Le città centrali per la frode delle teorie del complotto non sono costate le elezioni a Trump

Visualizzazioni: 31
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 52 Secondo

Queste città si sono dimostrate centrali per la sconfitta di Trump in modi più simbolici.

Il voto del signor Biden conta in Wisconsin saltò nel bel mezzo della notte dopo il giorno delle elezioni, quando la città di Milwaukee ha completato il conteggio delle schede elettorali per posta intorno alle 3:30 del mattino, questo ha contribuito a spiegare perché molti americani si sono svegliati mercoledì mattina davanti a un’immagine diversa della gara in Wisconsin.

In Michigan, il TCF Center di Detroit divenne un centro di proteste pro-Trump poiché i lavoratori elettorali hanno conteggiato i voti in città e il vantaggio di Biden ha continuato a crescere il venerdì successivo alle elezioni.

E in Pennsylvania, sabato c’era una tabulazione dei voti a Philadelphia spinse il signor Biden oltre la soglia dove molti media erano pronti a chiamare lo stato – e le elezioni – per lui. Anche Filadelfia fu teatro di alcune delle celebrazioni più chiassose che seguirono.

Nei risultati non ufficiali, tuttavia, queste città sono cambiate poco dal 2016 nei conteggi dei voti per i democratici, a differenza di molte periferie circostanti. E il signor Trump ha raccolto circa 3.000 voti aggiuntivi a Milwaukee, circa 5.000 a Detroit e circa 21.000 a Philadelphia, in conteggi non ancora completati.

Parte di ciò che rende queste città obiettivi perenni sono le loro dimensioni, ha detto Andra Gillespie, politologo presso la Emory University. Per questo motivo, sono più lenti a contare le schede elettorali, alimentando i sospetti sui risultati che cambiano in ritardo. E se una campagna sta cercando di restringere i margini di voto attraverso un contenzioso, ha più senso inseguire la contea con mezzo milione di elettori che una con poche centinaia.

Ma il professor Gillespie ha detto che le implicazioni razziali di queste affermazioni di frode non andrebbero perse per gli elettori afroamericani.

“In un minuto, sta parlando di come sia il più grande presidente per i neri dai tempi di Abraham Lincoln, il che è storicamente impreciso”, ha detto. “E poi, con un soffio, ora stai cercando di squalificare gli elettori nelle città con grandi popolazioni nere, in modi che sembrano privazione dei diritti civili e soppressione degli elettori”.



#città #centrali #frode #delle #teorie #del #complotto #sono #costate #elezioni #Trump

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *