5 conclusioni dalla nuova legge sull’allergia alimentare

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 48 Secondo

Potrebbe volerci un po ‘prima di vedere gli effetti della legge FASTER. La legge concede ai produttori 20 mesi per assicurarsi che tutti i prodotti che stanno realizzando che includono il sesamo riflettano quello sulla confezione.

A partire dal 1 gennaio 2023, se il cibo contiene sesamo, dovresti vederlo indicato sull’etichetta.

Nel frattempo, se tu o qualcuno della tua famiglia siete allergici, cerca gli ingredienti che potrebbe essere a base di sesamo, come tahini, sesamolo e gomasio, secondo Food Allergy Research & Education, un’organizzazione senza scopo di lucro a McLean, Virginia. E continua a tenere d’occhio le “spezie” e i “sapori naturali”, che potrebbero includere sesamo.

Aiuta anche a essere consapevoli dei tipi di alimenti che tendono a includere il sesamo, come falafel, hummus e alcuni risi. E l’olio di sesamo è un ingrediente comune nella cucina asiatica. Ma tieni presente che il sesamo può essere trovato anche in patatine, cereali, snack bar e una varietà di altri alimenti.

La buona notizia è che alcune aziende, come General Mills e Hershey’s, includono già il sesamo sulle etichette quando viene utilizzato come ingrediente.

La nuova legge dà un senso di rassicurazione alle persone che hanno a che fare con un’allergia al sesamo. Negli Stati Uniti, si tratta di circa 1,1 milioni di bambini e adulti, secondo uno studio del 2019 pubblicato sulla rivista JAMA Network Open. Lo studio ha rilevato che si stima che meno di un quarto dell’1% dei bambini e degli adulti soffrisse di allergia al sesamo.

Eppure, Lauren E. Krigbaum è tra i genitori che tira un sospiro di sollievo. La figlia di 2 anni della signora Krigbaum ha cinque diverse allergie alimentari, compreso il sesamo. Ma fino ad ora, il sesamo era stata l’unica allergia di sua figlia che non faceva parte della legge federale sull’etichettatura.

“Quando hai un bambino con allergie alimentari, la tua vita è incentrata sul cibo”, ha detto la signora Krigbaum, consulente per gli aiuti finanziari a Boise, Idaho. “Quindi essere in grado di eliminare lo stress sarà enorme.”

#conclusioni #dalla #nuova #legge #sullallergia #alimentare

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *