Sud Africa e Malawi litigano sul destino del pastore Bushiri, un predicatore fuggitivo

Visualizzazioni: 37
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 46 Secondo

“Il nostro arrivo in Malawi, quindi, è un ritiro tattico dalla Repubblica del Sud Africa inteso esclusivamente a preservare le nostre vite”, ha detto. Il suo portavoce non ha risposto a molteplici richieste di commento.

I Bushiri erano stati rilasciati su cauzione questo mese dopo un’udienza in cui i sostenitori hanno cantato e pregato fuori dall’aula. Secondo Aaron Motsoaledi, ministro degli Affari interni del Sudafrica, martedì in Parlamento, Aaron Motsoaledi, ministro degli Affari interni del Sudafrica, ha dichiarato che le condizioni per la cauzione includevano rimanere a Gauteng, la provincia che comprende Johannesburg, dove vivono, e consegnare cinque passaporti ciascuno.

Tuttavia, senza un solo passaporto in suo possesso, il signor Bushiri si è presentato nel suo paese natale, il Malawi, lo scorso fine settimana, e da lì ha lanciato una filippica online contro i funzionari sudafricani.

L’affare Bushiri ha ora raggiunto i più alti livelli di governo in entrambi i paesi. Martedì i legislatori nel parlamento sudafricano ha grigliato il signor Motsoaledi, ministro degli affari interni, sugli errori o, come uno ha suggerito, la complicità – che aveva permesso allo sgargiante pastore di fuggire, dicendo che l’errore aveva messo a nudo i difetti della sicurezza nazionale.

In Malawi, i membri del governo erano arrabbiati per il fatto che i funzionari sudafricani sembravano sospettare che l’entourage del presidente del Malawi, Lazarus Chakwera, lo scorso fine settimana avesse cercato di far uscire il pastore dal Sudafrica su un aereo appartenente all’entourage del presidente. Il governo del Malawi ha rilasciato una dichiarazione di protesta che l’entourage presidenziale è stato trattenuto per ore all’aeroporto in Sud Africa.

Mercoledì, il signor Bushiri e sua moglie si sono consegnati a una stazione di polizia a Lilongwe, la capitale del Malawi. Una dichiarazione della polizia, riferendosi al signor Bushiri come “il Profeta”, ha detto che il pastore e sua moglie sarebbero stati intervistati e quindi sarebbero stati chiamati a “un tribunale competente in conformità con le prescrizioni di legge”. Dopo aver detenuto i Bushiris per una notte, le autorità hanno rilasciato la coppia su cauzione, senza che fosse loro richiesta una cauzione.



#Sud #Africa #Malawi #litigano #sul #destino #del #pastore #Bushiri #predicatore #fuggitivo

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *