Chi ha bisogno di una chiamata dal tuo avversario quando il papa è al telefono?

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 6 Secondo

WASHINGTON – Joseph R. Biden Jr. si è candidato alla presidenza insistendo sul fatto che il presidente Trump era un “aberrazione”Che non rifletteva il carattere o le opinioni del popolo americano.

E nella sua prima settimana da presidente eletto, le osservazioni e le attività di Biden suggeriscono uno sforzo per allontanare ulteriormente il signor Trump: questa volta, come una seccatura.

Poiché si rifiuta di ammettere, il signor Trump ha alimentato paura e ansia tra molti americani, e lo ha chiaramente rallentato i processi critici di transizione, alla preoccupazione del team Biden. Tuttavia, pubblicamente, il signor Biden ei suoi collaboratori stanno cercando di proiettare la stabilità. Hanno ignorato i tweet del signor Trump, stanno costruendo uno staff della Casa Bianca e stanno lavorando per modellare come si possa fare un allontanamento da quattro anni di tumulto presidenziale e come probabilmente si comporterà il signor Biden una volta che sarà nella Casa Bianca.

“Non ha intenzione di mettere le mutande in una svolta intorno alle cattive maniere di Donald Trump”, ha detto l’ex senatore Carol Moseley Braun, democratica dell’Illinois, che ha servito al Senato con Biden. “Sa che diventerà presidente il 20 gennaio.”

Tuttavia, ha riconosciuto: “So che vuole iniziare la transizione. Vorrebbe un po ‘di sostegno dall’amministrazione per farlo. Ma sta andando avanti in base alle proprie risorse “.

Il signor Biden, che ha trascorso gran parte della settimana lavorando dalla zona di Wilmington, Del., Ha tenuto chiamate con Papa Francesco e i leader di molti dei più stretti alleati della nazione, facendo i primi passi verso il suo obiettivo di riparare la posizione del paese nel mondo fase successiva a una campagna in cui ha sottolineato i suoi rapporti con i leader mondiali.

Dopo aver trascorso mesi a sottolineare la necessità di seguire la scienza, ha nominato un gruppo di esperti per consigliarlo sulla pandemia di coronavirus e venerdì ha rilasciato una dichiarazione chiedendo “un’azione urgente” mentre i casi di virus continuano a crescere.

E lui chiamato Ron Klain, una figura veterana di Washington che ha servito come zar dell’Ebola alla Casa Bianca di Obama, come suo capo del personale, una scelta che è stata ben accolta in tutto lo spettro ideologico all’interno del Partito Democratico.

Questi passi, per prepararsi a governare e combattere la pandemia che ha sconvolto la società americana, hanno seguito le convenzioni e si sono svolti senza drammi. Il signor Biden ha decenni di esperienza a Washington su cui attingere e le sue prime mosse dopo aver vinto la presidenza hanno dimostrato una familiarità con il modo in cui un’amministrazione passa in genere il testimone a quella successiva.

“È un riflesso del desiderio del presidente eletto di proiettare stabilità in un momento di grande instabilità”, ha detto l’ex governatore Tom Vilsack dell’Iowa, che è stato segretario all’agricoltura del presidente Barack Obama ed è stato uno dei primi sostenitori di Biden.

Ciò che non era tipico – tutt’altro – è stata la reazione del signor Trump, che ha continuato a rifiutarsi di ammettere ea fare false affermazioni sulla frode elettorale. Ma il signor Biden ha insistito e ha perso l’occasione di uno scontro aggressivo, trattando il presidente degli Stati Uniti come se fosse un molestatore che grida dagli spalti che alla fine si sarebbe stancato e sarebbe tornato a casa.

Questa settimana, Bob Bauer, un consigliere per la campagna di Biden ed ex consigliere della Casa Bianca, ha descritto le sfide legali relative alle elezioni del signor Trump come “rumore”, mentre la sorella del signor Biden e stretto consigliere politico, Valerie Biden Owens, ha minimizzato il significato di qualsiasi postelezione commento offerto dal presidente.

“Non importa cosa dice Donald Trump”, ha detto su “Axios su HBO”. “Non importa. Joe è presidente eletto. Presterà giuramento il 20 gennaio “.

Lo stesso Biden ha suggerito che il rifiuto di Trump di ammettere fosse più una macchia sul nome del presidente per i libri di storia che un ostacolo imminente per la transizione di Biden, dicendo ai giornalisti martedì: “Come posso dirlo con tatto? Penso che non aiuterà l’eredità del presidente “.

Alla domanda su come si aspettava di lavorare con i repubblicani se non lo avessero nemmeno riconosciuto come presidente eletto, Biden ha risposto con un sorriso: “Lo faranno. Lo faranno. “

Non tutti sono così sicuri che i repubblicani si impegneranno o che Biden dovrebbe anche dare la priorità al tentativo di lavorare con loro.

“Il percorso verso la vittoria di Biden nella sua amministrazione sarà quello di presentare piani audaci per affrontare Covid, l’economia, i cambiamenti climatici e l’ingiustizia razziale”, ha detto Garrett Blad, portavoce del Sunrise Movement, un’organizzazione progressista guidata dai giovani che è incentrato sul clima e ha cercato per dare forma agli appuntamenti del signor Biden. “Lavorare con l’élite del GOP che in questo momento sta cercando di minare la nostra democrazia che non crediamo sia una via forte”.

I consiglieri e gli alleati di Biden hanno riconosciuto di essere in realtà turbati dalle possibili conseguenze del rifiuto dell’amministrazione Trump di concedere al signor Biden e al suo team di transizione l’accesso alle agenzie federali e ai briefing dell’intelligence.

Il capo dell’Amministrazione dei Servizi Generali non ha formalmente riconosciuto il Sig. Biden come vincitore delle elezioni, passaggio che consente di procedere al trasferimento di poteri tra le amministrazioni.

Con il passare del tempo, quel rifiuto diventa più problematico, dicono gli assistenti di Biden. Ma anche così, mostrano poca ansia di aumentare la temperatura o di intraprendere una battaglia legale.

“Non siamo interessati a litigare con l’amministratore GSA o chiunque altro,” ha detto venerdì Jen Psaki, un consulente per la transizione di Biden. “Vogliamo solo avere accesso alle informazioni di intelligence, alle valutazioni delle minacce, al lavoro in corso su Covid, in modo che possiamo prepararci a governare”.

Nel frattempo, il signor Biden si stava prendendo una pausa, o qualcosa di simile a una pausa. Giovedì si è recato nella sua casa per le vacanze a Rehoboth Beach, Del. “Si è guadagnato, certamente, un paio di giorni liberi”, ha detto la signora Psaki.

Thomas Kaplan ha riferito da Washington e Katie Glueck da New York.

#Chi #bisogno #una #chiamata #dal #tuo #avversario #quando #papa #telefono

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *