Quest’anno la PBS mostrerà gli speciali natalizi di Charlie Brown

Visualizzazioni: 25
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 56 Secondo

Era fin troppo appropriato che un classico natalizio anti-commerciale, trasmesso in onda pubblica ogni anno dal 1965, venisse messo da parte nel 2020 a un servizio di streaming a pagamento gestito da un gigante della tecnologia.

Tale è stata la reazione diffusa in ottobre, quando Apple TV Plus ha ottenuto i diritti esclusivi per il catalogo “Peanuts”, incluso l’amatissimo “A Charlie Brown Christmas”, per non parlare di “A Charlie Brown Thanksgiving” e “It’s the Great Pumpkin, Charlie Marrone.” Significava che le famiglie non potevano più guardare le offerte speciali delle vacanze su ABC: avrebbero dovuto essere trasmesse in streaming sul servizio che Apple ha promosso da allora il suo debutto lo scorso novembre.

A molti, comprese le oltre 260.000 persone che ha firmato una petizione, era un furto di tradizioni natalizie degne di grinches e stupidi, anche se Apple avrebbe reso disponibili le offerte speciali gratuitamente per alcuni giorni sotto il suo accordo con le aziende che possiedono “Peanuts”.

Mercoledì, Apple ha allentato la presa sugli spettacoli, annunciando un accordo Ciò consentirebbe alla PBS di mostrare versioni senza pubblicità dello speciale del Ringraziamento di domenica e dello speciale di Natale il 13 dicembre. L’annuncio non diceva se gli speciali sarebbero tornati alla televisione pubblica dopo il 2020.

Ma per quest’anno, almeno, era il tipo di racconto che potrebbe rientrare nello speciale di Natale del 1965, a lungo elogiato per essere in anticipo sui tempi nel suo messaggio anti-consumismo. Nella produzione di 25 minuti – spoiler avanti, se non sei riuscito a guardarlo negli ultimi 55 anni – Charlie Brown, alle prese con un po ‘di depressione stagionale, confessa di non riuscire a prendere la febbre del Natale come tutti gli altri .

“Charlie Brown, sei l’unica persona che conosco che può affrontare una stagione meravigliosa come il Natale e trasformarla in un problema”, gli dice il suo amico Linus.

Charlie è sgomento per sua sorella, Sally, che dice che tutto ciò che vuole “è la mia giusta parte”, e per la sorella di Linus, Lucy, che si lamenta dei suoi doni mentre ciò che vuole veramente è la proprietà.

“Senti, Charlie, ammettiamolo”, gli dice Lucy. “Sappiamo tutti che il Natale è un grande racket commerciale”.

Senza entrare in una sinossi completa della trama, scoppiano alcuni passi di danza feroci, viene recitato un versetto della Bibbia, un albero leggero è decorato graziosamente e il Natale è salvato.

L’accordo Apple-PBS è stato concluso troppo tardi per salvare la proiezione di quest’anno della “Grande zucca” per Halloween, suggerendo mormorii di malcontento tra coloro che erano rattristati per la perdita di quella che era stata a lungo un’esperienza comunitaria a livello nazionale. Era la prima volta dal 1966 che lo speciale non andava in onda sulla rete televisiva.

Lo speciale del Ringraziamento, inserito tra i suoi vicini leggermente più popolari, è stato trasmesso per la prima volta nel 1973.

Guadagnando la collezione “Peanuts”, l’eredità di il famoso fumettista Charles Schulz, è stato visto come un colpo di stato per Apple TV Plus, il servizio di streaming da $ 5 al mese su cui Apple ha scommesso in grande e posizionato come concorrente di servizi di streaming come Netflix, Amazon e Disney Plus. Ha ancora meno contenuti rispetto ai suoi concorrenti, ma ha puntato sulla creazione di spettacoli esclusivi da non perdere.

Nell’ambito dell’accordo con “Peanuts”, Apple produrrà una nuova stagione di “Snoopy nello spazio” e nuovi speciali per le festività che celebrano la festa della mamma, la Giornata della Terra e il capodanno.

#Questanno #PBS #mostrerà #gli #speciali #natalizi #Charlie #Brown

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *