor Pompeo in particolare con gli elettori cristiani evangelici che ha corteggiato a lungo, se cercasse la nomina repubblicana alla presidenza nel 2024.

“Le persone del libro non hanno avuto un amico migliore”, gli ha detto Netanyahu.

Il signor Pompeo ha notato che mercoledì sera aveva attraversato il Città di David, un sito archeologico appena a sud della Città Vecchia in un quartiere di Gerusalemme Est, che la maggior parte del mondo considera territorio occupato illegalmente e che i palestinesi vogliono come capitale di un futuro stato.

Giovedì, da Gerusalemme, avrebbe dovuto fermarsi a pranzo in una cantina di un insediamento ebraico nella Cisgiordania occupata, diventando il funzionario di grado più alto degli Stati Uniti a fare una visita del genere nel territorio.

Al di fuori degli Stati Uniti, gli insediamenti ebraici in Cisgiordania sono ampiamente considerati una violazione del diritto internazionale, ma un anno fa Il signor Pompeo ha annullato un memorandum del Dipartimento di Stato vecchio di decenni in tal senso.

Giovedì pomeriggio, il signor Pompeo ha in programma un’altra prima volta per un segretario di stato americano: è in elicottero fino al lungo contestato Golan Heights, lungo la frontiera di Israele con la Siria. Israele ha annesso il territorio nel 1981, una mossa che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha respinto in a risoluzione basato sul principio che “l’acquisizione di territorio con la forza è inammissibile”. Ma il presidente Trump ha riconosciuto l’autorità di Israele sul Golan nel marzo 2019.

Non è stato immediatamente chiaro quale, se del caso, effetto pratico potesse avere la nuova politica sul movimento BDS nei giorni calanti dell’amministrazione Trump. I suoi sostenitori includono alcuni grandi gruppi della chiesa americana e una varietà di gruppi di difesa liberale.

Mustafa Barghouti, un leader palestinese in Cisgiordania che da anni sostiene il boicottaggio di Israele, ha aggredito l’annuncio di Pompeo. È stato, ha detto, l’ultimo di una serie di tentativi dell’amministrazione Trump di gettare ostacoli sul percorso del presidente eletto Joseph R. Biden Jr. – “ostacoli che ritengono reversibili”.

“Il BDS è un movimento pacifico e non violento”, ha detto Barghouti. “Non è contro il popolo israeliano o ebreo – è contro la politica di occupazione e apartheid”.

“Chiamarlo antisemita è un altro modo per sopprimere i diritti delle persone alla libertà di espressione e alla libertà di scelta”, ha detto Barghouti, “e anche una molestia nei confronti del popolo americano che ha il diritto di scegliere se parteciparvi o meno. parteciparvi. “

#Pompeo #chiama #antisemita #movimento #BDS

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *