New York chiude di nuovo le scuole pubbliche con l’aumento dei casi di coronavirus

Visualizzazioni: 22
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 25 Secondo

L’intero sistema scolastico pubblico di New York City si chiuderà giovedì, il cancelliere scolastico Richard A. Carranza ha scritto in una mail ai presidi, in un segnale preoccupante che è arrivata una seconda ondata di coronavirus. Le scuole sono aperte all’istruzione di persona da poco meno di otto settimane.

“A partire da questa mattina, 18 novembre, la città ha raggiunto questa soglia di positività al test in tutta la città e, di conseguenza, il DOE chiuderà temporaneamente tutti gli edifici scolastici pubblici per l’apprendimento di persona, giovedì 19 novembre”, ha affermato il Sig. Carranza ha scritto mercoledì poco dopo le 14:00, circa quattro ore dopo che il sindaco Bill de Blasio avrebbe tenuto una conferenza stampa. Sig. De Blasio ha confermato la notizia in un tweet.

Lo spegnimento – che è stato spinto dalla città raggiungendo un tasso di positività del test del 3% su una media mobile di sette giorni – è forse la battuta d’arresto più significativa per la ripresa di New York dalla primavera, quando la città era un epicentro globale dell’epidemia.

È stata anche una grande delusione per il signor Blasio, chi è stato il primo sindaco di una grande città del paese riaprire gli edifici scolastici. Il passaggio a un’istruzione a distanza interromperà l’istruzione di molti dei circa 300.000 bambini che hanno frequentato lezioni di persona e creerà problemi di assistenza all’infanzia per i genitori che contano sul fatto che i loro figli siano a scuola per almeno una parte della settimana.

I numeri dei casi stanno aumentando così rapidamente a New York che sembrano probabili ulteriori restrizioni. Il signor de Blasio ha detto che la cena al chiuso dovrebbe essere rivalutata; solo il signor Cuomo ha l’autorità di chiudere le sale da pranzo interne.

New York ospita di gran lunga il più grande sistema scolastico della nazione, con 1.800 scuole e 1,1 milioni di studenti. Le famiglie delle scuole pubbliche della città, la stragrande maggioranza delle quali sono a basso reddito e nere o latine, hanno sopportato circa otto mesi di confusione sul fatto e quando le scuole sarebbero state aperte o chiuse.

Il signor de Blasio aveva posto la riapertura della scuola al centro della sua spinta per rilanciare la città, e ha ripetutamente affermato che l’apprendimento a distanza è inferiore all’insegnamento in classe. Ma molti insegnanti e genitori hanno affermato che la città non ha fatto abbastanza per migliorare l’apprendimento online.

Il sindaco ha affermato che le chiusure saranno temporanee, ma ha avvertito che le scuole non riapriranno automaticamente nel momento in cui il tasso di positività a sette giorni è sceso nuovamente al di sotto del 3 per cento.

Ha detto che sarebbe stato troppo distruttivo per i bambini e gli educatori passare da scuole aperte a scuole chiuse ogni pochi giorni, suggerendo che avrebbe aspettato fino a quando la diffusione del virus nella comunità si fosse stabilizzata a un ritmo inferiore. Ha anche detto che la città presto rilascerà i dettagli su come intendeva riaprire le scuole.

Il sindaco e il sindacato degli insegnanti, la Federazione Unita degli Insegnanti, sono stati oggetto di intense critiche con l’avvicinarsi della soglia di chiusura del 3%. Il signor de Blasio ha detto più volte che il sindacato non gli aveva fatto pressioni per fissare la soglia; invece, ha definito la metrica un “contratto sociale” durante una recente intervista radiofonica, sostenendo che era un simbolo di quanto seriamente la città avesse affrontato la sicurezza scolastica.

I funzionari della città hanno affermato che il numero è stato concordato dal team di salute pubblica del sindaco come parte di un pacchetto di misure di sicurezza che si prefiggevano di essere il più rigoroso al mondo.

Il sindaco ha fissato la soglia del 3% durante l’estate, quando i tassi medi di positività si aggiravano intorno all’1% o al di sotto. È stato esplicito che il numero è meno di una misura strettamente scientifica e più di un simbolo inteso a rassicurare genitori, educatori e sindacato.

In una recente intervista, Michael Mulgrew, presidente del sindacato, ha affermato di ritenere che la soglia del 3% fosse valida. Ha citato gli avvertimenti degli esperti che, anche se la trasmissione nelle scuole fosse bassa, l’infezione potrebbe comunque diffondersi dalla comunità più ampia alle scuole, aumentando la probabilità che studenti e membri del personale possano portare il virus nelle loro case e nei quartieri.

Il signor Mulgrew si è detto costernato che le scuole stessero chiudendo così presto e ha affermato che le espressioni di frustrazione per la chiusura di alcuni newyorkesi sembravano ipocrite.

“Abbiamo ricevuto molte critiche dalle persone quando stavamo aprendo le scuole”, ha detto. “Non li volevano aperti. Molto di questo è venuto dalle stesse persone che stanno urlando ora che li vogliono aperti “.

Ha anche invitato i newyorkesi a prendere sul serio il virus per ridurre nuovamente i numeri. “Se vogliamo mantenere le nostre scuole aperte, spetta a tutti gli altri” prendere precauzioni, ha detto il signor Mulgrew.

Mentre i genitori della città si aspettano messaggi contraddittori sulle scuole dal sindaco e dal governatore, il sig. Cuomo ha dichiarato durante una recente conferenza stampa che non intende intervenire nello sforzo della città di chiudere le scuole.

Ma ha detto che “il problema non viene dalle scuole” e ha incoraggiato la città a elaborare nuovi parametri per la chiusura una volta che le scuole riapriranno. Il governatore ha detto che lo Stato costringerà le scuole a chiudere solo se si trovano in una regione in cui il tasso di positività a sette giorni raggiunge il 9%.

Il signor Cuomo ha anche affermato che la diffusione virale era più diffusa nei bar e nei ristoranti e nelle riunioni di famiglia al chiuso, sebbene non avesse ordinato la chiusura di ristoranti o palestre.

Alcuni altri grandi distretti scolastici si sono recentemente avvicinati alla riapertura, delineando piani per riaccogliere i bambini nelle classi o riavviando l’apprendimento di persona per i bambini con disabilità e altri studenti vulnerabili.

Ma molti altri grandi distretti, tra cui Los Angeles e Chicago, non sono ancora stati riaperti, sebbene Chicago stia progettando di riportare i bambini più piccoli nelle classi a gennaio. Filadelfia recentemente ha ritardato la riapertura delle scuole e Detroit sospensione delle lezioni di persona a causa degli alti tassi di positività del test.

In un colpo di pessimo tempismo, il mese scorso New York ha detto che le famiglie avevano solo fino a domenica per decidere se volevano che i loro figli tornassero alle lezioni di persona, probabilmente almeno fino al prossimo settembre. Genitori hanno dovuto prendere quella decisione sapendo che le scuole potevano chiudere in qualsiasi momento.

Gli studenti che hanno riattivato l’insegnamento in classe avrebbero dovuto riprendere le lezioni tra il 30 novembre e il 7 dicembre. Ora dovranno aspettare settimane o addirittura mesi per tornare negli edifici scolastici.

Molte delle charter school della città non sono ancora aperte per lezioni di persona.

La città è stata criticata da educatori e genitori per la sua relativa mancanza di attenzione al miglioramento dell’apprendimento a distanza rispetto alla preparazione degli edifici scolastici per gli studenti, anche se circa il 70% dei bambini ha frequentato lezioni remote a tempo pieno.

Anche gli studenti iscritti al sistema di apprendimento ibrido della città trascorrevano almeno metà della loro settimana in classi virtuali, con il resto dell’istruzione di persona.

Alcuni studenti, compresi alcuni bambini in rifugi per senzatetto, non hanno ancora ricevuto iPad o laptop dalla città e non hanno accesso a Internet sufficiente.

Molti insegnanti hanno riferito che i bambini a volte hanno difficoltà ad accedere alle lezioni a causa di problemi tecnologici. Gli insegnanti hanno anche affermato di aver ricevuto poca formazione su come fornire una migliore istruzione online.



#York #chiude #nuovo #scuole #pubbliche #con #laumento #dei #casi #coronavirus

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *