Come le persone affrontano l’odore distorto

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 21 Secondo

Sarah Govier, un operatore sanitario in Inghilterra che ha sperimentato la parosmia dopo aver preso il Covid-19, ha creato Covid Anosmia / Parosmia Support Group durante l’estate. “Il giorno in cui l’ho aperto ad agosto, cinque o sei persone si sono unite”, ha detto. “A gennaio abbiamo raggiunto 10.000 persone.” Ora ha quasi 16.000 membri.

Un altro Facebook gruppo, AbScent, che è stato avviato prima della pandemia ed è associato a un’organizzazione di beneficenza, ha visto un interesse crescente. “La gente arriva da ogni parte, dal Sud America, dall’Asia centrale, dalla Russia dell’Estremo Oriente, dalle Filippine, dall’Australia, dalla Nuova Zelanda, dal Sud Africa, dall’India e dal Canada”, ha detto Chrissi Kelly, la fondatrice di AbScent.

A marzo, Siobhan Dempsey, 33 anni, un grafico e fotografo a Northampton, in Inghilterra, ha pubblicato sul gruppo Facebook Covid Anosmia / Parosmia: “Sono felice di dire che ora ho recuperato il 90% del mio gusto e del mio odore dopo quasi un anno di cattura di Covid. ” Fu inondata di commenti di congratulazioni.

Era stato un lungo viaggio per lei. Per mesi tutto ha avuto un odore chimico e bruciante. Le verdure, che costituivano la maggior parte della sua dieta da quando è vegetariana, erano intollerabili. “Qualsiasi cosa dolce era terribile”, ha detto. “Dr. Pepper, Fanta, era disgustoso. “

Nelle ultime settimane, tuttavia, ha notato un cambiamento. “Sembra un cliché, ma lo scorso fine settimana nel Regno Unito è stata la festa della mamma e il mio partner e il mio bambino di 3 anni mi hanno comprato dei fiori”, ha detto. “Ero tipo, ‘Questi hanno un odore davvero gradevole.'”

#persone #affrontano #lodore #distorto

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *