Opinione | Le ultime notizie sui vaccini non raccontano la storia completa

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 42 Secondo

Questo articolo fa parte della newsletter Debatable. Puoi iscriviti qui per riceverlo il martedì e il giovedì.

I produttori di droga Moderna e Pfizer ha incoraggiato le speranze per la fine della pandemia di coronavirus quando hanno annunciato questo mese che i loro vaccini erano efficaci al 94,5% (Moderna) e al 90% (Pfizer) nel prevenire il Covid-19, sulla base dei risultati preliminari degli studi clinici in corso. Nessuno dei due vaccini ha prodotto seri problemi di sicurezza.

I dati di Pfizer e Moderna sono stati analizzati da esperti indipendenti, anche se i loro risultati sono stati pubblicati in comunicati stampa, non in riviste scientifiche peer-reviewed, quindi i risultati non sono ancora considerati conclusivi. Ma se i numeri rimarranno costanti fino alla fine delle prove, questi vaccini sarebbero tra i più efficaci mai creati.

Cosa significherebbe per il futuro della scienza delle pandemie e dei vaccini, e quali ostacoli ancora si frappongono alla possibilità di ricevere colpi tra le braccia delle persone? Ecco cosa dicono le persone.

Il successo clinico riportato da Pfizer e Moderna non doveva accadere. Il vaccino antinfluenzale medio, per confronto, riguarda solo Efficace al 50%. Gli esperti di sanità pubblica hanno avvertito per mesi che un vaccino contro il coronavirus potrebbe essere simile mediocre, ed era quindi improbabile che fornisse il proiettile d’argento tanti speravano.

“Il meglio che abbiamo mai fatto è il morbillo, che è efficace dal 97 al 98%”, ha affermato il dottor Anthony S. Fauci, il massimo esperto di malattie infettive della nazione, detto CNN a giugno. “Sarebbe meraviglioso se ci arrivassimo. Non credo che lo faremo. “

Cinque mesi dopo, il tono del dottor Fauci è cambiato. “Avevo detto che sarei stato soddisfatto di un’efficacia del 70, 75 percento, che qualcosa come il 95 percento era davvero ambizioso”, ha disse Lunedi. “Bene, le nostre aspirazioni sono state soddisfatte, e questa è davvero un’ottima notizia”, ​​ha aggiunto, definendo i risultati di Moderna “davvero sorprendenti”.

Se questi vaccini riescono a portare a termine la pandemia, apriranno anche una nuova era nella prevenzione delle malattie infettive.

  • Fin da quando esistono i vaccini, la maggior parte ha funzionato presentando al corpo un virus indebolito, o parte di uno, che allena il sistema immunitario a combattere la sua naturale incarnazione.

  • Pfizer’s e Moderna’s appartengono a una nuova generazione di vaccini. Entrambi contengono uno snippet sintetico del materiale genetico del coronavirus, chiamato RNA messaggero o mRNA, che il corpo utilizza per produrre la cosiddetta proteina spike sulla superficie del virus. Quella proteina, a sua volta, scatena una risposta che arma le difese del sistema immunitario.

  • Sebbene molti vaccini genetici siano in fase di sviluppo per altre malattie, questi sarebbero i primi mai approvati per uso umano.

[Related: “How a once-dismissed idea became a leading technology in the Covid vaccine race”]

Una delle promesse della tecnologia dei vaccini genetici, che è stata sviluppata per 30 anni, è che i genomi virali possono ora essere sequenziati e sintetizzati nel giro di poche ore e settimane. “Anche dopo aver sconfitto Covid-19, arriveranno nuovi virus”, Walter Isaacson scrive nel Washington Post. “Quando ciò accadrà, ci vorranno solo giorni per codificare una nuova sequenza di RNA per fare un vaccino per colpire la nuova minaccia.”

Ma rimangono diversi passaggi prima che questa possibilità diventi realtà:

  • I dati Pfizer e Moderna devono ancora essere rivisti dalla Food and Drug Administration e sarà anche importante determinare se i vaccini funzionano altrettanto bene negli anziani e nei giovani, gli esperti hanno detto al Times. (Il vaccino di Moderna, almeno, sembrava protettivo tra i gruppi di età, nonché quelli razziali ed etnici.)

  • I ricercatori vogliono anche sapere se i vaccini impediscono alle persone di diffondere il virus, il che potrebbe porre fine più rapidamente alla pandemia. Ma come Florian Krammer, virologo della Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York, detto Natura, tale informazione può essere praticamente impossibile da accertare in un contesto clinico.

  • Un’altra incognita cruciale è quanto durerà l’immunità indotta dal vaccino. Come il mio collega Carl Zimmer scrive, è possibile che duri anni o diminuisca in mesi, richiedendo un richiamo.

Su Twitter, Michael Mina, assistente professore di epidemiologia ad Harvard, ha detto di essere leggermente riluttante a presumere che i vaccini sarebbero rimasti così efficaci nel prevenire le malattie a lungo termine, anche se era ottimista sul fatto che una qualche forma di immunità sarebbe persistita.

Entrambe le società hanno affermato di aspettarsi di presentare domanda nelle prossime settimane alla FDA per l’autorizzazione di emergenza per iniziare a vaccinare il pubblico. Se lo ottengono, l’immunizzazione per i gruppi ad alto rischio – operatori sanitari e anziani, ad esempio – potrebbe iniziare a dicembre, ma probabilmente l’immunizzazione diffusa non avverrebbe fino ad aprile, secondo il dottor Fauci.

Ci sono molte ragioni per cui anche quella sequenza temporale si rivelerà difficile:

  • Entrambi i vaccini richiedono due colpi, distanziati di 21 o 28 giorni l’uno dall’altro, quindi i 45 milioni di dosi combinate degli Stati Uniti Moderna e Pfizer hanno detto che potrebbero preparare entro la fine dell’anno coprirebbero solo 22,5 milioni di americani.

  • Un altro ostacolo è la conservazione: il vaccino di Pfizer deve essere tenuto in giro meno 94 gradi Fahrenheit, che è gelida quanto la terra diventa. Moderna può avere un vantaggio sul fronte freddo: l’azienda dice il suo vaccino dura fino a sei mesi a meno 4 gradi Fahrenheit, 30 giorni in un frigorifero medio e 12 ore a temperatura ambiente.

  • Molti governi locali avvertono di non avere la capacità di effettuare una campagna vaccinale universale. Sebbene l’amministrazione Trump abbia donato miliardi di dollari agli sviluppatori di vaccini, ha inviato solo 200 milioni di dollari agli stati per distribuirli, con 140 milioni di dollari in più promessi a dicembre – miliardi in meno di quanto i funzionari locali dicono che hanno bisogno.

C’è anche la questione dell’esitazione vaccinale: Solo circa due terzi degli americani afferma che otterrebbe un vaccino se riducesse il rischio del 75%, secondo un nuovo sondaggio di STAT e Harris Poll. È possibile che potrebbe essere abbastanza per ottenere l’immunità della mandria, tuttavia, e che quei numeri cambiano.

“Quello che speriamo”, dottor Fauci disse la scorsa settimana, “è che coloro che hanno esitazione sul vaccino, che sono scettici su un vaccino, vedranno che l’efficacia di questo è così alta che potrebbero cambiare idea sul voler essere vaccinati”.

La pandemia è ancora arrivata alla sua fase più grave negli Stati Uniti, e non si romperà per buone notizie. I casi stanno aumentando in gran parte del paese, travolgente ospedali e operatori sanitari ed esperti avvertono che un ulteriore Da 100.000 a 200.000 persone potrebbero morire ben prima dell’immunizzazione diffusa. Promettendo come sembrano i vaccini, “Questo non ci tirerà fuori da ciò che ci aspetta il prossimo mese”, Natalie Dean, biostatista dell’Università della Florida, detto I tempi.

Che cosa? A livello federale, molti discutere che il motivo per un altro accordo di soccorso è ora più forte che mai. Se il Congresso pagasse la chiusura delle aziende e i lavoratori restassero a casa per 4-6 settimane, “Potremmo davvero guardarci in crociera nella disponibilità di vaccini nel primo e nel secondo trimestre del prossimo anno, riportando l’economia molto prima”, disse Michael Osterholm, esperto di malattie infettive e consigliere sul coronavirus del presidente eletto Joe Biden.

Ma al momento, le prospettive di un accordo di soccorso sembrano deboli, Politico ha riferito:

In assenza di una leadership federale, i governatori sembrano restii a riempire il vuoto: per la maggior parte lo hanno fatto resistito imponendo le restrizioni che secondo gli esperti di sanità pubblica sono necessarie per controllare il virus. (Diversi stati e il Distretto di Columbia, guidati principalmente dai Democratici, hanno anche deciso di condurre le proprie revisioni sui vaccini indipendentemente dalla FDA, ma alcuni esperti di salute pubblica dire la decisione è motivata più dalla politica di parte che dalla scienza e può contribuire inutilmente all’esitazione sui vaccini.)

A meno che queste condizioni politiche non cambino, la responsabilità di appiattire la curva nei prossimi mesi, nella misura in cui può essere appiattita, ricadrà in gran parte sugli individui. “Se gli americani vogliono tenere sotto controllo l’attuale impennata durante questo lungo e buio inverno, devono saltare le riunioni al chiuso, anche per le vacanze“, Comitato editoriale del Times scrive. “Devono evitare viaggi non essenziali. Devono indossare maschere facciali in tutti i luoghi pubblici. Tutti hanno bisogno di praticare l’allontanamento sociale. Devono mettere in quarantena quando pensano di essere stati esposti al virus e isolato se ottengono un risultato positivo del test, anche se non emergono sintomi. “

Tutto questo è spiacevole e ingiusto, ma l’alternativa è molto peggiore, Zeynep Tufekci sostiene nell’Atlantico. “Non siamo più nel terribile periodo aperto e terribile della primavera del 2020, quando non sapevamo nemmeno se avremmo avuto un vaccino, se qualche terapia avrebbe funzionato e se saremmo mai usciti dall’ombra di questa pandemia ,” lei scrive. “Possiamo vedere la cavalleria arrivare, ma fino a quando non è qui, dobbiamo rinchiuderci ancora una volta.”

Hai un punto di vista che ci mancava? Scrivici a debatable@nytimes.com. Si prega di annotare il proprio nome, età e posizione nella risposta, che potrebbe essere inclusa nella prossima newsletter.


#Opinione #ultime #notizie #sui #vaccini #raccontano #storia #completa

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *