Apple dimezza la sua commissione sull’App Store per le aziende più piccole

Visualizzazioni: 20
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 56 Secondo

Apple, di fronte a un crescente controllo antitrust su ciò che addebita ad altre società per l’accesso al suo App Store, ha dichiarato mercoledì che ridurrà della metà la commissione che ha preso dagli sviluppatori di app più piccoli.

Gli sviluppatori che hanno guadagnato 1 milione di dollari o meno dalle loro app nell’anno precedente pagheranno una commissione del 15% sulle vendite di tali app a partire dal prossimo anno, in calo rispetto 30 percento, ha detto la società.

La mossa, che avrà un impatto minimo sui profitti di Apple, è un brusco cambiamento rispetto all’intransigenza pubblica dell’azienda sulle sue commissioni. Per 12 anni, l’App Store ha aiutato ad alimentare Apple crescita notevolee l’azienda è sembrata riluttante a fare qualsiasi cosa per manometterla. Anche quando la sua politica sulle commissioni è emersa come il fulcro dei reclami antitrust, Apple l’ha difesa in modo aggressivo.

Ora Apple sembra aver trovato un modo per guadagnare la buona volontà da migliaia di sviluppatori e fornire ai suoi dirigenti munizioni per difendere la sua commissione a regolatori e giornalisti, il tutto senza costare molto all’azienda.

Il cambiamento interesserà circa il 98% delle aziende che pagano ad Apple una commissione, secondo le stime di Sensor Tower, una società di analisi delle app. Ma questi sviluppatori hanno rappresentato meno del 5% dei ricavi dell’App Store lo scorso anno, ha affermato Sensor Tower. Apple ha affermato che il nuovo tasso interesserà la “stragrande maggioranza” dei suoi sviluppatori, ma ha rifiutato di offrire numeri specifici.

Apple ha dichiarato in una dichiarazione di aver apportato il cambiamento perché il 2020 è stato un anno difficile per molte piccole aziende.

“Stiamo lanciando questo programma per aiutare i proprietari di piccole imprese a scrivere il prossimo capitolo di creatività e prosperità sull’App Store e per creare il tipo di app di qualità che i nostri clienti amano”, ha detto in una notizia Tim Cook, amministratore delegato di Apple pubblicazione. La commissione più piccola aiuterà “gli sviluppatori a finanziare le loro piccole imprese, a correre rischi su nuove idee, a espandere i loro team e a continuare a creare app che arricchiscono la vita delle persone”, ha affermato.

Il taglio della commissione probabilmente non calmerà le acque tra Apple e gli sviluppatori di app più grandi che hanno a lungo protestato contro la commissione più forte e potrebbe essere solo un contentino per i regolatori statali e federali.

Epic Games, creatore del popolare gioco Fortnite, citato in giudizio Apple in agosto oltre il suo canone. Un mese dopo, 13 società e gruppi, tra cui Spotify e Match Group, hanno formato l’organizzazione non profit Coalizione per l’equità delle app per combattere la “tassa sulle app”. E i regolatori americani ed europei lo sono indagando su Apple per comportamento anticoncorrenziale, in parte a causa della sua commissione.

Agli sviluppatori di app non è stato possibile chiedere immediatamente un commento perché Apple ha detto ai giornalisti della notizia martedì in base a un accordo che non potevano parlare con gruppi esterni fino a dopo aver pubblicato la notizia alle 6 del mattino, ora di New York, mercoledì non prima. Nel suo comunicato stampa, Apple ha incluso commenti di diverse aziende più piccole che erano soddisfatte del cambiamento.

Apple ha introdotto la sua commissione del 30% nel 2008 con il suo App Store, che aveva solo 500 offerte. Ora l’App Store è uno dei più grandi centri di commercio al mondo, e nel 2019 ha realizzato vendite per mezzo trilione di dollari.

Ciò ha reso la commissione il più grande motore del business dei servizi Internet di Apple, che ha portato oltre $ 53 miliardi nell’ultimo anno.

Apple addebita il 30% di tutte le vendite di “beni e servizi digitali” in un’app, come un oggetto virtuale in un gioco o un abbonamento a un’app di musica, TV, notizie o appuntamenti. (Nel secondo anno di abbonamento, il taglio di Apple scende al 15 percento.) Apple non accetta un taglio di beni o servizi fisici, come un giro Uber o scarpe acquistate nell’app Amazon.

Con la migrazione online del mondo, in particolare durante la pandemia, l’App Store è diventato un gateway sempre più cruciale per i clienti per le aziende di tutte le dimensioni. Il potere crescente di Apple ha spinto entrambi legislatori e sviluppatori chiamare il taglio del 30% “rapina in autostrada”.

Nessuna azienda ha combattuto la commissione di Apple più duramente di Epic. Ad agosto, la società ha esortato Apple a cacciare il suo famosissimo gioco Fortnite dall’App Store, quindi ha subito citato in giudizio Apple e ha lanciato una sofisticata campagna di pubbliche relazioni contro di essa. Questa settimana, Epic ha ampliato la sua battaglia legale per Australia, dove le leggi potrebbero favorire le sue denunce.

Epic ha affermato che Apple potrebbe addebitare una tariffa più ragionevole. Epic gestisce il proprio mercato online per i giochi, prendendo il 12% delle vendite di altre società e realizzando un profitto dal 5% al ​​7%, ha affermato la società.

Apple ha affermato che il 30 percento corrisponde alle tariffe di altre società, inclusi gli app store gestiti da Google, Microsoft e Samsung e gli store di giochi di PlayStation di Sony e Xbox di Microsoft.

Tuttavia, Apple non ha applicato il taglio in modo uniforme. Le aziende più grandi con i servizi che Apple desiderava sugli iPhone, per rendere i dispositivi più attraenti per gli acquirenti, hanno negoziato tariffe migliori. I documenti rilasciati dai legislatori della Camera a luglio hanno mostrato che i dirigenti di Apple offerto Amazon una commissione del 15% per il rilascio della sua app Amazon Prime Video sull’App Store nel 2016.

Apple ha affermato che utilizzerà le vendite combinate di tutte le app di uno sviluppatore nell’anno solare precedente per determinare quale tariffa addebitare a un’azienda. Qualsiasi sviluppatore, compresi quelli nuovi, con $ 1 milione o meno nell’anno precedente pagherà la percentuale del 15% per l’anno, anche se le sue vendite supereranno $ 1 milione quell’anno.



#Apple #dimezza #sua #commissione #sullApp #Store #aziende #più #piccole

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *