Gli Stati Uniti abbandonano il caso contro l’ex ufficiale messicano per consentire l’inchiesta in Messico

Visualizzazioni: 11
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 42 Secondo

WASHINGTON – Il Dipartimento di Giustizia prevede di far cadere le accuse di traffico di droga e corruzione contro un ex ministro della Difesa messicano per consentire ai funzionari messicani di indagare su di lui, ha annunciato martedì il procuratore generale William P. Barr.

Il funzionario, il generale Salvador Cienfuegos Zepeda, era stato ministro della Difesa del Messico dal 2012 al 2018. Egli è stato arrestato dagli agenti della Drug Enforcement Administration il mese scorso a Los Angeles, rendendolo il primo ufficiale militare messicano di alto rango ad essere arrestato negli Stati Uniti con l’accusa di corruzione legata alla droga.

Ma dopo l’arresto del generale Cienfuegos, le autorità federali in Messico hanno aperto un’indagine su di lui e gli Stati Uniti ora si rimetteranno al governo messicano sulla questione, ha detto il signor Barr. in una dichiarazione congiunta con il procuratore generale del Messico, Alejandro Gertz Manero. La dichiarazione si è fermata prima di promettere eventuali accuse in Messico.

“In riconoscimento della forte partnership di applicazione della legge tra il Messico e gli Stati Uniti, e nell’interesse di dimostrare il nostro fronte unito contro tutte le forme di criminalità, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha deciso di chiedere l’archiviazione delle accuse penali statunitensi contro Il segretario Cienfuegos, in modo che possa essere indagato e, se del caso, incriminato, ai sensi della legge messicana “, hanno affermato nella dichiarazione il signor Barr e il signor Gertz Manero.

La decisione è stata una brusca inversione di tendenza per i funzionari delle forze dell’ordine americane, che avevano accusato il generale Cienfuegos di aiutare il trasporto di narcotici e di aver indirizzato un cartello della droga alle indagini americane sulle loro operazioni.

Il governo messicano è stato colto di sorpresa dall’arresto e lo stesso presidente Andrés Manuel López Obrador ha espresso una certa sorpresa per la detenzione di un capo militare che da tempo aveva ottenuto rispetto in Messico. Funzionari messicani hanno detto in privato di essere arrabbiati per la mancanza di comunicazione da parte dei funzionari del Dipartimento di Giustizia su un caso che aveva chiaramente richiesto tempo per essere costruito, data la stretta collaborazione tra i due paesi nella lotta alla criminalità organizzata.

Le accuse del Dipartimento di Giustizia contro di lui hanno sottolineato la corruzione che ha toccato i più alti livelli del governo messicano. Il generale Cienfuegos è stato ministro della difesa del presidente Enrique Peña Nieto, che ha lasciato l’incarico due anni fa. E il suo arresto è avvenuto 10 mesi dopo un altro alto funzionario – che una volta guidava l’equivalente messicano dell’FBI – è stato incriminato a New York con l’accusa di aver preso tangenti mentre era in carica per proteggere il potente cartello della droga di Sinaloa.

Il signor Barr ha detto che come parte di un accordo con le autorità messicane, il Dipartimento di Giustizia aveva fornito agli investigatori lì le prove raccolte contro il generale Cienfuegos.

Il generale Cienfuegos è stato citato in giudizio presso il tribunale federale di Brooklyn all’inizio di questo mese, dichiarandosi non colpevole di riciclaggio di denaro e accuse di traffico.

Natalie Kitroeff ha contribuito alla segnalazione da Città del Messico.

Questa è una notizia dell’ultima ora. Ricontrolla per aggiornamenti.

#Gli #Stati #Uniti #abbandonano #caso #contro #lex #ufficiale #messicano #consentire #linchiesta #Messico

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *