Iota diventa il 30esimo Stormo in una stagione da record

Visualizzazioni: 26
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 39 Secondo

La tempesta tropicale Iota si è scatenata nel Mar dei Caraibi venerdì sera, diventando la 30a tempesta chiamata nella stagione degli uragani del 2020 da record.

La tempesta, che si stava spostando da sud a sud-ovest a tre miglia orarie alle 22 di venerdì, era di circa 610 miglia a est di Cabo Gracias a Dios, al confine tra Nicaragua e Honduras. Secondo il National Hurricane Center, avrebbe dovuto rafforzarsi costantemente e guadagnare velocità nei prossimi giorni.

La tempesta potrebbe diventare un grande uragano – Categoria 3 o superiore – mentre si avvicina all’America Centrale, ha detto venerdì sera Dennis Feltgen, portavoce e meteorologo del National Hurricane Center di Miami. Si prevede che raggiungerà le coste di Honduras e Nicaragua lunedì. Le piogge potrebbero ammontare a 16-20 pollici in alcune aree.

La formazione di Iota arriva sulla scia della tempesta subtropicale Theta e dell’uragano Eta. Portando inondazioni fatali e smottamenti, l’uragano Eta ha colpito parti di America Centrale quando è atterrato come un uragano di categoria 4.

Quella tempesta ha colpito anche la Florida due volte, lasciando migliaia senza potere e inondando strade e strade. A differenza di Eta, non si prevede che Iota virerà a nord verso gli Stati Uniti, ha detto Feltgen.

Sebbene gli scienziati non abbiano definitivamente affermato che il riscaldamento globale ha portato a più uragani, vi è consenso sul fatto che il cambiamento climatico abbia alterato i modi in cui gli uragani si comportano, rendendoli più distruttivi.

Gli scienziati si aspettavano una stagione attiva degli uragani fino a 25 tempeste con nome. Quell’aspettativa ha ora è stato superato, insieme al record stabilito nel 2005, in cui 28 tempeste erano abbastanza forti da poter essere nominate.

Dopo aver esaurito l’elenco di 21 nomi stabilito dall’Organizzazione meteorologica mondiale per la stagione degli uragani, i meteorologi sono ricorsi all’uso di nomi dell’alfabeto greco.

Mr. Feltgen ha detto che “il 2020 aveva tutti gli ingredienti giusti per essere una stagione eccezionalmente attiva”.

#Iota #diventa #30esimo #Stormo #una #stagione #record

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *