La Georgia inizierà a ricontare i voti, con Biden ancora favorito

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 42 Secondo

Giovedì le 159 contee della Georgia avrebbero iniziato a ricontare quasi cinque milioni di schede nelle elezioni presidenziali, ma la confusione ha circondato i lavori anche se i funzionari della contea si sono affrettati a prepararsi.

Il giorno dopo che Brad Raffensperger, segretario di stato repubblicano della Georgia, ha descritto il processo come un riconteggio a mano, i suoi subordinati hanno detto giovedì che tecnicamente si trattava di un audit e non di un riconteggio, sebbene avrebbe in gran parte lo stesso effetto. Alle contee viene detto di controllare ogni voto espresso e di calcolare un nuovo risultato entro la mezzanotte di mercoledì, due giorni prima della scadenza dello stato del 20 novembre per certificarne i risultati.

Ma dopo di ciò, la campagna Trump può ancora richiedere un riconteggio ufficiale, se il risultato è entro mezzo punto percentuale. Ciò significa che il presidente Trump potrebbe effettivamente ottenere tre morsi alla mela – o alla pesca, per così dire – in Georgia. Tuttavia, con il margine nel primo conteggio che dà a Joseph R. Biden Jr. un vantaggio di oltre 14.000 voti, gli osservatori elettorali ritengono che nessun numero di conteggi altererà il risultato.

Le contee inizieranno le verifiche il venerdì mattina e dovranno terminare entro la mezzanotte del 18 novembre. I revisori dei conti delle divisioni elettorali delle contee siederanno ai tavoli e contano le schede.

La maggior parte di ciò che verrà esaminato sarà semplice: copie stampate dei voti di persona espressi su macchine elettroniche. Ma i funzionari della contea esamineranno anche le schede di assente segnate a mano. Se riscontrano ambiguità, le votazioni saranno riferite a un comitato di aggiudicazione di tre persone in ciascuna contea composto da un rappresentante democratico, un rappresentante repubblicano e un funzionario di contea che romperà i legami.

La situazione in Georgia si è complicata giovedì quando il signor Raffensperger è andato in quarantena dopo che sua moglie è risultata positiva al coronavirus; a partire da giovedì pomeriggio aveva intenzione di fare un secondo test. Jordan Fuchs, un vice segretario di stato, ha detto che il signor Raffensperger e molti dei suoi membri senior hanno programmato di fare il test giovedì.

L’uso da parte dello stato di una verifica per ritenere tutti i voti espressi è insolito, sebbene il segretario dell’ufficio di stato ritenga di avere l’autorità legale per farlo. Gli audit vengono generalmente effettuati per una parte del voto per verificare i risultati.

“Questa sarà la più grande mano re-conteggio da un audit nella storia degli Stati Uniti”, ha detto Gabriel Sterling, uno dei principali deputati del segretario di stato, in una conferenza stampa giovedì. “Lo capiamo. È un sollevamento pesante. “

I critici hanno messo in dubbio la mossa.

“Se dicono che questo è l’audit, la legge non consente loro di prendere i risultati dell’audit e renderli ufficiali”, ha detto Marilyn Marks, direttore della Coalition for Good Governance, un gruppo per i diritti di voto. “Chiaramente, il segretario sta rispondendo alle pressioni politiche piuttosto che seguire l’intento della legge”.

Paige Hill, portavoce della campagna di Biden, ha dichiarato in una dichiarazione che “storicamente solo le razze con margini eccezionalmente stretti hanno la possibilità di essere ribaltate”, aggiungendo: “Il margine del presidente eletto Biden è ora di oltre 14.000 voti. Alla fine di questo processo di riconteggio a mano, siamo fiduciosi che il risultato del giorno delle elezioni verrà riaffermato: i georgiani hanno scelto Joe Biden come prossimo comandante in capo “.

L’ufficio del signor Raffensperger è stato sottoposto a notevoli pressioni. Ha avviato l’audit dopo che la campagna del signor Trump ha richiesto un riconteggio a mano. Anche i due senatori della Georgia, Kelly Loeffler e David Perdue, entrambi colleghi repubblicani ha invitato il signor Raffensperger a dimettersi questa settimana, sotto la pressione del signor Trump. Il presidente e la sua campagna stanno diffondendo disinformazione e teorie del complotto sulle elezioni, affermando falsamente che sono state truccate.

Il signor Sterling ha affrontato alcune delle teorie del complotto giovedì.

“So che ci sono molti altri pezzi di disinformazione là fuori, parlando di lanciare voti e cambiare voti”, ha detto. “Chiunque affermi che le cose vengono capovolte da un computer super segreto sviluppato dalla CIA semplicemente non sta parlando – sta dicendo una sciocchezza.”

Ha anche detto che i media hanno “descritto male la logica alla base” dell’audit “come un cedimento a Trump e alla loro campagna”, dicendo: “Non c’è niente che potrebbe essere più lontano dalla verità”.

#Georgia #inizierà #ricontare #voti #con #Biden #ancora #favorito

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *