Coronavirus in California: coprifuoco notturno in diverse contee

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 56 Secondo

Buongiorno.

Funzionari della California giovedì ha annunciato un coprifuoco mirava a frenare rapidamente un’ondata di infezioni da coronavirus, vietando a quasi tutti i residenti dello stato, il più popoloso della nazione, di lasciare le proprie case per svolgere lavori non essenziali o per riunirsi dalle 22:00 alle 5:00, nel blocco più grave da quando lo stato ha messo in atto il suo primo ordine casalingo a marzo.

“Stiamo suonando l’allarme”, ha detto il governatore Gavin Newsom in una dichiarazione. “È fondamentale agire per diminuire la trasmissione e rallentare i ricoveri prima che il conteggio delle morti aumenti. L’abbiamo già fatto e dobbiamo farlo di nuovo. “

[Track California’s coronavirus cases by county.]

Il nuovo ordine stay-at-home è descritto come più limitato rispetto all’ordine primaverile; oltre ad essere applicato solo durante la notte, ha una data di scadenza incorporata per ora e si applica solo alle cosiddette contee di livello viola, che sono soggette alle restrizioni più rigorose dello stato nel suo piano di riapertura.

Entrerà in vigore sabato sera e rimarrà in vigore fino alla mattina del 21 dicembre.

Come nell’ordine primaverile, i residenti possono ancora uscire a fare passeggiate o andare a lavorare in quelli che sono considerati lavori essenziali, come nei negozi di alimentari, e non si applica alle persone senza dimora. I ristoranti, ritenuti essenziali, possono continuare a fare asporto e consegna.

Ma costringe effettivamente tutti i ristoranti a chiudere le operazioni di persona alle 22:00, anche se operano all’aperto.

Come per l’ordine primaverile, è probabile che venga applicato in modo diverso in tutto lo stato, a seconda della gravità delle violazioni e degli atteggiamenti dei leader locali. I funzionari non hanno chiarito come potrebbe essere l’applicazione.

[Read the full order here.]

La mossa arriva in mezzo a ciò che i funzionari e gli esperti della California hanno descritto come un’ondata allarmante, ma non ancora irreversibile, di nuove infezioni, pericolosa settimana del Ringraziamento.

Secondo al database del Times, lo stato riportava una media settimanale di 9.974 nuovi casi al giorno, più del doppio della media di due settimane fa.

Lunedì, il signor Newsom ha detto che lo stato era “tirando il freno di emergenza“Sul suo piano di riapertura, che ordina le contee attraverso la distesa geografica e demografica variata che è la California in livelli di restrizione in base al numero di casi e ai tassi di positività.

Le contee in cui vive più del 94% della popolazione dello stato – comprese le contee di Los Angeles, Orange, Santa Clara e San Diego – rientrano nel livello viola più restrittivo dello stato, il che significa che la maggior parte delle aziende ha dovuto chiudere o ridurre le attività interne. I ristoranti interni erano chiusi.

Le arene e gli altri siti in cui lo stato aveva istituito uno spazio aggiuntivo per l’assistenza sanitaria all’inizio della pandemia si stavano nuovamente preparando per ricevere rapidamente i pazienti, se gli ospedali fossero stati sopraffatti.

E il governatore lunedì aveva accennato al fatto che altre restrizioni, incluso il coprifuoco, potrebbero essere in arrivo.

Anche i funzionari della contea di Los Angeles, che da mesi ha lottato più di molte altre parti dello stato ha annunciato restrizioni più rigorose rispetto a quanto richiesto dallo Stato, compreso il coprifuoco per ristoranti e negozi non essenziali. A partire dal venerdì devono chiudere dalle 22:00 alle 6:00

La contea ha ordinato ai ristoranti che operano all’aperto di dimezzare la loro capacità e i funzionari hanno affermato che potrebbero essere costretti a ricorrere a restrizioni più simili al blocco aggressivo che ha tenuto a casa i californiani a marzo se le condizioni non miglioravano rapidamente.

[Read more about what counts as an essential business from March.]

All’inizio della settimana, Dott. Bob Wachter, un professore e presidente dell’Università della California, dipartimento di medicina di San Francisco, ha affermato che le azioni dello stato erano giustificate per frenare la diffusione del virus, in particolare alla luce delle vacanze imminenti.

“Che sia o meno abbastanza, immagino che vedremo”, ha detto.

Un’analisi del Times mostra che lo afferma imposto più restrizioni hanno focolai meno gravi e la California è stato il primo stato a mettere in atto un ordine di soggiorno a marzo.

Meno si sa nello specifico sull’efficacia del coprifuoco, ma i funzionari di New York hanno recentemente compiuto un passo simile.

Secondo Curbed, molti funzionari della sanità pubblica hanno descritto misure come quella che la California ha annunciato giovedì come ordini di soggiorno più deboli, non coprifuoco, e le considerano meno utili di una guida più mirata.

[Read about California’s rules for gathering.]

Il signor Newsom ha annunciato il coprifuoco in un comunicato stampa, rinunciando alla sua solita lunga conferenza stampa virtuale, nel scia di critiche pungenti e indignazione per la sua decisione di partecipare a una cena da un dollaro alto per celebrare il compleanno di un amico lobbista alla lavanderia francese, una destinazione della Napa Valley, insieme a membri di diverse altre famiglie.

I critici hanno affermato che il signor Newsom ha minato lo spirito delle restrizioni che ha così intensamente promosso, fino al punto di rimproverare i residenti per essersi riuniti in gruppi troppo grandi o abbracciare i loro cari.

Lunedì si è scusato, definendolo un “grave errore”.

(Questo articolo fa parte del California Today newsletter. Iscriviti per riceverlo nella tua casella di posta.)


California Today va in diretta alle 6:30 del mattino, ora del Pacifico, nei giorni feriali. Dicci cosa vuoi vedere: CAtoday@nytimes.com. Hai inoltrato questa email? Iscriviti a California Today qui e leggi ogni edizione online qui.

Jill Cowan è cresciuta a Orange County, si è laureata alla UC Berkeley e ha lavorato in tutto lo stato, comprese la Bay Area, Bakersfield e Los Angeles, ma vuole sempre vedere di più. Segui qui o avanti Twitter.

California Today è curato da Julie Bloom, cresciuta a Los Angeles e laureata alla UC Berkeley.



#Coronavirus #California #coprifuoco #notturno #diverse #contee

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *