Risultati delle elezioni di Trump: le tensioni aumentano mentre gli alleati attaccano il processo

Visualizzazioni: 24
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 5 Secondo

Newt Gingrich, l’ex presidente della Camera, e Rudolph W. Giuliani, l’avvocato personale del signor Trump ed ex sindaco di New York, hanno compiuto attacchi a tutto campo contro città con grandi popolazioni nere come Atlanta, Detroit e Philadelphia, dipingendo quei luoghi in evidenza- tirate libere perché troppo corrotte per essere attendibili per tenere elezioni oneste.

Lo straordinario assalto al sistema di voto da parte del presidente e dei suoi alleati ha assunto maggiore intensità con l’avvicinarsi delle scadenze per la certificazione dei risultati in diversi stati. Una volta certificati, i conteggi finali anticiperanno ulteriormente il tentativo di Trump di ribaltare la sua perdita.

Salvo qualche passo avanti nella spinta legale del presidente, la sua strategia sembra concentrarsi sull’interruzione del processo attraverso il quale gli stati finalizzano il conteggio dei voti e presentano le liste dei delegati al collegio elettorale.

I tentativi dei repubblicani di seguire il suo esempio nella contea di Wayne fallirono di fronte ai residenti di Detroit che erano indignati da quello che vedevano come un tentativo aperto di privarli del diritto di voto. Una sessione pubblica di commento con centinaia di elettori e leader per i diritti civili si è scatenata in un tumulto di tre ore, poiché hanno condannato il fatto che due funzionari bianchi stavano minacciando i diritti di voto di centinaia di migliaia di elettori neri.

“Guardi le città nere e hai estratto una città nera dalla contea e hai detto che l’unica colpa è la città di Detroit, dove l’80 per cento delle persone che risiedono lì sono afroamericani”, ha esclamato il Rev. Wendell Anthony, il presidente della sezione di Detroit della NAACP, con il viso che quasi sfiora lo schermo del computer. “Vergogna su di te”, ha aggiunto. “Sei una disgrazia.”

“Ma il 20 gennaio 2021, a mezzogiorno”, ha detto, “qualunque cosa tu faccia, il presidente degli Stati Uniti sarà Joseph Biden e il vicepresidente, per la prima volta in assoluto, sarà una donna di colore chiamato Kamala Harris. “

“Sai quanti giovani adolescenti neri hanno votato per la prima volta quest’anno?” Benita Bradley di Detroit ha detto durante la chiamata Zoom martedì sera. «E tu ti siedi qui e dai uno schiaffo a quelle persone. Quello che stai facendo alle persone di colore marrone e nero in questa comunità ti rende parte del problema, il problema sei tu. Sei il motivo per cui i ragazzini non vedono la promessa nel voto. Ma il nostro paese andrà avanti. Ci uniremo. “

#Risultati #delle #elezioni #Trump #tensioni #aumentano #mentre #gli #alleati #attaccano #processo

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *