I funzionari elettorali contraddicono direttamente Trump sulla frode del sistema di voto

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 58 Secondo

Non era la prima volta che le agenzie governative si assumevano le falsità di Trump. A luglio, il La Food and Drug Administration ha avvertito contro l’uso dell’idrossiclorochina per curare il coronavirus dopo che Trump ne aveva abbracciato l’uso. Il presidente era arrabbiato, ma il capo dell’agenzia è sopravvissuto.

Molte delle accuse di frode, voto illegale e problemi di software sono arrivate dal signor Trump e dai suoi figli.

Donald Trump Jr., il figlio maggiore del presidente, ha chiesto una “guerra totale” in Georgia su ciò che sostiene essere una frode elettorale. Eric Trump ha condiviso le teorie della cospirazione fornite dai lavoratori del sondaggio in Arizona Pennarelli per gli elettori di Trump che non poteva essere letto dai lettori di schede elettorali, un’affermazione che è stata rapidamente smentita dal segretario di stato dell’Arizona. I sostenitori del presidente l’hanno fatto ha inviato minacce di morte per sondare i lavoratori in Pennsylvania.

Eppure, sia prima che dopo il giorno delle elezioni, Trump è stato ripetutamente contraddetto – anche se mai nominato – dall’agenzia informatica del Dipartimento per la sicurezza interna, poiché ha cercato di dissipare la disinformazione. Il direttore dell’agenzia, Christopher Krebs, aveva guidato la carica per proteggere le macchine elettorali, i sistemi di registrazione e i sistemi di tabulazione nei 50 stati, inviando esperti per aiutare e testare i sistemi per le vulnerabilità.

Il signor Krebs ha anche affermato che la sua agenzia doveva contrastare “l’hacking delle menti e delle infrastrutture” e ha creato una pagina di “controllo delle voci” sul sito web del governo federale della sua agenzia. Ha ripetutamente contraddetto il signor Trump, spiegando perché le schede elettorali per corrispondenza non si prestano alla frode, e come gli Stati assicurano che i morti non votino.

Il signor Krebs, un ex dirigente di Microsoft con uno spirito veloce e un disponibilità a resistere alle pressioni politiche, non si è tirato indietro quando questi sforzi hanno creato un contraccolpo alla Casa Bianca. Ed è stato elogiato in pubblico di recente dal segretario ad interim della sicurezza nazionale, Chad F. Wolf, per lo sforzo di “controllo delle voci”.

Si dice che il signor Krebs sia sulla lista dei funzionari che potrebbero essere licenziati dalla Casa Bianca, insieme al direttore della CIA, Gina Haspel, e al direttore dell’FBI, Christopher A. Wray. Ma finora il boom non è stato abbassato.



#funzionari #elettorali #contraddicono #direttamente #Trump #sulla #frode #del #sistema #voto

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *