Quando un leader non se ne va

Visualizzazioni: 20
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 24 Secondo

“Non può sopportare di essere il perdente e quindi ora sta facendo tutto ciò che è in suo potere per aggredire la realtà che odia”, ha detto Joseph Burgo, uno psicologo clinico che ha studiato il signor Trump e ha scritto del suo appello agli elettori.

“Una volta che avrà esaurito tutte le strade possibili per sfidare le elezioni, passerà il resto della sua vita a insistere sul sistema che ha cospirato per privarlo della sua vittoria”, ha detto il dottor Burgo, l’autore di “The Narcissist You Know: Defending Yourself Against Extreme Narcisists in an All-About-Me Age”. “Si rifugerà nella colpa, nell’autocommiserazione e nella giusta indignazione per sostenere il suo senso di sé, scongiurando così l’umiliazione della vera sconfitta”.

Nel frattempo, molti legislatori repubblicani, restii a turbare il signor Trump, stanno contribuendo a sostenere l’illusione che sia ancora in qualche modo al potere, in un modo che ricorda i cortigiani che lusingarono, mentirono e si fecero strada negli ultimi giorni dell’imperatore Haile Il regno di Selasse in Etiopia in “L’imperatore” di Ryszard Kapuscinski.

È interessante notare che sembra esserci qualche precedente per questo all’interno della stessa famiglia Trump. Quando il padre del presidente, Fred, sviluppò l’Alzheimer, la famiglia avrebbe cospirato per aiutarlo a credere che gestisse ancora l’organizzazione Trump. Secondo Vanity Fair, l’anziano signor Trump si sarebbe presentato al lavoro ogni giorno, firmando fogli bianchi e utilizzando un telefono dell’ufficio collegato solo alla linea della sua segretaria. “Fred ha finto di lavorare”, ha detto un amico di famiglia alla rivista.

Con la sua vasta cerchia di facilitatori disposti a credere alle sue affermazioni infondate sull’elezione, ha detto Naftali, Trump potrebbe essere migliore rispetto al Mago in “Il Mago di Oz”.

“Molti di noi pensavano che il momento dietro le quinte di Trump – quando Dorothy è arrivata e, grazie a Toto, ha scoperto che il Mago era un imbroglione – sarebbe arrivato a causa della sua gestione dell’emergenza Covid”, Egli ha detto. “Ma uno dei motivi per cui il presidente è in grado di continuare questa fantasia di aver vinto un secondo mandato è che 73 milioni di persone non sono d’accordo sul fatto che fosse un imbroglione. Anche se il Mago sta uscendo, Oz esiste ancora. ”

Ovviamente, le persone arrabbiate possono essere molto pericolose quando vengono messe alle spalle, e la fiducia del signor Trump nelle proprie falsità ha già avuto conseguenze dannose nella vita reale. Alcuni media simpatizzanti di destra e molti funzionari repubblicani si rifiutano di riconoscere che Joseph R. Biden Jr., è il presidente eletto. Milioni di persone sembrano credere alle affermazioni del signor Trump secondo cui le elezioni sono state rubate e che il coronavirus, che ora sta imperversando fuori controllo, non è un problema serio. I suoi sostenitori stanno marciando per le strade per protestare contro il risultato elettorale, e resta da vedere in quali circostanze lascerà finalmente la Casa Bianca.

#Quando #leader

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *