Gli astronauti che si lanciano nello spazio vengono vaccinati contro il Covid-19

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 16 Secondo

Senza ospedali o specialisti medici nello spazio, la NASA e altre agenzie spaziali sono sempre state preoccupate per gli astronauti che si ammalavano durante una missione. Per ridurre al minimo le possibilità che ciò accada, in genere trascorrono le due settimane prima del lancio in quarantena.

Un evento superspreader Covid-19 alla stazione spaziale avrebbe interrotto le operazioni.

L’interno della stazione spaziale ha un volume equivalente a un aereo di linea Boeing 747, quindi ci sarebbe spazio per i membri dell’equipaggio infetti per isolarsi. Ma i gestori delle stazioni spaziali di certo non vorrebbero preoccuparsi del virus che si diffonde nell’aria perennemente filtrata e riciclata della stazione.

Durante una conferenza stampa la scorsa settimana, Shane Kimbrough, l’astronauta della NASA che è il comandante dell’equipaggio-2, ha detto che tutti e quattro gli astronauti avevano ricevuto vaccinazioni Covid. “Immagino sia andata bene”, ha detto. “Abbiamo tutti reazioni un po ‘diverse, proprio come fa la maggior parte delle persone. Quindi non siamo diversi in questo senso. Ma siamo grati di avere i vaccini “.

I tre astronauti che hanno lanciato un razzo Soyuz verso la stazione all’inizio di questo mese: Oleg Novitskiy e Pyotr Dubrov dell’agenzia spaziale russa e Mark Vande Hi o NASA – sono stati anche vaccinati.

I quattro astronauti della missione Crew-1 non lo sono, perché non erano disponibili vaccini quando sono stati lanciati lo scorso novembre. Quando torneranno sulla Terra, tutti gli esseri umani che non sono sul pianeta saranno vaccinati contro il Covid-19.

#Gli #astronauti #che #lanciano #nello #spazio #vengono #vaccinati #contro #Covid19

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *