Vaccine Optimism – The New York Times

Visualizzazioni: 20
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 18 Secondo

Vuoi ricevere The Morning tramite e-mail? Ecco la registrazione.

Ogni volta che ho visitato la mia caffetteria locale quest’estate, non ha permesso ad alcun cliente di entrare. Ho ordinato una tazza a un operaio in piedi a un tavolo che bloccava la porta d’ingresso e sono tornata pochi minuti dopo per prenderla.

Nelle ultime settimane, però, l’allestimento del negozio è cambiato. Ora entro e ordino. Spesso ci sono pochi altri clienti che indugiano nelle vicinanze, aspettando il loro caffè.

A livello nazionale, ci sono molte altre versioni di questa storia. Le leghe sportive professionistiche, ad esempio, non hanno permesso a nessun fan di salire sugli spalti per gran parte dell’estate. Questo fine settimana, migliaia di persone hanno partecipato al college e alle partite di calcio professionistico.

Dal punto di vista della salute pubblica, questi cambiamenti non hanno molto senso: le restrizioni pandemiche negli Stati Uniti sono ora meno rigorose di quanto non fossero in estate, anche se il tasso di infezione è molto più alto.

Come è successo? I governi statali e locali hanno allentato le loro politiche quando il virus si è ritirato in agosto e settembre, ma poi hanno lasciato in vigore quelle regole più flessibili. (E il governo federale ha mostrato poca leadership.)

Forse la domanda numero uno sulla pandemia nelle prossime settimane è quanto aggressivamente i governi statali e locali ripristinino le restrizioni.

“Con il livello di diffusione della comunità che abbiamo nel Michigan e che molti altri stati stanno affrontando, l’unico modo per abbattere Covid è l’azione statale o una terribile perdita di vite umane”, Robert Gordon, direttore del Dipartimento della salute del Michigan e servizi umani, mi ha detto ieri.

Diversi stati hanno annunciato nuovi passi negli ultimi giorni. In Michigan, il governatore Gretchen Whitmer ha annunciato la chiusura temporanea di ristoranti al coperto, casinò, cinema e corsi di persona presso scuole superiori e college. Chicago, Filadelfia e la maggior parte della California lo hanno fatto anche reimposto le restrizioni.

La maggior parte delle nuove restrizioni sono arrivate da funzionari democratici, come Whitmer, ma questa non è una semplice questione di parte.

I governatori repubblicani dell’Iowa e del Nord Dakota hanno emesso mandati di maschere negli ultimi giorni. E sul Wall Street Journal, gli esperti repubblicani della sanità Scott Gottlieb e Mark McClellan hanno scritto un editoriale intitolato “Spetta ora ai governatori rallentare la diffusione”. Gottlieb e McClellan hanno scritto: “Almeno mentre le infezioni sono diffuse e in aumento, i governatori ei leader locali dovrebbero imporre l’uso di maschere e imporre piani chiari e coerenti per limitare le riunioni”.

Tuttavia, la maggior parte degli stati, sia governatori democratici che repubblicani, hanno resistito a prendere misure rigorose, sapendo che molti americani sono stanchi della pandemia. Nel frattempo, le infezioni continuano a crescere, e anche i decessi hanno cominciato a salire negli ultimi giorni.

Il futuro a medio termine sembra sempre più ottimistico, ora che sia Moderna che Pfizer hanno segnalato incoraggianti sperimentazioni sui vaccini. Ma il breve termine dipenderà in larga misura da ciò che accade nelle capitali degli stati. Per ora, molti stati – come Ohio, New York e New Jersey – stanno annunciando nuove restrizioni che sono ben al di sotto di quanto gli esperti di sanità pubblica ritengono necessario per reprimere la diffusione del virus.

Vite vissute: Bruno Barbey credeva che la fotografia “è l’unico linguaggio che può essere compreso ovunque nel mondo”. In una carriera pluridecennale, ha coperto i disordini a Parigi, il Medio Oriente, la Polonia e l’Irlanda del Nord e la vita quotidiana in Italia. Barbey morì a 79 anni.


Gli iscritti rendono possibile la nostra segnalazione, così possiamo aiutarti a dare un senso al momento. Se non sei un abbonato, per favore considera di diventarlo oggi.

Jacques Pépin, chef e autore di libri di cucina, è cresciuto in Francia durante la seconda guerra mondiale, segnato dalla scarsità di quegli anni. “In realtà mi sento male quando vedo il cibo sprecato”, ha scritto Pépin. Gran parte dei suoi successivi consigli ai cuochi casalinghi si sono concentrati sull’uso abile degli ingredienti disponibili.

Questa abilità è stata particolarmente utile durante la pandemia, quando molte persone hanno dovuto cambiare le loro abitudini di acquisto di cibo. All’inizio di quest’anno, quando la pandemia ha iniziato a diffondersi, Pépin ha iniziato a pubblicare video di Facebook che “spiegavano come cucinare davvero bene usando le cose più semplici e casalinghe che hai in casa”, come scrive il mio collega Dwight Garner.

Dwight continua: “Ho scoperto che molti dei suoi video, in certe notti di insonnia tarda, sono stranamente e quasi insopportabilmente commoventi. La sua età, il suo bell’aspetto malconcio, il suo accento, la leggera sibilante nella sua voce, la sua erudizione culinaria indossata con leggerezza, le sue abilità con i coltelli finemente affinate e il funk degli anni ’70 della sua cucina rivestita di legno: è in qualche modo un pacchetto affascinante. “

I pangram dello Spelling Bee di ieri erano eminentemente e imminente. Il puzzle di oggi è sopra – o puoi giocare online se hai un abbonamento ai giochi.

#Vaccine #Optimism #York #Times

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *