Alcune persone LGBTQ dicono “No grazie” al vaccino Covid

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 0 Secondo

Finora circa 54 milioni persone negli Stati Uniti hanno ricevuto almeno una dose di un vaccino Covid-19 e di quelle quasi 28 milioni sono state completamente vaccinate. A Callen-Lorde e altri centri medici che trattano molti pazienti LGBTQ, gli operatori sanitari affermano di aver visto una maggiore domanda per il vaccino tra i pazienti bianchi rispetto ai pazienti di colore.

Le persone LGBT di colore avevano il doppio delle probabilità delle persone bianche non LGBT di risultare positive al Covid-19, secondo un Studio del Williams Institute pubblicato a febbraio. Nonostante Persone di colore sono più a rischio di contrarre la malattia, le preoccupazioni per il vaccino sono particolarmente diffuse tra questa popolazione, dicono gli esperti. Nel uno studio pubblicato questo mese sulla rivista Vaccines, 1.350 uomini e donne transgender che si sono identificati prevalentemente come gay o bisessuali hanno riferito con quanta probabilità avrebbero ottenuto un vaccino Covid-19. Lo studio ha rilevato che i partecipanti neri hanno espresso molta più esitazione nei confronti del vaccino rispetto ai loro coetanei bianchi.

Gli operatori sanitari stanno incontrando la stessa resistenza nei loro pazienti. “Alcune persone hanno letteralmente detto: ‘Beh, no – Trump è stato coinvolto nell’ottenere questo vaccino, quindi non ho intenzione di farlo'”, ha detto Jill Crank, infermiera presso la Johns Hopkins Community Physicians di Baltimora.

Gli studi dimostrano che l’esitazione sul vaccino Covid si verifica in tutti i gruppi demografici, compresi quelli della professione medica. Secondo a. Circa tre operatori sanitari su 10 sono riluttanti a ricevere il vaccino sondaggio pubblicato a dicembre da KFF (precedentemente Kaiser Family Foundation) rispetto a circa un quarto della popolazione generale.

Dezjorn Gauthier, 29 anni, un uomo transgender nero che vive a circa 20 minuti da Milwaukee, ha detto che sebbene sia attualmente idoneo a ottenere il vaccino, non lo vuole.

“In questo momento è impossibile”, ha detto Gauthier, un modello e imprenditore che ha gli anticorpi Covid-19 perché ha contratto il coronavirus l’anno scorso. Lo sviluppo del vaccino si è mosso “così rapidamente e così rapidamente, mi ha solo un po ‘titubante”, ha detto, aggiungendo che anche lui non è sicuro degli ingredienti del vaccino. “C’è paura nella comunità.”

Per i membri della comunità LGBTQ, e in particolare le persone di colore, l’esitazione deriva, in parte, dalla sfiducia preesistente nell’establishment medico, hanno detto gli esperti.

#Alcune #persone #LGBTQ #dicono #grazie #vaccino #Covid

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *