Opinione | Il problema con la chiusura delle scuole contro il coronavirus

Visualizzazioni: 25
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 15 Secondo

Alcune cose sono vere anche se le dice il presidente Trump.

Trump ha chiesto per mesi che le scuole riaprissero, e su questo sembra aver avuto ampiamente ragione. Scuole, soprattutto elementari, non appaiono essere state le principali fonti di trasmissione del coronavirus e l’apprendimento remoto si sta rivelando una catastrofe per molti bambini a basso reddito.

Eppure l’America sta chiudendo le scuole – New York City ha annunciato mercoledì che chiuderà le scuole nel più grande distretto scolastico della nazione – anche se consente ad attività come ristoranti e bar di operare. Quali sono le nostre priorità?

“Ho insegnato nella stessa scuola a basso reddito negli ultimi 25 anni e, davvero, posso attestare che la scuola a distanza sta fallendo i nostri figli”, ha detto LaShondra Taylor, un’insegnante di inglese nella contea di Broward, in Florida.

Alcuni studenti non hanno un computer o non hanno il Wi-Fi, ha detto Taylor. I bambini saltano regolarmente le lezioni perché devono fare da babysitter, fare commissioni o guadagnare soldi per le loro famiglie in difficoltà.

“La quantità di assenze è strabiliante”, ha detto.

Adeola Whitney, amministratore delegato di Partner di lettura, un eccezionale programma di alfabetizzazione precoce, ha fatto riferimento alla tradizionale “diapositiva estiva” in cui gli studenti a basso reddito perdono terreno durante i mesi estivi e mi ha detto: “La ‘diapositiva estiva’ è ora sminuita dalle proiezioni della ‘diapositiva di Covid'”.

Certo, gli Stati Uniti hanno fatto un lavoro così scarso nel controllare il virus che, poiché la pandemia infuria in tutto il paese, potrebbe essere necessario chiudere alcune scuole. Ma questa dovrebbe essere l’ultima risorsa.

Sono Stato la scrittura da maggio sull’importanza di tenere aperte le scuole, e inizialmente il dibattito non era così politicizzato. Ma dopo che Trump, cercando di proiettare la normalità, a luglio si è lamentato delle scuole che dovevano essere aperte, i repubblicani lo hanno sostenuto e troppi democratici si sono schierati istintivamente dall’altra parte. Joe Biden fece eco la loro estrema cautela, come hanno fatto molti sindaci e governatori democratici.

Così i Democratici hanno contribuito a presiedere la chiusura delle scuole che hanno devastato milioni di famiglie e danneggiato il futuro dei bambini. Città come Boston, Filadelfia, Baltimora e Washington, DC, hanno chiuso le scuole mentre consentono ai ristoranti di operare.

È vero che Trump stava semplicemente cercando di minimizzare il virus. Se voleva che le scuole fossero aperte, avrebbe dovuto combattere la pandemia più seriamente e investire denaro federale per contribuire a rendere gli edifici scolastici più sicuri contro la diffusione del virus.

Eppure oggi, mentre tutti desideriamo un’istruzione in classe, la domanda pratica è se gestire scuole che non hanno una ventilazione ottimale e altre protezioni. Gli Stati Uniti hanno risposto chiudendo molte scuole e rivolgendosi all’apprendimento a distanza anche se molte attività sono rimaste aperte o riaperte. Gran parte dell’Europa ha seguito la strada opposta, chiudendo pub e ristoranti ma facendo tutto il possibile per mantenere le scuole operative – e l’evidenza suggerisce che l’Europa ha l’approccio più intelligente.

Sia in Europa che negli Stati Uniti, le scuole non sono state collegate a una trasmissione sostanziale e gli insegnanti e i membri della famiglia non hanno dimostrato di essere maggiormente a rischio (questo è più chiaro nelle scuole elementari che nelle scuole superiori). Nel frattempo, sono aumentate le prove del costo umano della chiusura delle scuole.

“I bambini imparano meglio quando sono fisicamente presenti in classe” Appunti l’American Academy of Pediatrics. “Ma a scuola i bambini ottengono molto di più degli accademici. Imparano anche abilità sociali ed emotive a scuola, ricevono pasti sani ed esercizio fisico, supporto per la salute mentale e altri servizi che non possono essere facilmente replicati online “.

Un bambino in otto in America vive con un genitore con una dipendenza – un riflesso dell’altra pandemia americana. Ho visto bambini vivere in case caotiche, e per loro l’edificio scolastico è un rifugio e un’ancora di salvezza.

Il sistema educativo americano trasmette già vantaggi e svantaggi da una generazione all’altra: i bambini ricchi frequentano scuole ricche che li spingono avanti e i bambini a basso reddito frequentano scuole in difficoltà che li trattengono.

Le chiusure scolastiche amplificano queste disuguaglianze, poiché molte scuole private rimangono aperte e i genitori benestanti sono maggiormente in grado di aiutare i bambini ad adattarsi all’apprendimento a distanza. Allo stesso tempo, i bambini a basso reddito restano ancora più indietro.

“Gli studenti stanno lottando”, mi ha detto Austin Beutner, sovrintendente del distretto scolastico unificato di Los Angeles, dove più di quattro quinti degli studenti vivono al di sotto della soglia di povertà. “E se non diventi esperto nella lettura in prima, seconda, terza elementare, potresti dover affrontare una vita di conseguenze.”

Ricerca da Argentina e Belgio sugli scioperi scolastici indica che la mancanza di una scuola causa danni a lungo termine agli studenti (i ragazzi sembrano particolarmente colpiti, con tassi di abbandono più elevati e redditi più bassi da adulti). McKinsey & Company ha stimato che in questa pandemia, la chiusura delle scuole può portare a un milione di abbandoni delle scuole superiori.

Gli abbandoni vivono vite più brevi, quindi mentre il virus uccide, così fanno le chiusure delle scuole. Uno studio questo mese ha stimato che la chiusura delle scuole primarie negli Stati Uniti causerà molti più anni di vita persi, a causa del crescente numero di abbandoni, di quelli che potrebbero essere salvati anche se le scuole diffondessero il virus liberamente.

Dall’altra parte del paese dall’aula di Taylor in Florida, Lauren Berg è preside di una scuola elementare a McMinnville, Oregon, ha detto Berg ha detto che alcuni studenti prosperano con l’apprendimento a distanza, ma tre o quattro studenti in ogni classe lottano per frequentare regolarmente.

La scuola prova di tutto: distribuisce Chromebook, hot spot, cuffie, persino timer personali con orari delle riunioni pre-programmati con allarmi. Gli insegnanti consegnano cibo e materiale scolastico o si siedono nei vialetti per cercare di convincere gli alunni ad accedere al sistema. “Anche con tutto questo”, ha detto Berg, “ci mancano ancora alcuni studenti”.

Seguiamo l’Europa: chiudiamo le sbarre e sforziamoci di mantenere le scuole aperte.

Il Times si impegna a pubblicare una varietà di lettere all’editore. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensate di questo o di uno qualsiasi dei nostri articoli. Eccotene alcune suggerimenti. Ed ecco la nostra email: letters@nytimes.com.

#Opinione #problema #con #chiusura #delle #scuole #contro #coronavirus

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *