Informazioni errate sulle elezioni: Live Tracker – The New York Times

Visualizzazioni: 24
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 18 Secondo

Il presidente Trump ha pubblicato oltre 300 tweet che attaccano l’integrità delle elezioni del 2020 dalla notte delle elezioni, scatenando una cascata di affermazioni false e fuorvianti. Ecco una recensione.

Poche ore dopo la chiusura dei sondaggi il 3 novembre, il signor Trump ha iniziato a seminare sfiducia nel processo di conteggio dei voti, mentre twittava minacciosamente su “discariche a sorpresa”, “trovare voti Biden” e “miracolosamente“Cavi che scompaiono.

Quello che stava descrivendo era semplicemente il conteggio dei voti. I funzionari delle elezioni hanno avvertito per mesi che il conteggio delle schede potrebbe essere possibile impiegano giorni o addirittura settimane da completare, vista la prevalenza di votazioni assenti quest’anno. Studi e esperti ha predetto che Trump potrebbe guidare la notte delle elezioni negli stati chiave, ma tale vantaggio potrebbe essere lentamente eroso poiché i funzionari hanno continuato a contare le schede elettorali per posta.

Il presidente ha obiettò al conteggio dei voti dopo il giorno delle elezioni, rivendicazione almeno due volte che le votazioni in ritardo sono “illegali”. Ma 23 stati e Washington, DC, accettare schede per posta dopo il giorno delle elezioni se fanno fede il timbro postale entro un determinato giorno.

Il signor Trump ha ripetutamente e falsamente affermato di aver “ha vinto“Le elezioni o ha predetto che vincerà dopo il riconteggio Georgia e Arizona e verdetti di querela.

In realtà, ha virtualmente nessuna possibilità di vincere, dati gli ampi margini detenuti dal presidente eletto Joseph R. Biden Jr. in quegli stati. Il signor Biden conduce da 14.000 voti in Georgia e a proposito di 10.000 voti in Arizona – molto più del margine più ampio che è stato recentemente ribaltato, diverse centinaia di voti in un’elezione del Senato del 2008 in Minnesota.

Al contrario, il signor Trump si è opposto alle agenzie di stampa e ad altri che dichiarano il vincitore Biden, chiedendo, “Da quando Lamestream Media chiama chi sarà il nostro prossimo presidente?”

Una chiamata ai media non è la stessa cosa dei risultati certificati o del voto finale del Collegio elettorale, ma vale la pena notare che l’Associated Press ha indetto le elezioni presidenziali dal 1848, combinando conteggi dei voti riportati e “ricerche che includono dati demografici, cronologia delle votazioni e statistiche sul voto anticipato”.

Circa due dozzine dei tweet di Trump includevano ampie accuse di “frode degli elettori diffusa”, “voti illegali” e “elezioni rubate”. Funzionari elettorali in tutto il paese ha detto al New York Times che non c’erano prove che le irregolarità abbiano influenzato l’esito delle elezioni.

In alcuni casi, il presidente ha fornito esempi specifici di ciò che ha suggerito equivalesse a una frode, ma quelle affermazioni mancavano di contesto, erano contestate o erano completamente sbagliate.

Ha affermato che le schede elettorali militari in Georgia erano “mancante. ” Non lo erano, secondo funzionari elettorali nello stato.

Ha pubblicato un video di funzionari elettorali che hanno raccolto le schede e hanno chiesto “è questo che è arrivato il nostro Paese?” Ma il filmato mostrava semplicemente i funzionari rispettando il procedimento legale: raccogliendo le schede elettorali da una cassetta di sicurezza che era stata chiusa entro le 20:00 del giorno delle elezioni.

Lui ha citato Richard Hopkins, un impiegato del servizio postale a Erie, Pa., Che ha affermato che le schede erano retrodatate. Ma il direttore delle poste della struttura ha negato che ciò fosse accaduto, e l’ispettore generale del servizio postale ha detto al Congresso che il signor Hopkins sconfessato le sue affermazioni.

Questo fine settimana, ha twittato, “10.000 morti hanno votato nel Michigan”, sostenendo un’elezione truccata, sebbene l’affermazione fosse stata sfatato da funzionari e organi di stampa del Michigan giorni prima.

In oltre una dozzina di tweet, Trump si è lamentato del fatto che agli osservatori del sondaggio è stato negato l’accesso per guardare il conteggio delle schede. Ma non è vero, secondo i suoi documenti legali. Un avvocato del signor Trump ha ammesso che c’era “un numero diverso da zero” di osservatori della campagna ammessi nella sala di conteggio a Filadelfia.

A meno quattro volte, il presidente ha falsamente affermato che alla Georgia era stato vietato di verificare le firme con un decreto di consenso. Sotto una marcia insediamento, i funzionari devono informare gli elettori le cui firme sono state rifiutate entro tre giorni lavorativi e dare loro la possibilità di correggere i problemi. Non ha impedito ai funzionari di verificare le firme.

Segretario di Stato della Georgia, un repubblicano, notato che lo stato ha formato i funzionari elettorali sulla corrispondenza delle firme, ha richiesto una corrispondenza confermata e ha creato un portale che controllava e confermava le patenti di guida degli elettori. (Le firme non vengono nuovamente verificate durante il processo di conteggio, poiché le schede elettorali vengono separate dalle buste firmate durante il processo di conteggio iniziale.)

Dominion Voting Systems è diventato un obiettivo particolare delle ire presidenziali. False teorie del complotto che i “difetti” nel software dell’azienda hanno cambiato i conteggi dei voti sono fioriti sui social media.

Ma il signor Trump ha intensificato quelle affermazioni imprecise in accuse infondate secondo cui Dominion intenzionalmente “truccato“L’elezione ed è a “Sinistra radicale” azienda. Ha anche twittato un sette secondi video in cui un dirigente di Dominion, John Poulos, afferma: “Componenti dei nostri prodotti che provengono dalla Cina”.

L’azienda, su a sito web sfatando le voci, dice che “funziona con tutti i partiti politici; la nostra base di clienti e le nostre pratiche di sensibilizzazione del governo riflettono questo approccio apartitico “. Dominion opera in 28 stati, comprese le roccaforti repubblicane come Utah, Kansas e Tennessee, nonché gli stati sui campi di battaglia che il signor Trump ha vinto, tra cui Florida e Ohio.

La clip di sette secondi è stata presa da un’udienza del Congresso di gennaio sulla sicurezza elettorale. Il signor Poulos ha anche affermato che “i nostri prodotti tabulati sono sempre stati fabbricati negli Stati Uniti”.

Premuto su quali componenti provengono dalla Cina, ha citato “componenti LCD, l’attuale schermo di vetro sull’interfaccia fino al livello dei componenti del chip di condensatori e resistori” e ha osservato che molti di questi prodotti non sono fabbricati negli Stati Uniti – un punto precedentemente sollevato dallo stesso signor Trump.



#Informazioni #errate #sulle #elezioni #Live #Tracker #York #Times

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *