Dal teatro allo streaming: “Uncle Vanya” e un risveglio di Ayad Akhtar

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 24 Secondo

Troppi drammaturghi sperimentali scompaiono nell’etere, la loro reputazione sostenuta da saggi accademici e dal passaparola. Risvegli? Diciamo solo che Arthur Miller trionfa ampiamente su Richard Foreman quando arriva il momento di impostare una stagione.

Naturalmente, la situazione è ancora peggiore per gli artisti sperimentali neri, soprattutto se si tratta di donne. Per fortuna, lo streaming ora sta rendendo festival e tributi più accessibili a un vasto pubblico.

Caso in questione: “Il lavoro di Adrienne Kennedy: Inspiration & Influence “, organizzato dal McCarter Theatre Center di Princeton, NJ, e dal Round House Theatre di Bethesda, Md.

Evitando il lavoro più frequentemente prodotto dal drammaturgo, “Funnyhouse of a Negro”, il festival è appena iniziato con “He Brought Her Heart Back in a Box”, seguito da “Sleep Deprivation Chamber” (sabato), “Ohio State Murders “(5 dicembre) e” Etta ed Ella nell’Upper West Side “(12 dicembre). Aggiungi discussioni di gruppo e le nostre sinapsi collettive dovrebbero attivarsi per un po ‘. (Fino al 28 febbraio; roundhousetheatre.org.)

Supponiamo coraggiosamente – o forse indulgere in qualche pio desiderio – che quando i cinema riapriranno fisicamente, includeranno materiale nuovo e non si baseranno su revival familiari per invogliare il pubblico a tornare. Le aziende potrebbero guardarsi intorno per potenziali produzioni in questi festival.

La National Alliance for Musical Theatre ha collaborato con Broadway on Demand per la sua 32a edizione Festival dei nuovi musical, in cui otto spettacoli impiegano 45 minuti ciascuno per presentare il loro caso. (19-29 novembre; namt.org.) Per la sua edizione inaugurale, il Festival virtuale delle nuove opere scaglionerà le letture di 20 nuovi copioni dal 5 al 25 dicembre (rimarranno online per un anno). I drammaturghi saranno viziati con attori famosi: Santino Fontana, Tracie Thoms ed Eva Noblezada dirigono “Happy Couples” (5 dicembre), per esempio, mentre Marsha Mason e Tonya Pinkins appaiono in “So When Are You Leaving? (8 dicembre). (Facebook.com/newworksvirtualfestival o vai al Canale New Works Virtual Festival su YouTube.)

Nel “Dragon Mama” la scrittrice-performer Sara Porkalob riporta in vita sua madre, che ha lasciato lo stato di Washington per lavorare ed esplorare la sua stranezza in Alaska. Il gioco è la parte centrale del Dragon Cycle, in cui Porkalob esplora la storia della sua famiglia filippino-americana, e stuzzica sicuramente l’appetito. (Fino al 10 dicembre; americanrepertorytheater.org.)

La maternità gioca un ruolo centrale anche nella mostra personale di Charlayne Woodard del 2009 “The Night Watcher,“Che è ora disponibile in un nuovo Fasi primarie ruscello. Woodard, uno degli artisti più disinvolti e carismatici che attualmente esercita il loro mestiere, guarda il suo soggetto da una varietà di angolazioni, con la razza che gioca anche un ruolo. (Fino a domenica; primarystages.org.)

Ad aprile, la compagnia Tramp aveva programmato di fare un nuovo Philip Ridley gioca, “The Beast of Blue Yonder”. Dopo che lo spettacolo è stato chiuso da Covid, gli attori hanno interpretato, registrato e pubblicato online una serie di nuovi monologhi di Ridley, che vanno da poco più di due minuti a poco meno di un’ora. (In corso; wearetramp.com.)

Ora, Tramp è tornato a Ridleyland con la premiere di “The Poltergeist” un monologo su un ex artista prodigio che non ha soddisfatto le aspettative. La parola “controverso” compare spesso negli articoli sul drammaturgo, quindi non stupitevi se lo spettacolo, trasmesso in diretta dal Southwark Playhouse di Londra, riserva oscure sorprese per il suo protagonista. (20-21 novembre; southwarkplayhouse.co.uk.)

In arrivo questo mese ci sono due opere teatrali recenti, o recenti, che stimolano la riflessione e che non sono conformi alle aspettative. Su nel Connecticut, TheaterWorks Hartford sta rinascendo “Il chi e il cosa”, Il seguito di Ayad Akhtar al suo premio Pulitzer “Disgraced” e un’indagine sulle sfide che le donne musulmane devono affrontare. (Fino al 28 novembre; twhartford.org.)

Il Wilma Theatre di Filadelfia mette in scena il vincitore del Premio Pulitzer di Will Arbery “Heroes of the Fourth Turning,“In cui amici conservatori chiacchierano in un cortile del Wyoming. Lo spettacolo è stato messo in scena e registrato in una “casa isolata di Poconos”, che suona proprio come l’ambientazione di un film slasher degli anni ’80. (1-13 dicembre; wilmatheater.org.)

La popolare Constance Wu avrebbe avuto il tempo di fare Cechov in tempi normali? Ma eccola qui, nel ruolo della sirena Yelena nell’adattamento di Neil LaBute “Zio Vanja.” A desiderare Yelena saranno Vanya di Alan Cumming e Astrov di Anson Mount, con Samira Wiley nei panni di Sonya ed Ellen Burstyn nei panni di Maria. (Da giovedì a novembre 23; broadwaysbestshows.com.)

Un altro spettacolo vintage che ottiene un cast deluxe è quello di Tennessee Williams “La notte dell’iguana” con Phylicia Rashad, Dylan McDermott, Roberta Maxwell e il tesoro nazionale noto come Austin Pendleton. (2-6 dicembre, lafemmetheatreproductions.org.)

Altrettanto impressionante è un revival di “Elegies for Angels, Punks and Raging Queens”, in anteprima online il 1 ° dicembre per la Giornata mondiale contro l’AIDS. Con un libro e testi di Bill Russell (“Side Show”) e musica di Janet Hood, questa rivista del 1989 di canzoni e monologhi è stata in parte ispirata dal fatto che Russell abbia visto l’AIDS Memorial Quilt. Gli artisti di questo beneficio per l’AIDS di Broadway Cares / Equity Fights includono Brooks Ashmanskas, Joaquina Kalukango, Nathan Lane, Jessie Mueller, Anthony Rapp e Cynthia Nixon. (1-5 dicembre; broadwaycares.org/elegies.)

Con un pugno al di sopra del suo peso, il piccolo Ars Nova ha aiutato a realizzare progetti diversi come i musical “Natasha, Pierre e la grande cometa del 1812” e “KPOP”, l’ora di varietà “Showgasm” e i successi in fuga “Underground Railroad Game” e “Small Mouth Sounds”. Ora l’azienda ha ideato un progetto online particolarmente ambizioso: “The Ars Nova Forever Telethon”, un live streaming di 24 ore con oltre 100 partecipanti. Potrebbe essere uno degli eventi virtuali che ti vanterai di vedere tra 10 anni. (Dal 4 dicembre alle 18:00 al 5 dicembre alle 18:00; su richiesta fino all’8 dicembre; arsnovanyc.com.)

Un altro influente semi-outsider è l’ultimo Elizabeth swados, la cui musica viene celebrata con “The Liz Swados Project”, un evento associato all’album tributo con lo stesso nome (Ghostlight Records). Aspettatevi selezioni da “Runaways”, “Alice in Wonderland” e “Nightclub Cantata” di artisti del calibro di Sophia Anne Caruso, Heather Christian, Damon Daunno, Amber Grey, Ali Stroker e Taylor Mac. (24 novembre-8 dicembre; publictheater.org.)

#Dal #teatro #allo #streaming #Uncle #Vanya #risveglio #Ayad #Akhtar

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *