I repubblicani del Michigan fanno marcia indietro dopo essersi rifiutati di certificare i risultati delle elezioni

Visualizzazioni: 31
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 24 Secondo

“Questa azione elimina una lunga e orgogliosa storia di Wayne County Board of Canvassers che agisce in modo veramente bipartisan, proteggendo la santità del voto e instillando la fiducia nei residenti della contea di Wayne che i loro voti siano stati effettivamente contati e contati correttamente”, Lavora Barnes , presidente del Partito Democratico del Michigan, ha detto in una dichiarazione. “Che è esattamente quello che è successo quest’anno.”

Il consiglio di indagine di Wayne non è stato l’ultimo ostacolo nel processo di certificazione del Michigan. Il Board of State Canvassers, che deve fornire la certificazione statale finale, è composto da due Democratici, Jeannette Bradshaw e Julie Matuzak, e da due Repubblicani, Norman D. Shinkle e Aaron Van Langevelde.

La moglie del signor Shinkle, Mary Shinkle, ha depositato una dichiarazione giurata a sostegno di una causa legale che la campagna di Trump ha intentato alla corte federale per presunte irregolarità nel voto nella contea di Wayne. La dichiarazione giurata affermava, tra le altre cose, che i lavoratori del sondaggio erano stati “estremamente scortesi e aggressivi” con lei e altri osservatori, che non le avevano permesso di guardarsi alle spalle mentre elaboravano le schede elettorali e che le buste e le schede elettorali non erano state conservato in modo sicuro. Il giudice del caso statale aveva respinto dichiarazioni giurate simili in quanto basate su “un’interpretazione errata degli eventi”.

Il dramma di martedì ha alimentato i timori tra i democratici che Trump stesse lavorando per costringere il Michigan e altri stati critici a non rispettare le scadenze per la certificazione in modo che le legislature controllate dai repubblicani potessero nominare le proprie liste di delegati pro-Trump all’Electoral College, indipendentemente dalle vittorie del voto popolare per il signor Biden – mosse che gli avvocati del signor Biden hanno liquidato come legalmente futili.

Mike Shirkey, il leader della maggioranza repubblicana al Senato dello Stato del Michigan, ha detto in un’intervista Martedì con Bridge Michigan, un giornale locale, che la Legislatura non si sarebbe mossa per nominare la propria lista di elettori.

“Non succederà”, ha detto il signor Shirkey.

Il consiglio di stato dovrebbe certificare i suoi risultati il ​​23 novembre, ma il signor Thomas, il consigliere del segretario della città di Detroit, ha detto che lo stato avrebbe tempo fino a metà dicembre per presentare i suoi conteggi al collegio elettorale, che ha detto era un sacco di tempo, anche se la situazione del consiglio di stato si blocca, il che costringerebbe la lotta in tribunale.

“Quando si trovano in una situazione di stallo, il tribunale generalmente dice loro: ‘Il tuo lavoro è ministeriale’, il che significa che conti i voti”, ha detto, “e pubblichi i risultati certificati”.

Kathleen Gray ha riferito da Detroit e Jim Rutenberg e Nick Corasaniti da New York. Maggie Astor e Annie Karni hanno contribuito alla segnalazione.

#repubblicani #del #Michigan #fanno #marcia #indietro #dopo #essersi #rifiutati #certificare #risultati #delle #elezioni

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *