Gli americani devono stringere, o raddoppiare, le loro maschere, dice CDC

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 45 Secondo

Mercoledì, i funzionari sanitari federali hanno esortato gli americani a tenere le loro maschere e ad adottare misure per adattarle più comodamente – o anche per mettere un panno che copre una maschera chirurgica – dicendo che una nuova ricerca aveva dimostrato che le maschere riducono notevolmente la diffusione del coronavirus.

Recenti esperimenti di laboratorio hanno scoperto che la trasmissione virale potrebbe essere ridotta del 96,5% se gli americani indossassero maschere chirurgiche aderenti o una combinazione di panno e maschera chirurgica. Nell’annunciare i risultati, il dottor Rochelle P. Walensky, direttore dei Centers for Disease Control and Prevention, ha implorato gli americani di indossare una “maschera che si adatta bene”.

“Con casi, ricoveri e decessi ancora molto alti, ora non è il momento di annullare i requisiti delle maschere”, ha detto. “La conclusione è questa: le maschere funzionano e funzionano quando hanno una buona vestibilità e sono indossate correttamente.”

Il mascheramento è ora obbligatorio sulle proprietà federali e sui trasporti nazionali e internazionali. Studi condotti in famiglie a Pechino, parrucchieri nel Missouri e a bordo di una portaerei a Guam hanno dimostrato che “qualsiasi maschera è meglio di niente”, ha detto il dottor John T. Brooks, l’ufficiale medico capo del CDC e autore principale del nuova ricerca dell’agenzia sul mascheramento.

“Indossare una maschera riduce la diffusione e nelle comunità che adottano la maschera, le nuove infezioni diminuiscono”, ha detto il dottor Brooks.

Ma mentre le maschere riducono le goccioline respiratorie e gli aerosol esalati da chi li indossa infetti e proteggono chi li indossa non infetti, l’aria che fuoriesce dai bordi di una maschera può ridurne l’efficacia. I nuovi esperimenti di laboratorio dell’agenzia hanno mostrato come risolvere il problema.

Un’opzione è indossare una maschera di stoffa su una maschera chirurgica, ha detto l’agenzia. L’alternativa è quella di applicare la mascherina chirurgica più strettamente sul viso di “Annodare e rimboccare” – cioè, annodando insieme i due fili degli anelli dell’orecchio nel punto in cui si attaccano al bordo della maschera, quindi piegando e appiattendo il tessuto extra sul bordo della maschera e rimboccandolo per una tenuta più stretta.

Gli esperimenti dell’agenzia si basavano su maschere chirurgiche e in tessuto a tre strati, ed è stato testato un solo tipo di ciascuna maschera. Altre combinazioni, come raddoppiare su maschere di stoffa o indossare due maschere chirurgiche, o sovrapporre una maschera chirurgica su una maschera di stoffa, non sono state testate.

Il consiglio arriva anche se gli stati hanno iniziato a revocare le misure volte a rallentare la trasmissione del virus. Circa tre dozzine di stati hanno requisiti di mascheramento, ma lunedì l’Iowa ha concluso il suo mandato, unendosi al Mississippi e al North Dakota, che lo hanno fatto mesi fa.

Gli stati si stanno affrettando a riavviare le imprese e riaprire le scuole. Il governatore Andrew Cuomo di New York, ad esempio, ha annunciato mercoledì che i fan potranno tornare negli stadi e nelle arene per eventi sportivi e concerti, a capacità limitata con prove e posti a sedere obbligatori. La città di New York consentirà di riprendere i pasti al coperto venerdì, con una capacità del 25%.

I decessi correlati ai virus, che sono ricominciati bruscamente negli Stati Uniti a novembre e rimangono elevati, sembrano essere in costante calo. Nuovi casi e anche ricoveri ha iniziato a diminuire il mese scorso.

Ma il CDC ha avvertito che anche se i casi sono diminuiti, le nuove varianti potrebbero causare infezioni alle stelle se gli americani abbassassero la guardia. Casi di una variante di virus più contagiosa trovati per la prima volta in Gran Bretagna raddoppiano all’incirca ogni 10 giorni negli Stati Uniti. Il CDC ammonito il mese scorso che potrebbe diventare la variante dominante nella nazione entro marzo.

Fino a quando la stragrande maggioranza degli adulti non sarà vaccinata, “vogliamo reprimerlo”, ha detto il dottor William Schaffner, specialista in malattie infettive presso la Vanderbilt University. Le maschere sono un modo semplice ed efficace per farlo, evitando un altro catastrofico “ottovolante”, ha aggiunto.

“Meno opportunità diamo a questo virus di moltiplicarsi, meno probabile sarà che si verifichino mutazioni e meno probabile sarà che otteniamo nuove varianti”, ha detto il dottor Schaffner.

La dott.ssa Monica Gandhi, specialista in malattie infettive presso l’Università della California, San Francisco, è coautrice di un articolo su rendendo le maschere più efficaci che ha ispirato il CDC a condurre la nuova ricerca.

“Vogliamo fare del nostro meglio per ridurre la trasmissione utilizzando tutti gli elementi: mascheramento, distanziamento, igiene delle mani, ventilazione”, ha detto. “Se riduciamo la trasmissione e stiamo vaccinando di massa allo stesso tempo, il virus non ha l’opportunità di eludere il vaccino”.

Il CDC ha delineato alcune opzioni aggiuntive per migliorare l’efficacia delle maschere, incluso l’uso di un adattatore di maschere – una cornice sagomata sul viso – su una maschera. Studi recenti hanno scoperto che gli installatori possono aumentare la protezione contro gli aerosol contenenti virus del 90% o più.

Sorprendentemente, forse, l’agenzia ha anche suggerito alle persone di prendere in considerazione l’idea di indossare una manica di materiale per calze di nylon trasparente intorno al collo e tirata su un panno o una maschera chirurgica.

Le raccomandazioni del CDC erano basate in parte su idee articolate dal Dr. Gandhi e Linsey Marr, un esperto di trasmissione di aerosol presso Virginia Tech. Hanno anche raccomandato una maschera chirurgica coperta da una maschera di stoffa aderente o una maschera di stoffa a tre strati composta da due strati esterni di tessuto a trama fitta che abbraccia il viso e uno strato intermedio di materiale filtrante, come il materiale del sacco a vuoto.

Sia l’aderenza che la filtrazione sono importanti, ha detto il dottor Marr. Anche con una maschera respiratoria N95, del tipo utilizzato dagli operatori sanitari, una buona vestibilità è essenziale.

Mentre un numero crescente di americani afferma di sostenere l’uso di maschere, la resistenza persiste in alcuni circoli e in alcune regioni. La dottoressa Marr ha detto che si aspettava che il nuovo consiglio del CDC ricevesse qualche ridicolo.

“Sono sicuro che i resistenti diranno: ‘Cosa c’è dopo? Tre maschere? Quattro maschere? ‘”Disse il dottor Marr. “Ma c’è un sacco di interesse da parte delle persone che vogliono sapere quanto sono buone le loro maschere e come possono renderle migliori. Le persone vogliono la migliore protezione possibile “.

Gli esperimenti CDC hanno simulato la produzione di aerosol da una tosse e ne hanno stimato l’assorbimento. Mentre una maschera chirurgica non annodata bloccava il 42% delle particelle e una maschera di tessuto da sola bloccava il 44,3%, la combinazione di una maschera di tessuto su una maschera chirurgica bloccava il 92,5% delle particelle di tosse, hanno scoperto il dottor Brooks ei suoi colleghi.

Quando sia la sorgente degli aerosol che la forma esposta sono state adattate con la combinazione di maschere o la maschera chirurgica annodata e rimboccata, l’esposizione al ricevitore è stata ridotta del 96,4% e del 95,9%.

Nessuno dei due metodi era perfetto: annodare e piegare rende la superficie della maschera più piccola e può essere più appropriata per le persone con volti più piccoli, ha osservato il dottor Brooks.

Allo stesso modo, la combinazione di panno e maschera chirurgica funziona bene, ma rende la maschera più spessa e può rendere più difficile la respirazione per alcune persone. Gli strati aggiuntivi possono anche ostruire la visione periferica, aumentando il rischio di inciampare o cadere.

Anche la traspirabilità è importante, ha detto il dottor Marr. “Se si sovrappongono troppe cose l’una sull’altra che rendono difficile respirare è controproducente: è più probabile che l’aria trovi delle fessure da cui filtrare”, ha detto.

Il dottor Brooks ha sottolineato che il mascheramento, come lo praticano attualmente gli americani, non è “insufficiente”. Ma il nuovo consiglio offre “un’opportunità per portarlo al livello successivo”.

“Ora siamo preoccupati per le forme del virus che possono trasmettere in modo più efficiente o minare l’utilità della diagnostica, delle terapie e dei vaccini esistenti”, ha aggiunto. “Dobbiamo migliorare il nostro gioco per diffondere la lentezza del virus e rallentare la sua evoluzione.”

Sheryl Gay Stolberg ha contribuito alla segnalazione da Washington.

#Gli #americani #devono #stringere #raddoppiare #loro #maschere #dice #CDC

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *