Gli Stati Uniti sono seduti su decine di milioni di dosi di vaccino di cui il mondo ha bisogno

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 20 Secondo

“Se abbiamo un surplus, lo condivideremo con il resto del mondo”, ha detto mercoledì ai giornalisti Biden, parlando in generale della fornitura di vaccini negli Stati Uniti. “Inizieremo assicurandoci che gli americani si prendano cura per primi”.

Johnson & Johnson, che ha l’autorizzazione per il suo vaccino negli Stati Uniti ma è rimasta indietro rispetto ai suoi obiettivi di produzione sia negli Stati Uniti che in Europa, ha recentemente chiesto agli Stati Uniti di prestare 10 milioni di dosi all’Unione Europea, ma anche l’amministrazione Biden ha negato quella richiesta, secondo i funzionari americani ed europei.

L’Unione Europea è stata oggetto di aspre critiche per il “nazionalismo vaccinale” e il protezionismo, che si sono intensificate la scorsa settimana quando l’Italia bloccato una piccola spedizione di dosi in Australia, intensificando un tiro alla fune su colpi di cui c’è bisogno. Eppure, l’Unione Europea ha esportato 34 milioni di dosi di vaccini contro il coronavirus nelle ultime settimane in dozzine di paesi, nonostante la carenza domestica.

Mentre le frustrazioni ribollono, alcuni funzionari europei incolpano gli Stati Uniti. Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, dissero gli Stati Uniti, insieme alla Gran Bretagna, “Hanno imposto un divieto assoluto all’esportazione di vaccini o componenti di vaccini prodotti sul loro territorio”. Alla domanda giovedì sulla fornitura americana del vaccino AstraZeneca, Jen Psaki, l’addetto stampa della Casa Bianca, ha detto ai giornalisti che i produttori di vaccini erano liberi di esportare i loro prodotti fabbricati negli Stati Uniti rispettando anche i termini dei loro contratti con il governo.

Ma poiché il vaccino di AstraZeneca è stato prodotto con l’aiuto di Legge sulla produzione della difesa, Il signor Biden deve approvare le spedizioni di dosi all’estero. Una tale mossa potrebbe avere enormi ripercussioni politiche negative fintanto che gli americani continuano a chiedere a gran voce i colpi.

È probabile che AstraZeneca desideri anche una protezione dalla responsabilità per le dosi spedite all’estero, come avrebbe fatto negli Stati Uniti se il vaccino fosse autorizzato.

Nel frattempo, le autorità di regolamentazione negli Stati Uniti stavano aspettando nuovi dati AstraZeneca, attesi nelle prossime settimane, da uno studio di Fase 3 che ha arruolato 32.000 partecipanti principalmente negli Stati Uniti. È improbabile che AstraZeneca riferisca i risultati di una prima occhiata ai suoi dati, come hanno fatto altri produttori di vaccini. Aspetterà invece risultati statisticamente più significativi dopo che i partecipanti allo studio saranno stati monitorati più a lungo per gli effetti collaterali e più persone nei gruppi vaccino e placebo potrebbero essersi ammalate, hanno detto i funzionari federali. Gli esperti ritengono improbabile che il vaccino abbia un tasso di efficacia più elevato rispetto al colpo effettuato da Johnson & Johnson, che utilizza una tecnologia simile e richiede solo una dose.

#Gli #Stati #Uniti #sono #seduti #decine #milioni #dosi #vaccino #cui #mondo #bisogno

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *