Sisi ha promesso a Egitto una migliore assistenza sanitaria. Covid-19 ha mostrato la sua vera priorità.

Visualizzazioni: 27
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 43 Secondo

Allo stesso tempo, il signor el-Sisi ha continuato a tagliare i sussidi ai poveri mentre si concedeva una pazzia in accordi di armi per navi da guerra e aerei da combattimento per un totale di almeno 12 miliardi di dollari.

Il signor el-Sisi può rivendicare un certo merito per la sua risposta alla pandemia. Con più di 109.000 casi dichiarati e 6.380 morti, l’Egitto non è stato colpito duramente da nessuna parte come l’Europa o gli Stati Uniti.

Tuttavia, i livelli dei test rimangono sorprendentemente bassi, a 953 test per 100.000 persone, secondo i dati che l’Egitto riferisce all’Organizzazione mondiale della sanità, il che significa che un gran numero di casi probabilmente non verrà rilevato. Esperti sanitari interessati dicono che questo approccio sta dando al pubblico un falso senso di sicurezza.

“La gente tende a credere che la pandemia sia finita”, ha detto il mese scorso il dottor Pierre Nabeth dell’Organizzazione mondiale della sanità in una conferenza stampa al Cairo. “Questa è una situazione allarmante perché di fatto sta iniziando la stagione invernale”.

Nella regione, il tasso di test dell’Egitto supera solo le cifre di paesi in crisi come Yemen (33) e Siria (199), ed è molto indietro rispetto all’Iraq (7.554), alla Giordania (20.540) e persino alla Libia dilaniata dalla guerra (5.421).

E la fragilità del sistema sanitario pubblico egiziano sottofinanziato, esposto nei primi giorni della pandemia, mette in evidenza un elemento centrale del duro governo del signor el-Sisi, dove un sistema di privilegi a più livelli perpetua la disuguaglianza e premia un potente esercito, spesso a spese di una cittadinanza sempre più povera.

“Gli acquisti di armi e i megaprogetti vanity sono stati le sue priorità, anche durante la pandemia”, ha detto Michele Dunne, uno studioso egiziano al Carnegie Endowment for International Peace. L’esercito egiziano è diventato “sempre più rapace” sotto il signor el-Sisi, ha aggiunto. “E questo ha distolto le scarse risorse del governo dai bisogni critici del popolo egiziano”.

#Sisi #promesso #Egitto #una #migliore #assistenza #sanitaria #Covid19 #mostrato #sua #vera #priorità

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *