Biden ha chiesto ai repubblicani di dargli una possibilità. Non sono interessati.

Visualizzazioni: 20
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 14 Secondo

MASON, Texas – Il cambiamento al servizio di preghiera domenicale è stato così sottile da passare inosservato a molti fedeli. Nascosto tra le richieste di salute e saggezza divine, il Rev. Fred Krebs della Chiesa luterana di St. Paul, che raramente parla di politica, ha menzionato fugacemente le elezioni presidenziali di questo mese.

“Preghiamo per una transizione pacifica”, ha detto alla sua congregazione di 50 persone. Le parole scelte con cura hanno sottolineato la realtà politica di Mason, una città rurale e conservatrice di circa 2.000 persone, dopo la vittoria di Joseph R. Biden Jr. sul presidente Trump. Non tutti pensavano che le elezioni fossero finite e non tutti hanno detto che avrebbero rispettato i risultati.

“I miei amici democratici pensano che Biden guarirà tutto e unificherà tutti”, ha detto Jeanie Smith, che frequenta la più conservatrice Spring Street Gospel Church a Mason, che si trova a circa 100 miglia a ovest di Austin. “Sono ingannati.”

“Ora vuoi la guarigione”, ha aggiunto. “Adesso vuoi unirti. Non te lo sei guadagnato. “

Questa è la dura realtà che il signor Biden sta affrontando, anche dopo aver vinto una gara in cui si è assicurato una quota maggiore del voto popolare rispetto a qualsiasi sfidante dal 1932. Davanti a lui torreggia un muro di resistenza repubblicana, a cominciare da quello di Trump. rifiuto di concedere, estendendosi alla riluttanza dei legislatori del GOP a riconoscere la sua vittoria e estendendosi, forse in modo più significativo per la politica americana a lungo termine, agli elettori comuni che negano fermamente il risultato delle elezioni.

È tutto molto diverso da come il signor Biden incorniciato questa elezione, dalla corsa alle primarie democratiche attraverso il suo discorso di vittoria lo scorso fine settimana. Ha colto il momento come un’opportunità per il paese di asportare la divisione politica che il signor Trump ha alimentato, promettendo di riparare le fessure ideologiche, razziali e geografiche che sono cresciute in voragini dal 2016. Annunciando la sua campagna, l’ha definita un’opportunità per ripristinare “L’anima della nazione.” Lo scorso fine settimana, ha dichiarato, “Lascia che questa cupa era di demonizzazione in America inizi a finire qui e ora.”

Ma il giorno delle elezioni, l’affluenza repubblicana è aumentata in tutto il paese, in particolare nelle aree rurali come Mason, che insieme alla contea circostante ha avuto uno dei maggiori aumenti percentuali nella partecipazione degli elettori in Texas. I sogni democratici di una frana sono stati sventati mentre i repubblicani hanno ottenuto vittorie a sorpresa alla Camera e è emerso come il preferito per mantenere il controllo del Senato. Da allora, migliaia dei più ferventi sostenitori di Trump si sono riuniti in tutto il paese, incluso il Texas, per protestare contro il trionfo di Biden come illegittimo.

“Siamo disposti ad accettare i risultati, purché siano giusti, eseguiti correttamente e certificati correttamente”, ha affermato Sherrie Strong, un altro sostenitore del presidente. Lei, come altri, ha preso la posizione del signor Trump secondo cui era strano che fosse stato leader in numerosi posti a causa dei voti di persona il giorno delle elezioni, solo per essere superato una volta che le votazioni per corrispondenza sono state contate la notte delle elezioni e nel corso dei giorni. quello è seguito. (Il ritardo nel conteggio delle schede elettorali per corrispondenza in diversi stati era dovuto alle restrizioni imposte dalle legislature statali repubblicane.)

“È solo un po ‘sconvolgente quando vai a letto la sera, e all’improvviso, quattro giorni dopo, questi voti stanno apparendo magicamente”, ha detto la signora Strong.

Il messaggio del signor Biden aveva un fascino politico, motivando una fetta cruciale di elettori che lo hanno aiutato a riportare i Democratici al potere.

Ann Mahnken, una conservatrice di 72 anni che frequenta la chiesa luterana, ha detto che la prospettiva di riunire il paese era il motivo per cui, dopo aver votato per Trump nel 2016, questa volta ha scelto il candidato democratico.

“Non potevo sopportare com’è il nostro paese”, ha detto. “Non volevo passare altri quattro anni così, non durante la mia vita da anziano. Non volevo attraversare altri quattro anni di caos e divisione “.

Mark Lehmberg, un collega parrocchiano che ha votato per il signor Trump quest’anno dopo essersi ritirato nel 2016, ha detto di aver rinunciato al concetto di unità e ha consigliato alla signora Mahnken di fare lo stesso. Ha appoggiato il presidente perché non voleva che l’economia si chiudesse a causa del coronavirus.

“Le relazioni sono già state messe a repentaglio”, ha detto Lehmberg. “Sarà difficile, impossibile, convincere la gente a riunirsi.”

Lunedì a Dallas, centinaia di sostenitori del signor Trump si sono riuniti davanti all’ufficio elettorale della città in una protesta “Stop the Steal” promossa dal Partito Repubblicano di stato. Il messaggio dei relatori e dei partecipanti è andato oltre l’espressione di timori di frodi elettorali, equivalenti a un rifiuto totale di una presidenza Biden e dei funzionari eletti repubblicani chi l’ha riconosciuto. Un oratore ha detto dei legislatori repubblicani che avevano chiamato il signor Biden presidente eletto: “Ricordati chi sono quando andrai alle urne la prossima volta”.

“Questo è il disprezzo per metà del paese da parte dell’altra metà del paese”, ha detto Paul Feeser, 61 anni, che ha partecipato alla protesta a Dallas. “Quindi, se la conclusione fosse per Biden, la considererei illegittima, e io e molti altri ci aspettiamo di far parte della cosiddetta resistenza, come ha resistito Trump”.

Karen Bell, che era anche alla manifestazione, ha detto che la sua sfiducia era incentrata sul voto per corrispondenza.

“In questi stati altalenanti, era in vantaggio, e poi all’improvviso in Wisconsin, Michigan e Pennsylvania, hanno smesso di contare”, ha detto la signora Bell, facendo eco alle teorie del complotto sul conteggio dei voti. “E poi ci svegliamo e all’improvviso Biden è avanti. Questi voti misteriosi sono arrivati ​​tutti per Biden e zero per Trump. C’è qualcosa di decisamente strano lì “.

Alla richiesta di qualsiasi prova di una diffusa frode elettorale, alla luce del fatto che i funzionari elettorali, inclusi i repubblicani, hanno costantemente respinto tali affermazioni, la signora Bell ha citato siti cospiratori di destra come Infowars. Funzionari elettorali lo hanno chiarito: Non ci sono prove di una diffusa frode elettorale.

Non importa cosa accadrà dopo, “non crederò che le elezioni siano state corrette”, ha detto la signora Bell. “Non crederò che sia un vincitore legittimo”.

La sensazione che il rifiuto di Trump di concedere sia giustificato e che l’ascesa alla presidenza di Biden non debba essere riconosciuta, non è universale per i repubblicani. Un recente sondaggio Reuters / Ipsos lo ha rilevato quasi l’80 percento degli americani crede che il signor Biden abbia vinto, compreso circa il 60 per cento dei repubblicani.

Ma altri sondaggi hanno fornito risultati contrastanti, incluso un sondaggio di Politico / Morning Consult dimostrando che il numero di repubblicani che non credono che le elezioni di quest’anno siano libere ed eque è raddoppiato, dal 35% prima del giorno delle elezioni al 70%.

In Texas, i conservatori hanno esultato Speranze democratiche di ribaltare lo stato blu e la conquista del controllo della legislatura non si è concretizzata. Anche così, i leader statali sono anche caduti in linea con i tentativi infondati del presidente di dipingere le elezioni come ingiuste – e il luogotenente governatore repubblicano dello stato, Dan Patrick, ha offerto $ 1 milione per chiunque fornisca prove di frode degli elettori.

Ma anche a Mason, alcuni sostenitori del presidente hanno esortato il partito ad andare avanti. “Questo è finito – è proprio quello che è”, ha detto Jay Curry, 44 anni, che stava arrivando per mangiare al Willow Creek Cafe and Club con sua moglie e due figli.

Il rifiuto del presidente di concedere “significa solo più disordini e più divisione”, ha detto il signor Curry. “Siamo divisi. È rosso e blu. E sono l’uno contro l’altro più di quanto stiano cercando di aiutare qualcuno “.

Sua moglie, Andrea, era più ottimista.

“Penso che ogni presidente che abbiamo avuto non abbia mai danneggiato intenzionalmente il nostro paese”, ha detto. “Faranno del loro meglio e questo è tutto ciò che possiamo sperare”.

Il signor Biden, ha aggiunto, “non farà alcun incidente intenzionale del nostro paese”.

La sua speranza spiccava in un paesaggio di paura. Il pastore Krebs, il ministro luterano, ha detto che il motivo per cui l’elezione è sembrata esistenziale per alcuni è che rappresentava un referendum su qualcosa di più della semplice politica.

In qualità di leader della comunità che è arrivato a Mason poco prima delle elezioni del 2016, ha detto, ha visto come le opinioni della città sul presidente sono coinvolte in altre questioni, tra cui il rapporto della maggioranza bianca con i residenti latini e un contraccolpo ai manifestanti di Black Lives Matter lottare per il potere politico.

Allo stesso tempo, ha detto il pastore Krebs, le generalità radicali non rendono giustizia alla complessità della comunità.

“Definire le persone rigorosamente dalle loro parti non è una buona cosa”, ha detto. “E ho imparato che a volte le persone pensano più profondamente quando entrano in una conversazione rispetto a quando iniziamo a etichettarci a vicenda.”

La signora Smith, 67 anni, e suo marito, Dennis, 69, hanno legato il loro inequivocabile sostegno al presidente – anche se sconfitto – a preoccupazioni culturali più ampie.

Come il signor Biden ei suoi sostenitori, gli Smiths hanno visto queste elezioni come una battaglia per l’anima del paese. Unirsi con il signor Biden sarebbe un’ammissione che la battaglia è persa e che la marea multiculturale che alimenta la sua vittoria continuerà la sua ascensione.

“Tutto ciò per cui ho lavorato, Biden vuole dare agli immigrati per aiutarli a vivere, quando non fanno altro che sedersi sulle loro chiappe”, ha detto il signor Smith.

“E se quei manifestanti vengono qui, se vanno a fare a pezzi le cose, ti garantisco che non rimarranno in questa città molto a lungo”, ha aggiunto. “Li legheremo e li manderemo fuori di qui – e non sarà nello stesso modo in cui sono entrati.”

#Biden #chiesto #repubblicani #dargli #una #possibilità #sono #interessati

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *