Opinione | “Contatta i sostenitori di Trump”, hanno detto. Provai.

Visualizzazioni: 18
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 51 Secondo

In Ohio, ho trascorso 90 minuti in auto per l’aeroporto con un sostenitore di Trump in pensione. Siamo stati cordiali l’uno con l’altro, abbiamo scherzato e condiviso storie sulle nostre famiglie. Ma nessuno di noi ha cambiato la nostra prospettiva. “Non prenderanno mai le mie pistole. Mai “, mi ha detto, spiegando che il suo feed di Facebook era pieno di articoli su come Clinton e Democratici avrebbero ucciso il Secondo Emendamento e gli avrebbero rubato le armi. Sebbene non gli piacessero alcuni dei “toni” e commenti di Trump, non credeva di essere un razzista “nel suo cuore”. Non sono un cardiologo, quindi non ero qualificato per sfidarlo.

Nel 2017 sono stato invitato dall’Aspen Institute, che ospita un festival noto per attirare ricchi e potenti, per discutere di razzismo in America. A una cena privata dopo l’evento, sono stato presentato a un donatore che ho saputo essere un sostenitore di Trump. Non appena le ho detto “privilegio bianco”, ha iniziato a spararmi battute passive aggressive sulle virtù della meritocrazia e del duro lavoro. Mi ha consigliato di leggere “Hillbilly Elegy”, il libro più venduto che è stato criticato da coloro che vivono negli Appalachi come glorificato porno sulla povertà che promuove stereotipi semplicistici su una regione diversa.

Ho anche provato e fallito ad avere conversazioni produttive con i musulmani che hanno votato per Trump. Alcuni lo adorano per i tagli alle tasse. Altri ascoltano solo Fox News, dicono che “entrambe le parti” sono uguali, o credono che non abbia bombardato i paesi musulmani. (Hanno torto.) Molti credono di essere i “buoni immigrati”, mentre inseguono il biancore e scappano dalla Blackness, fino alla periferia. Non riesco a far capire alle persone che hanno la pelle nera e marrone e non saranno mai accettate come bianche.

Ho fatto la mia parte. Qual è stata la mia ricompensa? Ascoltando il canto di base di Trump, “Rimandala indietro!”In riferimento al Rappresentante Ilhan Omar, una donna musulmana di colore, arrivata in America come rifugiata. Ho visto il Partito Repubblicano trasformare i McCloskeys in vittime, anche se la ricca coppia di St. Louis armi da fuoco brandite illegalmente contro i manifestanti pacifici del BLM. La loro bellicosità è stata ricompensata con una fascia oraria in prima serata alla Convention Nazionale Repubblicana dove hanno partecipato avvertito del “caos” nelle periferie invase da persone di colore. Il loro discorso si sarebbe adattato bene a “The Birth of a Nation”.

Non possiamo aiutare le persone che rifiutano di aiutare se stesse. Trump è un’estensione della loro identità, della loro cultura, dei loro valori, della loro avidità. È il loro difensore e salvatore. È il loro strumento spuntato. È la loro droga distruttiva preferita.

Non perdere tempo a raggiungere gli elettori di Trump come ho fatto io. Invece, investi il ​​tuo tempo nell’organizzazione della tua comunità, registrando nuovi elettori e sostenendo candidati che riflettono valori progressisti che elevano tutti, non solo quelli che indossano cappelli MAGA, nelle elezioni locali e statali. Lavora anche per proteggere gli americani menzogne ​​e teorie del complotto sfornate dai media di destra e dall’ecosistema politico. Un passo sarebbe continuare a fare pressione sui giganti dei social media come Twitter e Facebook deplatform hatemongers, come Steve Bannon e censurare la disinformazione. Suo non abbastanza, ma è un inizio.

Oppure, puoi semplicemente guardare “The Queen’s Gambit” su Netflix mentre bevi la tua pinta di gelato preferita e chiamaci un giorno.

#Opinione #Contatta #sostenitori #Trump #hanno #detto #Provai

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *