“Come ti sei qualificato?” Per i giovani e vaccinati, domande scortesi e sopracciglia alzate

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 17 Secondo

“Penso che a New York, le persone stiano cercando di capire queste dinamiche di stai ricevendo la dose perché era rimasta, o una condizione che ti qualifica o hai mentito su qualcosa”, ha detto il signor Das. “La realtà onesta è che conosco persone che hanno tagliato la linea e mentito su cose – persone di 29 anni che hanno ricevuto vaccini che non hanno condizioni preesistenti. Ma penso che la maggior parte delle persone non stia mentendo. L’obiettivo è vaccinare tutti “.

Rhonda Wolfson, che vive a Toronto, ha affermato che nei luoghi in cui il processo di vaccinazione è ancora soggetto a limiti di età, ha creato un diverso problema di privacy, mettendo in luce il fatto che una persona ha superato una certa età. La signora Wolfson si è qualificata per un programma di vaccinazione pilota in Ontario per persone di età compresa tra 60 e 64 anni e si è resa conto che parlare della sua vaccinazione l’avrebbe rivelata come sessantenne a persone che pensavano fosse più giovane.

“Ho un’amica sulla quarantina e lei sa che sono più grande, ma non conosce la mia età esatta”, ha detto la signora Wolfson. “Non me l’ha mai chiesto, e io non ho mai offerto. Le ho parlato la scorsa settimana e nella mia eccitazione ho detto: “OMG, mi sono vaccinato”. Potevo quasi sentirla fare una pausa, ‘Oh, tu sei quello età.'”

In alcuni ambienti, lo stigma della vaccinazione precoce è ancora più preoccupante perché potrebbe dissuadere le persone a rischio dall’ottenere l’iniezione. Nella comunità gay, ad esempio, un giovane che viene vaccinato nel primo gruppo potrebbe essere considerato immunocompromesso.

“Nella comunità gay c’è il presupposto che se stai ricevendo il vaccino in questo momento devi essere segretamente sieropositivo”, ha detto il signor Das, che è gay. “Nella comunità è diventato un presupposto che se sei gay e pubblichi una foto della scheda del vaccino, sei positivo e non ce l’hai detto. Parlo sempre con i miei amici e dico loro: “Non dare per scontato”. “

Il signor Das ha detto che spera che qualsiasi stigma o problema di privacy medica associato alla vaccinazione precoce scomparirà una volta che gli appuntamenti per il vaccino saranno aperti a tutti. Il presidente Biden ha esortato tutti gli stati a espandere l’ammissibilità medica alla popolazione generale entro il 1 ° maggio e molti stati, tra cui Alaska, Arizona, Georgia e Mississippi, hanno già apportato la modifica.

“Prima arriviamo a vaccinare tutti, penso che questa domanda del ‘Oh, cosa ti ha qualificato?’ si fermerà “, ha detto il signor Das. “Una volta che questo andrà via, si spera che queste barriere si abbatteranno e le persone non continueranno a fare queste domande molto personali”.

#sei #qualificato #giovani #vaccinati #domande #scortesi #sopracciglia #alzate

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *