Centinaia di mestruazioni anormali segnalate dopo l’esposizione a gas lacrimogeni, risultati dello studio

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 48 Secondo

Ad un certo punto l’estate scorsa, c’erano troppe segnalazioni di manifestanti che avevano sperimentato cicli mestruali anormali dopo essere stati esposti a gas lacrimogeni per Britta Torgrimson-Ojerio, un’infermiera ricercatrice presso il Kaiser Permanente Center for Health Research di Portland, per liquidarli come coincidenza.

Un insegnante di scuola materna ha detto Oregon Public Broadasting che se avesse inalato una quantità significativa di gas durante la notte, avrebbe avuto le mestruazioni la mattina successiva. Altro I residenti di Portland hanno condiviso storie di periodi che sono durati per settimane e di avvistamenti insoliti. Gli uomini transgender hanno descritto periodi improvvisi che hanno sfidato gli ormoni che avevano tenuto a bada le mestruazioni mesi o anni.

La dottoressa Torgrimson-Ojerio ha deciso che avrebbe cercato di capire se questi aneddoti fossero anomali o rappresentativi di un fenomeno più comune. Ha intervistato circa 2.200 adulti che hanno affermato di essere stati esposti a gas lacrimogeni a Portland la scorsa estate. In un studia pubblicato questa settimana sulla rivista BMC Public Health, ha riferito che 899 di loro – oltre il 54% degli intervistati che potenzialmente hanno le mestruazioni – hanno affermato di aver sperimentato cicli mestruali anormali.

“Anche se non possiamo dire nulla di scientificamente definitivo su questi agenti chimici e una relazione causale con le irregolarità mestruali”, ha detto il dottor Torgrimson-Ojerio, “possiamo definitivamente affermare che nel nostro studio la maggior parte delle persone che avevano cicli mestruali o un utero hanno riportato irregolarità mestruali dopo aver segnalato l’esposizione a gas lacrimogeni “.

Gli effetti a valle, come l’impatto sulla fertilità, non sono noti, ma “questo è il nostro invito all’azione per chiedere alla nostra comunità scientifica di rivolgere lo sguardo a questo problema”, ha detto.

Il dottor Torgrimson-Ojerio era anche interessato a sapere se le persone avessero avuto altri problemi più di poche ore dopo essere state esposte ai gas lacrimogeni. Ha scoperto che l’80% dei partecipanti al sondaggio aveva, con difficoltà respiratorie tra i reclami più diffusi.

Kira Taylor, professore di epidemiologia e salute della popolazione presso la University of Louisville School of Public Health and Information Sciences che è condurre uno studio simile, ha detto che lo studio del dottor Torgrimson-Ojerio ha fornito “alcune delle prime prove concrete” che i gas lacrimogeni potrebbero essere collegati ad anomalie mestruali. È anche “il primo studio a documentare gli effetti a lungo termine dell’esposizione ai gas lacrimogeni in una vasta popolazione”, ha detto.

Sven-Eric Jordt, professore di anestesiologia, farmacologia e biologia del cancro presso la Duke University School of Medicine, che non è stato coinvolto nello studio, ha applaudito il lavoro.

La maggior parte delle ricerche su cui le agenzie di polizia e il governo fanno affidamento per informarli sulla sicurezza dei gas lacrimogeni “sono obsolete, spesso hanno tra i 50 ei 70 anni e non sono all’altezza dei moderni approcci tossicologici”, ha detto. “La maggior parte di questi studi sono stati condotti su giovani uomini sani all’epoca, polizia o militari, e non su donne, o su una popolazione civile in generale che rappresentava i manifestanti”.

La dott.ssa Torgrimson-Ojerio ei suoi colleghi hanno reclutato i partecipanti al sondaggio attraverso i social media e i collegamenti sui siti web dell’Oregonian e dell’Oregon Health Authority in luglio e agosto.

I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di spiegare esattamente come i loro periodi erano stati influenzati dopo l’esposizione ai gas lacrimogeni. Crampi aumentati, spotting insolito e sanguinamento insolitamente intenso o lungo sono state le reazioni più comuni. Un certo numero di persone che di solito non hanno il ciclo a causa della terapia ormonale o età segnalato sanguinamento e spotting inaspettati, ha detto il dottor Torgrimson-Ojerio.

Questo studio ha dei limiti. Non è un campione casuale.

“È possibile che le persone che ritengono che la loro salute sia stata danneggiata dai gas lacrimogeni potrebbero avere maggiori probabilità di rispondere rispetto alle persone che sono state anche esposte, ma non hanno sentito tali effetti dannosi”, ha detto il dottor Taylor. “Ciò significa che alcuni dei numeri potrebbero essere esagerati.”

Dato che i soggetti erano autorizzati a partecipare in modo anonimo, i ricercatori non potevano verificare i loro account.

Né lo studio può rispondere in che modo o perché i gas lacrimogeni potrebbero contribuire alle irregolarità mestruali o in che misura sono coinvolti anche altri fattori. Gli autori riconoscono che gli alti livelli di stress e ansia tra i manifestanti, ad esempio, potrebbero anche aver contribuito alla risposta fisica.

“È possibile che il dolore, lo stress, la disidratazione e lo sforzo svolgano un ruolo”, ha detto il dottor Jordt. In alternativa, i gas lacrimogeni possono agire come un “distruttore endocrino”, interferendo con la normale funzione ormonale.

“L’agente lacrimogeno CS, a volte usato dalla polizia, è un composto chimico clorurato e produce sottoprodotti clorurati aggiuntivi quando viene bruciato nei contenitori usati dalla polizia”, ​​ha detto. “L’esposizione a sostanze chimiche clorurate può influire sulla salute mestruale”.

Alexander Samuel, un biologo molecolare in Francia, ha indagato domande simili da quando i manifestanti francesi hanno iniziato a denunciare irregolarità mestruali.

Ha menzionato due ulteriori aree di esplorazione: se i gas lacrimogeni vengono metabolizzati in cianuro, che può causare forti emorragie mestruali, e il ruolo che un evento traumatico può svolgere nell’alterazione dei cicli mestruali.

I sospetti su gas lacrimogeni e mestruazioni sono emersi per la prima volta più di un decennio fa, durante le proteste della Primavera araba, ha osservato il dottor Jordt.

Nel 2011 anche il Cile vietato l’uso di gas lacrimogeni dopo uno studio ha suggerito che il gas CS potrebbe causare aborti spontanei e danneggiare i bambini piccoli. Tre giorni dopo, la polizia cilena revocato il divieto, insistendo sul fatto che il tipo di gas lacrimogeno che hanno usato era perfettamente sicuro.



#Centinaia #mestruazioni #anormali #segnalate #dopo #lesposizione #gas #lacrimogeni #risultati #dello #studio

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *