Gli americani completamente vaccinati possono viaggiare a basso rischio, afferma CDC

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 4 Secondo

Gli americani che sono completamente vaccinati contro il Covid-19 possono viaggiare in sicurezza in patria e all’estero, purché adottino precauzioni di base come indossare maschere, hanno annunciato venerdì i funzionari sanitari federali, un cambiamento tanto atteso dai terribili avvertimenti del governo che hanno trattenuto molti milioni a casa nell’ultimo anno.

Nell’annunciare il cambiamento in una conferenza stampa della Casa Bianca, i funzionari dei Centers for Disease Control and Prevention hanno sottolineato che preferivano che le persone evitassero i viaggi. Ma hanno detto che le prove crescenti dell’efficacia nel mondo reale dei vaccini – che sono stati somministrati a più di 100 milioni di americani – suggeriscono che le persone inoculate potrebbero farlo “a basso rischio per se stesse”.

Il cambiamento nella posizione ufficiale del CDC arriva in un momento di speranza e pericolo nella pandemia. Il ritmo delle vaccinazioni sta accelerando rapidamente in tutto il paese e il numero di morti è in calo.

Eppure i casi stanno aumentando in modo significativo in molti stati poiché nuove varianti del coronavirus si sono diffuse nel paese. Proprio lunedì scorso, la dottoressa Rochelle P. Walensky, la direttrice del CDC, ha avvertito di una potenziale quarta ondata se gli stati e le città continuassero ad allentare le restrizioni alla salute pubblica, dicendo ai giornalisti che aveva sentimenti di “destino imminente”.

Alcuni esperti di salute pubblica sono rimasti sorpresi dall’annuncio di venerdì e hanno espresso preoccupazione per il fatto che il governo stesse inviando segnali confusi al pubblico.

“È un mix di ‘per favore non viaggiare’, allo stesso tempo questo sta facilitando i viaggi per un sottogruppo di persone”, ha detto il dottor Wafaa El-Sadr, professore di epidemiologia e medicina presso la Columbia Mailman School of Public Health. “Penso che sia molto confuso e vada in contrasto con il messaggio che abbiamo sentito all’inizio di questa settimana,” stare fermo “,” tenere duro “,” essere pazienti “. E questo mi preoccupa. I messaggi di salute pubblica devono essere molto chiari, molto coerenti e devono essere molto semplici “.

La stessa dottoressa Walensky sembrava riconoscere l’apparente messaggio misto durante la conferenza stampa di venerdì. La scienza ci mostra che la vaccinazione completa consente di fare più cose in sicurezza, ed è importante per noi fornire questa guida anche nel contesto di casi in aumento “, ha detto.

L’industria dei viaggi ha accolto con favore la nuova guida, sperando che possa essere l’inizio di una svolta di fortuna per le compagnie aeree, gli hotel e le destinazioni turistiche, che hanno subito perdite crescenti per più di un anno.

“Con il ritorno dei viaggi, tornano i posti di lavoro negli Stati Uniti”, ha detto in una dichiarazione Roger Dow, amministratore delegato della US Travel Association, un gruppo industriale.

I funzionari federali sono rimasti irremovibili sul fatto che le persone che non sono state completamente vaccinate non dovrebbero viaggiare affatto, una posizione ampiamente supportata dagli esperti di salute pubblica.

“Se sei completamente vaccinato, puoi tornare a viaggiare, ma se non lo sei, c’è ancora molto virus in circolazione ed è ancora un’impresa rischiosa e dovresti rimandare fino a quando non sarai vaccinato o la situazione migliorerà”, ha detto Caitlin Rivers, epidemiologo e assistente professore presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health.

Se le persone non vaccinate devono viaggiare, il CDC consiglia di sottoporle a test per l’infezione da coronavirus da uno a tre giorni prima del viaggio e di nuovo da tre a cinque giorni dopo la fine. Dovrebbero mettersi in quarantena per sette giorni dopo un viaggio se vengono sottoposti a test e per 10 giorni se non vengono sottoposti a test, ha detto l’agenzia.

Le persone sono considerate completamente vaccinate due settimane dopo aver ricevuto la singola dose del vaccino Johnson & Johnson, o due settimane dopo aver ricevuto la seconda dose di Pfizer-BioNTech o Moderna shot. Secondo gli ultimi dati del CDC, circa 58 milioni di persone negli Stati Uniti, il 22% della popolazione adulta, sono state completamente vaccinate.

Gli scienziati non sono ancora certi se le persone vaccinate possano essere infettate, anche per breve tempo, e trasmettere il virus ad altri. Un recente studio CDC ha suggerito che tali casi potrebbero essere rari, ma fino a quando la questione non sarà risolta, molti funzionari della sanità pubblica ritengono che non sia saggio dire agli americani vaccinati semplicemente di fare quello che vogliono. Dicono che è importante per tutte le persone vaccinate continuare a indossare maschere, praticare l’allontanamento sociale e prendere altre precauzioni.

Secondo la nuova guida CDC, gli americani completamente vaccinati che viaggiano sul territorio nazionale non hanno bisogno di essere testati per il coronavirus o di seguire le procedure di quarantena a destinazione o dopo il ritorno a casa. Quando viaggiano all’estero, devono solo sottoporsi a un test del coronavirus o mettere in quarantena se il paese in cui lo richiedono.

Tuttavia, la guida dice che devono avere un aspetto negativo test del coronavirus prima di imbarcarsi su un volo di ritorno negli Stati Uniti e dovrebbero sottoporsi nuovamente a test da tre a cinque giorni dopo il loro ritorno.

La raccomandazione si basa sull’idea che le persone vaccinate possono ancora essere infettate dal virus. Il CDC ha anche citato una mancanza di copertura vaccinale in altri paesi e preoccupazione per la potenziale introduzione e diffusione di nuove varianti del virus che sono più diffuse all’estero.

La maggior parte degli stati ha accelerato i tempi per l’apertura delle vaccinazioni a tutti gli adulti, poiché il ritmo delle vaccinazioni in tutto il paese è in aumento. A partire da venerdì, venivano somministrati in media quasi tre milioni di colpi al giorno, secondo i dati riportati dal CDC

Il nuovo consiglio si aggiunge alle raccomandazioni del CDC emesse all’inizio di marzo le persone completamente vaccinate possono riunirsi in piccoli gruppi in ambienti privati ​​senza maschere o allontanamento sociale e possono visitare individui non vaccinati di una singola famiglia purché siano a basso rischio di sviluppare malattie gravi se infettati dal virus.

I viaggi sono già aumentati a livello nazionale, poiché il clima si riscalda e gli americani sono stanchi delle restrizioni pandemiche. La scorsa domenica è stata la giornata più impegnativa negli aeroporti nazionali dall’inizio della pandemia. Secondo la Transportation Security Administration, quasi 1,6 milioni di persone sono passate attraverso i controlli di sicurezza negli aeroporti americani.

Ma le preoccupazioni del settore sono tutt’altro che finite. La pandemia ha anche dimostrato alle aziende grandi e piccole che i loro dipendenti spesso possono essere altrettanto produttivi lavorando da remoto come nelle riunioni faccia a faccia. Di conseguenza, le compagnie aeree e le industrie alberghiere si aspettano che passeranno anni prima che i lucrosi viaggi aziendali tornino a livelli prepandemici, lasciando un enorme buco nei ricavi.

E mentre i viaggi di piacere all’interno degli Stati Uniti potrebbero essere in costante ripresa, le compagnie aeree si aspettano che ci vorrà ancora fino al 2023 o al 2024 affinché i volumi di passeggeri raggiungano i livelli del 2019, secondo Airlines for America, un gruppo industriale. L’industria ha perso più di 35 miliardi di dollari l’anno scorso e continua a perdere decine di milioni di dollari ogni giorno, ha detto il gruppo.

Molti paesi, compresi quelli dell’Unione europea, impediscono ancora alla maggior parte degli americani di venire. Alcuni stanno iniziando a fare eccezioni per coloro che sono vaccinati. A partire dal 26 marzo, gli americani completamente vaccinati che possono presentare la prova della vaccinazione possono visitare l’Islanda, ad esempio, ed evitare restrizioni come i test e la quarantena, ha detto il governo del paese

Il CDC giovedì ha anche emesso istruzioni tecniche più dettagliate per le compagnie di crociera, richiedendo loro di adottare misure per sviluppare strategie di vaccinazione e fare piani per i test di routine dei membri dell’equipaggio e la segnalazione giornaliera dei casi di Covid-19 prima che possano eseguire corse di prova simulate di viaggi con volontari, prima di assumere passeggeri reali. Le direttive del CDC riconoscono che prendere le crociere “rappresenterà sempre un certo rischio di trasmissione del Covid-19”.

Alcune destinazioni e compagnie di crociera hanno già iniziato a richiedere la vaccinazione completa dei viaggiatori. La compagnia di crociere Royal Caribbean richiede ai passeggeri e ai membri dell’equipaggio di almeno 18 anni di essere vaccinati per salire a bordo delle sue navi, così come Virgin Voyages, Crystal Cruises e altri.

Per il momento, le compagnie aeree non richiedono vaccinazioni per i viaggi. Ma l’idea è stata molto discussa nel settore.

Niraj Chokshi ha contribuito alla segnalazione.

#Gli #americani #completamente #vaccinati #possono #viaggiare #basso #rischio #afferma #CDC

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *