Opinione | Perché le elezioni del 2020 rendono difficile essere ottimisti riguardo al futuro

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 35 Secondo

Le elezioni del 2020 sono finite. E i grandi vincitori sono stati il ​​coronavirus e, molto probabilmente, il cambiamento climatico catastrofico.

Ok, ha vinto anche la democrazia, almeno per ora. Sconfiggendo Donald Trump, Joe Biden ci ha tirato indietro dall’orlo del governo autoritario.

Ma Trump ha pagato meno penalità del previsto per la sua mortale incapacità di trattare con Covid-19, e pochi repubblicani a scrutinio segreto sembrano aver pagato alcuna penalità. Come un titolo nel Washington Post ha scritto: “Con la pandemia infuria, i repubblicani dicono che i risultati delle elezioni convalidano il loro approccio”.

E il loro approccio, nel caso te lo fossi perso, è stato il rifiuto e il rifiuto di prendere anche le precauzioni più elementari ea basso costo, come richiedere alle persone di indossare maschere in pubblico.

Le conseguenze epidemiologiche di questa cinica irresponsabilità saranno spaventose. Non sono sicuro di quante persone si rendano conto di quanto sarà terribile questo inverno.

Le morti per Covid-19 tendono a correre tre settimane dietro nuovi casi; dato che crescita esponenziale in casi dall’inizio dell’autunno, che non è affatto rallentato, ciò significa che potremmo guardare a un numero di morti giornaliere di migliaia entro la fine dell’anno. E ricorda, molti di coloro che sopravvivono al Covid-19 subiscono comunque danni permanenti alla salute.

Per essere onesti, le notizie sui vaccini sono state molto buone e sembra probabile che finalmente il prossimo anno terremo sotto controllo la pandemia. Ma potremmo soffrire centinaia di migliaia delle morti americane, molte delle quali evitabili, prima che il vaccino sia ampiamente distribuito.

Per quanto terribili siano le prospettive della pandemia, tuttavia, ciò che mi preoccupa di più è ciò che la nostra risposta fallita dice sulle prospettive di affrontare un problema molto più grande, che rappresenta una minaccia esistenziale per la civiltà: il cambiamento climatico.

Come molte persone hanno notato, il cambiamento climatico è un problema intrinsecamente difficile da affrontare, non economicamente, ma politicamente.

La destra sostiene sempre che prendere sul serio il clima condannerebbe l’economia, ma la verità è che a questo punto l’economia dell’azione per il clima sembra notevolmente favorevole. Gli spettacolari progressi nella tecnologia delle energie rinnovabili rendono abbastanza facile vedere come l’economia può svezzarsi dai combustibili fossili. Una recente analisi del Fondo monetario internazionale suggerisce che una “spinta alle infrastrutture verdi” porterebbe, semmai, a Più veloce crescita economica nei prossimi decenni.

Ma l’azione per il clima rimane politicamente molto difficile dato (a) il potere di interessi speciali e (b) il legame indiretto tra costi e benefici.

Si consideri, ad esempio, il problema posto da perdite di metano dai pozzi di fracking. Una migliore applicazione per limitare queste perdite avrebbe enormi vantaggi, ma i vantaggi sarebbero ampiamente distribuiti nel tempo e nello spazio. Come si fa a convincere le persone in Texas ad accettare anche un piccolo aumento dei costi ora quando il guadagno include, ad esempio, una ridotta probabilità di tempeste distruttive tra dieci anni e mezzo mondo?

Questa indirettezza ha reso molti di noi pessimisti sulle prospettive dell’azione per il clima. Ma Covid-19 suggerisce che non eravamo abbastanza pessimisti.

Dopo tutto, le conseguenze di un comportamento irresponsabile durante una pandemia sono di gran lunga più ovvie e immediate dei costi dell’inazione climatica. Riunisci un gruppo di persone smascherate in casa – diciamo, alla Casa Bianca di Trump – e probabilmente vedrai un picco di infezioni solo poche settimane dopo. Questo picco si verificherà nel tuo quartiere, molto probabilmente interesserà le persone che conosci.

Inoltre, è molto più facile screditare i negazionisti di Covid che screditare i negazionisti del cambiamento climatico: tutto quello che devi fare è sottolineare le molte, molte volte questi negazionisti hanno falsamente affermato che la malattia stava per scomparire.

Quindi convincere le persone ad agire in modo responsabile sul coronavirus dovrebbe essere molto più facile che agire sul cambiamento climatico. Eppure ciò che vediamo invece è un diffuso rifiuto di riconoscere i rischi, accuse che regole economiche e di buon senso come indossare maschere costituiscano “tirannia” e minacce violente contro i funzionari pubblici.

Allora cosa pensi che succederà quando l’amministrazione Biden cercherà di fare del clima una priorità?

L’unico fattore mitigante sulla politica della politica climatica che posso vedere è che, a differenza della lotta contro una pandemia, che consiste principalmente nel dire alle persone ciò che non possono fare, dovrebbe essere possibile inquadrare almeno alcune azioni per il clima come carote piuttosto che bastoncini: investendo in un futuro verde e creando nuovi posti di lavoro, piuttosto che richiedere semplicemente che le persone accettino nuovi limiti e paghino prezzi più alti.

Questa è, tra l’altro, forse la ragione principale per sperare che i Democratici vincano quei ballottaggi in Georgia. La politica climatica ha davvero bisogno di essere venduta come parte di un pacchetto che include anche investimenti più ampi nelle infrastrutture e nella creazione di posti di lavoro – e questo non accadrà se Mitch McConnell è ancora in grado di bloccare la legislazione.

Ovviamente dobbiamo continuare a cercare di scongiurare un’apocalisse climatica – e no, non è un’iperbole. Ma anche se le elezioni del 2020 non riguardavano il clima, in una certa misura si trattava della pandemia – ei risultati rendono difficile essere ottimisti sul futuro.

Il Times si impegna a pubblicare una varietà di lettere all’editore. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensate di questo o di qualsiasi nostro articolo. Eccotene alcune suggerimenti. Ed ecco la nostra email: letters@nytimes.com.

Segui la sezione The New York Times Opinion su Facebook, Twitter (@NYTopinion) e Instagram.



#Opinione #Perché #elezioni #del #rendono #difficile #essere #ottimisti #riguardo #futuro

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *