Guarda Mark Zuckerberg e Jack Dorsey Hearing: Live Updates

Visualizzazioni: 27
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 20 Secondo
Credito…Foto della piscina di Michael Reynolds

WASHINGTON – Mark Zuckerberg, amministratore delegato di Facebook, e Jack Dorsey, capo di Twitter, appariranno martedì mattina davanti ai membri della commissione giudiziaria del Senato per difendere le azioni delle loro società per moderare il discorso. È la seconda volta in due mesi che i due amministratori delegati testimoniano, ma probabilmente ci saranno più fuochi d’artificio rispetto alla loro ultima apparizione poiché le loro società hanno assunto un ruolo centrale durante le recenti elezioni.

Probabilmente dovranno affrontare molte domande su come i loro social network hanno gestito post, video e foto relativi ai voti. Entrambe le società hanno aumentato la loro etichettatura di disinformazione elettorale, compresi i post del presidente Trump, mentre sono aumentati i contenuti falsi e fuorvianti.

Ecco cos’altro sapere:

L’udienza inizia alle 10 del mattino orientale. Il signor Zuckerberg e il signor Dorsey appariranno in videoconferenza. Riceveranno domande dai 22 membri del comitato, alcuni dei quali saranno nella sala riunioni del comitato in Campidoglio, e altri che appariranno anche in videoconferenza.

Il presidente del comitato, Lindsey Graham della Carolina del Sud, ha convocato l’udienza a ottobre dopo che Twitter e Facebook hanno etichettato o limitato la portata di un articolo del New York Post su Hunter Biden, figlio del presidente eletto Joseph R. Biden Jr., a causa delle informazioni. trapelato e fuorviante.

I dirigenti, che sono apparsi più volte davanti al Congresso negli ultimi anni sulla privacy dei dati, la disinformazione nelle elezioni del 2016 e la moderazione dei contenuti, probabilmente riceveranno numerose domande ripetute su come le loro aziende hanno migliorato gli sforzi per proteggere i consumatori e moderare i contenuti senza soffocare la parola. Ma dovranno anche affrontare nuove domande, incluso se un divieto continuato sugli annunci politici possa mettere a repentaglio i ballottaggi del Senato in Georgia e perché i contenuti odiosi siano ancora consentiti sui loro siti.

Il presidente Trump ei suoi alleati repubblicani si sono opposti alle azioni di Twitter e Facebook per etichettare e nascondere ripetutamente i post del presidente per violazioni delle politiche contro la diffusione di informazioni false e fuorvianti sulle elezioni. Twitter è stato particolarmente attivo nell’etichettatura I tweet del signor Trump il giorno delle elezioni e quelli successivi. Membri come Ted Cruz del Texas e Josh Hawley del Missouri dovrebbero far saltare in aria il signor Dorsey e il signor Zuckerberg per ciò che descrivono come censura dei conservatori, affermazioni che non sono fondate.

Ci si aspetta che i democratici dirigano la loro rabbia maggiormente verso Facebook per aver agito solo durante le elezioni per sottolineare la disinformazione di Trump sulla frode degli elettori e le sue false affermazioni di vittoria. I democratici dicono che Facebook e Twitter sono stati troppo lassisti sulla disinformazione e sull’incitamento all’odio, consentendo a figure come Steve Bannon, che recentemente ha chiesto la decapitazione del dottor Anthony Fauci, di mantenere il suo account Facebook. Indicano anche un aumento dei contenuti anti-musulmani su Facebook e un aumento dei contenuti di odio sui social media.

L’audizione potrebbe fornire nuove informazioni sulla temperatura postelettorale di Washington e fornire indizi per un’agenda legislativa del prossimo anno, che dovrebbe includere nuove restrizioni al potere delle aziende tecnologiche. Repubblicani e Democratici hanno chiesto riforme alla legge del 1996 denominata Sezione 230 del Communications Decency Act, che fornisce immunità legale alle piattaforme online per contenuti di terze parti.

Altre questioni potrebbero includere la concorrenza e la riservatezza dei dati. Diversi membri del comitato hanno espresso preoccupazione per la concentrazione di potere tra i giganti della tecnologia come Facebook, Google e Amazon, e alcuni hanno chiesto alcune riforme alle leggi antitrust. La senatrice Amy Klobuchar, democratica del Minnesota, ad esempio, ha proposto modifiche per aggiornare le leggi sulla concorrenza per affrontare meglio il settore tecnologico.

#Guarda #Mark #Zuckerberg #Jack #Dorsey #Hearing #Live #Updates

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *