Come evitare una bolletta a sorpresa per il tuo test per il coronavirus

Visualizzazioni: 20
0 0
Tempo per leggere:9 Minuto, 3 Secondo

Sempre più americani vengono sottoposti a test per il coronavirus come mai prima d’ora – e questo potrebbe significare più spese mediche a sorpresa.

Il Congresso ha scritto delle regole a marzo che miravano a rendere i test del coronavirus gratuiti per tutti gli americani. Pazienti, con o senza assicurazione, hanno trovato buchi in quei nuovi programmi di copertura. Hanno dovuto affrontare fatture che vanno da pochi dollari a oltre $ 1.000.

Ho passato gran parte degli ultimi quattro mesi riscuotere le fatture dei pazienti correlato al coronavirus. Come parte di quel progetto, ho letto più di 100 storie di pazienti sui test del coronavirus. Molti pazienti sono felici di segnalare alcun addebito, mentre ad altri sono state fatturate grandi spese impreviste o hanno negato richieste relative ai test del coronavirus.

[Have a bill you want to share? Submit it here.]

Le bollette a sorpresa hanno colpito gli americani non assicurati così come quelli con una copertura robusta. La società di dati sanitari Castlight stima che il 2,4% delle fatture dei test del coronavirus lasci una parte dell’addebito ai consumatori, il che significa che potrebbero esserci milioni di pazienti a dover sostenere tariffe che non si aspettavano.

Questi sono alcuni semplici passaggi che puoi intraprendere per ridurre le tue possibilità di diventare uno di loro.

Molti stati, contee e città / paesi dispongono ora di strutture pubbliche di prova. Pochissimi pazienti hanno segnalato fatture mediche a sorpresa da quei siti di test (anche se non lo è impossibile). In genere è possibile utilizzare il sito Web del dipartimento della sanità statale per trovare opzioni di test pubblici.

Se un sito di test pubblico non è un’opzione in cui vivi, potresti prendere in considerazione il tuo medico di base o una clinica sanitaria qualificata a livello federale. Le più grandi fatture dei test sul coronavirus a sorpresa che ho esaminato tendono a provenire da pazienti che vengono testati in ospedali e pronto soccorso indipendenti. Quei posti spesso fatturano ai pazienti qualcosa chiamato tassa di servizio, che è l’addebito per entrare nella stanza e cercare assistenza.

I pazienti stanno scoprendo che queste tariffe possono aumentare anche quando non mettono effettivamente piede nella struttura. Più pazienti in un pronto soccorso del Texas avevano $ 1.684 commissioni di servizio attaccati ai loro test drive-through sul coronavirus. Un paziente a New York ha affrontato a Addebito di $ 1.394 per il suo test in una tenda fuori da un ospedale. La maggior parte del conto era la tariffa della struttura. Il sito di notizie investigative ProPublica ha segnalato su come le tariffe delle strutture possono a volte costare fino a 10 volte lo stesso test del coronavirus.

Se fai il test presso un fornitore di cure primarie o presso un sito di test pubblico, non dovresti preoccuparti di quel tipo di fatturazione. In genere non addebitano costi di struttura per i test del coronavirus o altri tipi di cure.

Quando i pazienti ricevono una fattura medica a sorpresa relativa a un test del coronavirus, le accuse che devono affrontare spesso non sono per il test stesso. Invece, sono per altri servizi di cui il paziente potrebbe non essere a conoscenza.

Alcuni di questi servizi hanno senso. Molte fatture per i test del coronavirus prevedono un compenso per la visita medica che ne è seguita. Altri hanno meno senso, come quelli che includono screening per malattie a trasmissione sessuale che non hanno nulla a che fare con il coronavirus. Tali costi aggiuntivi sembrano essere un po ‘più comuni nei pronto soccorso o quando gli operatori sanitari inviano i loro campioni a laboratori esterni. Ma possono accadere anche in siti di test pubblici: Un medico del Connecticut regolarmente testati pazienti per dozzine di malattie in un drive-through della città. I pazienti pensavano che stessero semplicemente facendo i test del coronavirus.

Per evitare questi costi aggiuntivi, chiedi al tuo fornitore per quali malattie verranno sottoposti a screening. Può essere semplice come dire: “Capisco che sto facendo un test per il coronavirus. Ci sono altri servizi per i quali mi fatturerai? ” Avere una migliore comprensione di questo in anticipo può farti risparmiare un mal di testa in seguito e puoi prendere una decisione informata su quali cure sono effettivamente necessarie. Se i tuoi fornitori non sono in grado di dirti per cosa fatturano, potrebbe essere un segnale che desideri cercare assistenza altrove.

I pazienti non assicurati hanno affrontato fatture del coronavirus fino a $ 1.000, secondo i documenti di fatturazione esaminati dal New York Times.

Quel tipo di fatturazione è legale: gli operatori sanitari non sono tenuti a fornire test gratuiti per il coronavirus agli americani privi di assicurazione sanitaria. Ma non devono necessariamente fatturare direttamente ai pazienti. Il governo federale ha istituito un fornitore di fondi di soccorso: Gli operatori sanitari possono chiedere il rimborso per i test e il trattamento del coronavirus forniti a coloro che non hanno copertura. Ancora una volta, vale la pena chiedere in anticipo come i fornitori gestiscono i pazienti non assicurati e se si sottomettono al fondo. Sfortunatamente, non sono tenuti a farlo e potrebbero continuare a perseguire il debito.

Dovresti anche essere consapevole del fatto che 17 stati hanno autorizzato i loro piani statali Medicaid per coprire i costi dei test del coronavirus per gli americani non assicurati. Ciò significa che il tuo governo statale può pagare il conto al posto tuo. Puoi scoprire se vivi in ​​uno di questi stati Qui.

Nuove leggi federali regolano il modo in cui gli operatori sanitari e gli assicuratori possono fatturare ai pazienti i test per il coronavirus. Capire come funzionano può aiutarti a respingere gli addebiti che potrebbero non essere consentiti.

Le nuove leggi stabiliscono che gli assicuratori sanitari devono coprire i test del coronavirus senza alcun costo per i pazienti. Ciò significa che le franchigie standard e le partecipazioni ai costi che dovreste affrontare per altri servizi non si applicano.

Quelle leggi richiedono anche agli assicuratori di coprire qualsiasi altro servizio necessario per ottenere il test del coronavirus, ma non definisce cosa fa il taglio. La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che una tariffa per una visita medica è un esempio abbastanza chiaro di un servizio che dovrebbe essere idoneo e che i pazienti che devono affrontare questi tipi di fatture dovrebbero fare appello al proprio assicuratore per la copertura. Altri servizi, come un test antinfluenzale o persino una radiografia condotta insieme a un test del coronavirus, presentano una situazione più oscura. Se stai affrontando tariffe come quelle, potresti chiedere al tuo medico di dire all’assicuratore perché era necessaria l’assistenza aggiuntiva.

Un’ultima cosa da sapere sulle leggi federali è che richiedono agli assicuratori di coprire completamente i test del coronavirus fuori rete. Questo può essere particolarmente importante per i pazienti che si rivolgono a un medico in rete ma inconsapevolmente hanno inviato il loro campione a un laboratorio fuori rete, una situazione che ho visto molte volte. Le regole tipiche del tuo piano sanitario per l’assistenza fuori rete non dovrebbero applicarsi al test del coronavirus. Possono, tuttavia, essere applicati ad altre parti dell’esperienza del test (ad esempio, la tariffa per la visita del medico), quindi è più sicuro restare con i fornitori in rete quando possibile.

Un altro problema da cercare è quali codici di fatturazione ha utilizzato il medico per la visita di prova. Molte delle fatture a sorpresa che ho esaminato riguardano un medico che addebita una tariffa per la visita, quindi l’invio del test a un laboratorio esterno che presenta la propria richiesta. Il piano sanitario potrebbe applicare un co-pagamento alla visita del medico perché non è chiaramente collegato nei registri di fatturazione al test del coronavirus. In questo caso, potrebbe essere necessario collaborare con il proprio medico per ottenere la ricodifica della visita per mostrare che è stato eseguito un test del coronavirus.

Quasi tutto quello che so sulla fatturazione dei test del coronavirus deriva dalla lettura delle fatture che centinaia di lettori di Times hanno inviato descrivendo le loro esperienze. Se ricevi una fattura relativa ai test e al trattamento del coronavirus, ti chiediamo di dedicare un momento per inviarla Qui. Mi aiuterà a continuare a riferire sui tipi di onorari che i pazienti devono affrontare e può aiutare a identificare le aree del paese in cui i pazienti devono far fronte a tariffe insolitamente elevate.

#evitare #una #bolletta #sorpresa #tuo #test #coronavirus

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *