Mentre la maggioranza di Pelosi si assottiglia, i Democratici alla Camera sono in difficoltà

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 6 Secondo

I leader democratici sono fiduciosi che avranno ancora un sostegno unificato nel loro caucus – indipendentemente dalle sue dimensioni – per approvare una serie di fatture pane e burro attentamente negoziate su buon governo, prezzi dei farmaci da prescrizione, controlli universali dei precedenti per l’acquisto di armi, diritti di voto e nuove protezioni per le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

“Abbiamo lavorato molto nell’ultimo Congresso per conoscere questi progetti di legge, per socializzarli, per parlare con i nostri elettori, e tutti abbiamo votato su questi progetti”, ha detto il rappresentante Katie Porter della California, un progressista schietto che ha appena ha vinto un secondo mandato in un distretto di Orange County tradizionalmente di tendenza conservatrice. “Questo rende molto più facile spostare questi progetti di legge nel prossimo Congresso”.

Può essere vero, ma la maggior parte di essi è stata scritta con poche speranze di ottenere il sostegno repubblicano o di diventare legge. Se i democratici vogliono fare legge il prossimo anno su questioni di possibile consenso come infrastrutture, prezzi dei farmaci da prescrizione o riforma della giustizia penale, dovranno incorporare il contributo di una Casa Bianca democratica con le proprie preferenze e dei repubblicani il cui sostegno al Senato sarebbe cruciale. a qualsiasi adempimento legislativo.

Le cose potrebbero diventare rapidamente complicate. I progetti di legge complessi richiedono un attento equilibrio di interessi e compromessi, e qualsiasi cambiamento minaccia di capovolgerlo, riaccendendo le lotte tra i Democratici.

E la situazione al Senato, dove i Democratici avranno nella migliore delle ipotesi una maggioranza di un voto e una maggioranza di 60 voti è necessaria per far avanzare la maggior parte delle leggi importanti, rende le cose ancora più complicate. Ma mentre il controllo del Senato non sarà deciso fino a dopo un paio di elezioni di ballottaggio di gennaio in Georgia, i centri di potere concorrenti del partito alla Camera si stanno posizionando per esercitare il massimo potere qualunque sia l’esito.

Il Congressional Progressive Caucus, il gruppo di quasi 100 dei membri più liberali della Camera, ha recentemente adottato regole per cercare di centralizzare le sue operazioni attorno a un unico leader per esercitare maggiore influenza all’interno dei ranghi democratici. Sebbene i suoi membri rifiutino il paragone con l’ultraconservatore House Freedom Caucus, che si unì quando i repubblicani avevano la maggioranza per tenere in ostaggio le principali fatture, i cambiamenti sollevano la possibilità che quello che era stato un gruppo relativamente amorfo di legislatori dalla mentalità simile potesse diventare un gruppo più disciplinato blocco elettorale.

#Mentre #maggioranza #Pelosi #assottiglia #Democratici #alla #Camera #sono #difficoltà

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *