Invece di riprendere slancio, Johnson è di nuovo bloccato a casa

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 40 Secondo

LONDRA – Per il primo ministro Boris Johnson, questa doveva essere una settimana critica per ripristinare il suo governo dopo un tumultuoso round di lotte intestine che ha portato alla brusca cacciata del suo più influente consigliere, Dominic Cummings.

Invece, il signor Johnson ha iniziato una quarantena di 14 giorni nella sua residenza di Downing Street lunedì dopo essere stato esposto a un membro del Parlamento risultato positivo al coronavirus.

Il primo ministro ha insistito che era “in forma come un cane da macellaio” e stava semplicemente rispettando le regole del programma di test e tracciamento britannico. Ma l’isolamento forzato del signor Johnson ostacolerà il suo piano per riprendere slancio con apparizioni pubbliche e annunci politici dopo giorni di intrighi di palazzo corrosivi tra i suoi più stretti consiglieri.

Il secondo incontro ravvicinato del primo ministro con il virus – lo scorso aprile è stato ricoverato in ospedale per un grave caso di Covid-19 – approfondisce il senso di un governo che sembra non riuscire a togliersi di mezzo.

L’ultimo sconvolgimento arriva anche in un momento cruciale nei negoziati per un accordo commerciale post-Brexit tra Gran Bretagna e Unione Europea. Con il tempo che scorre e le principali questioni che ancora dividono le due parti, il signor Johnson dovrà fare difficili compromessi nelle prossime due settimane per sbloccare la situazione.

La partenza del signor Cummings rimuove un influente Brexiteer dall’equazione, ma rende anche più difficile per il signor Johnson concludere un accordo con Bruxelles senza essere accusato di un tradimento istantaneo della Brexit.

L’esposizione del signor Johnson al virus questa volta è avvenuta durante un incontro con i legislatori conservatori, uno dei quali, Lee Anderson, in seguito ha sviluppato sintomi ed è risultato positivo. Una foto mostrava i due uomini distanti appena un metro l’uno dall’altro – nessuno dei due indossava una maschera – il che ha sollevato dubbi sul fatto che Downing Street pratichi un adeguato distanziamento sociale, anche dopo l’epidemia che ha infettato il signor Johnson a marzo.

“La buona notizia è che il test-and-trace dell’NHS sta funzionando in modo sempre più efficiente”, ha detto il signor Johnson in un video in cui ha cercato di promuovere il programma molto diffamato del Servizio Sanitario Nazionale. “La cattiva notizia è che mi hanno fatto un ping e mi sono dovuto isolare perché qualcuno con cui ero in contatto pochi giorni fa ha sviluppato Covid.”

Come paziente guarito, il signor Johnson ha detto che il suo corpo era “pieno di anticorpi”. Non ha affrontato il rischio di reinfezione, che, sebbene possibile, è raro. La logora descrizione di se stesso da parte del signor Johnson come “in forma come un cane da macellaio” suggerisce una creatura robusta, ben nutrita con gli scarti del tagliere del suo padrone, sebbene gli etimologi notino che un tale cane può facilmente diventare sovrappeso.

Lo stesso non si può dire per il governo del signor Johnson, secondo i critici. L’improvvisa perdita del signor Cummings priverà il primo ministro della sua fonte più prodigiosa di idee e progetti, anche se i critici hanno anche accusato il consigliere di essere una presenza tossica e inflessibile a Downing Street, scontrandosi con altri funzionari e mettendo a dura prova i legami di Johnson con i membri del suo partito in Parlamento.

Le lotte intestine gettarono uno spiacevole riflettore sulla fidanzata di Johnson, Carrie Symonds, che in precedenza aveva lavorato come direttrice delle comunicazioni per il Partito conservatore. Secondo quanto riferito, la signora Symonds ha sollevato obiezioni all’elevazione di un alleato del signor Cummings, Lee Cain. Quando ciò ha bloccato il percorso del signor Cain, ha scatenato uno scontro che ha portato alla partenza sia di lui che del signor Cummings.

Con una nuova formazione di consiglieri, gli alleati del signor Johnson sperano che riconquisterà l’immagine più simpatica e accomodante di cui godeva quando era sindaco di Londra.

Questa settimana, ha in programma di lanciare un’iniziativa sul clima e raddoppiare il suo impegno per “salire di livello” il nord economicamente sfidato della Gran Bretagna con il sud più prospero. Ciò è vitale per le fortune politiche del signor Johnson poiché i conservatori hanno vinto una schiacciante maggioranza rompendo il cosiddetto “muro rosso” del partito laburista in quelle regioni.

Il signor Anderson, il legislatore conservatore risultato positivo al test, è precisamente il tipo di figura a cui il signor Johnson spera di raggiungere. Anderson, 53 anni, un tempo minatore di carbone e funzionario del partito laburista nel distretto di Ashfield, si è candidato come conservatore alle ultime elezioni e ha vinto un seggio a lungo detenuto dai laburisti.

“È come se il paese stesse girando sottosopra”, ha detto il signor Anderson l’anno scorso, mentre stava cercando elettori. “Per quanto bizzarro possa sembrare, Boris e Donald Trump sono in contatto con gli elettori della classe operaia. Alla gente piace un inglese semplice. “

Il signor Anderson, sulla sua pagina Facebook, ha detto di aver perso il senso del gusto venerdì, un giorno dopo che lui e altri quattro legislatori hanno partecipato a una colazione con il signor Johnson. Il suo test positivo è stato restituito domenica, il che ha spinto i traccianti del servizio sanitario nazionale a mettersi in contatto con il signor Johnson.

Durante il suo isolamento, il signor Johnson ha intenzione di lavorare dal suo appartamento, che si trova sopra l’11 di Downing Street. Avrà anche accesso al suo ufficio al numero 10 della porta accanto senza attraversare le parti dell’edificio dove lavorano altri. A differenza del suo precedente periodo di quarantena, il signor Johnson non dovrà vivere separato dalla sua famiglia.

Il signor Johnson manterrà un programma completo di eventi, condotti a distanza, e spera di utilizzare un collegamento video per prendere parte alle Domande del Primo Ministro, la sua grigliata settimanale da parte del leader dell’opposizione alla Camera dei Comuni.

Sebbene questa sia l’ennesima settimana critica per i negoziati commerciali, gli analisti si aspettano che giovedì un incontro dei leader dell’Unione europea sia un altro in una serie di scadenze mancate. A differenza di molti di questi negoziati, che si riducono a dettagli oscuri, questo ha raggiunto un finale politicamente carico, con controversie sui diritti di pesca, norme sugli aiuti di Stato e garanzie di concorrenza leale sul mercato.

“Non è insolubile, ma siamo in uno schema di mantenimento.” ha affermato David Henig, direttore del progetto di politica commerciale del Regno Unito presso il Centro europeo per l’economia politica internazionale, un istituto di ricerca. “Le questioni politiche non sono state risolte e non viene fatto nulla di diverso che faccia pensare che possano farlo”.

“Alcuni di questi problemi avrebbero dovuto essere risolti e dovrebbero esserci narrazioni che ci portino verso un accordo”, ha aggiunto Henig. “Quindi la domanda è: cosa cambierà ora che lo farà accadere?”

#Invece #riprendere #slancio #Johnson #nuovo #bloccato #casa

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *