I bambini negli Stati Uniti possono perdere 9 milioni di dosi di vaccino nel 2020, avverte il rapporto

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 31 Secondo

Secondo i dati delle affermazioni mediche, i bambini negli Stati Uniti quest’anno salteranno nove milioni di dosi di vaccino per il morbillo, la poliomielite e altre malattie altamente contagiose, un disturbo che le autorità sanitarie hanno definito allarmante e attribuito alla pandemia di coronavirus.

I dati sono stati resi pubblici mercoledì dalla Blue Cross Blue Shield Association, una delle più grandi federazioni di compagnie assicurative della nazione, che ha affermato che le vaccinazioni infantili di routine sono diminuite del 26% rispetto al 2019.

I risultati sono emersi meno di due settimane dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità e l’UNICEF hanno avvertito che i progressi nella vaccinazione dei bambini dalla poliomielite e dal morbillo erano minacciati dalla pandemia. In un file chiamata di emergenza all’azione, le due organizzazioni hanno affermato che il rischio di epidemie di morbillo e poliomielite è in aumento.

E proprio la scorsa settimana, i Centers for Disease Control and Prevention e l’OMS hanno riferito che i decessi per morbillo in tutto il mondo lo avevano è salito al livello più alto in 23 anni nel 2019 ed erano il 50 per cento in più rispetto a soli tre anni prima.

La dottoressa Megan Ranney, un medico di emergenza presso la Brown University nel Rhode Island specializzato in ricerca sulla salute pubblica, ha affermato che il mancato mantenimento dei tassi di vaccinazione infantile potrebbe compromettere quella che è nota come immunità di gregge. Il termine si riferisce al punto in cui una malattia smette di diffondersi perché quasi tutti in una popolazione ne sono diventati immuni.

“Sappiamo che una volta che si cade al di sotto dell’immunità della mandria, si offre un punto d’appoggio a queste malattie mortali infantili per rialzare ancora una volta la testa nelle nostre comunità”, ha detto il dottor Ranney in un’intervista.

Blue Cross Blue Shield ha affermato che il 40% dei genitori e dei tutori legali che aveva intervistato ha affermato che i propri figli hanno perso le vaccinazioni a causa della pandemia. La maggior parte degli appuntamenti mancati si è verificata da marzo a maggio, all’inizio della pandemia, e ad agosto, quando in genere molti bambini vengono vaccinati prima della ripresa della scuola, ha detto l’associazione.

I rappresentanti della Blue Cross, che fornisce assicurazione sanitaria a circa 109 milioni di americani, hanno affermato che è fondamentale aumentare la consapevolezza sulle garanzie che gli operatori sanitari hanno messo in atto per prevenire la diffusione del coronavirus.

“Gli uffici dei pediatri stanno facendo attenzione, non solo per i pazienti, ma per il personale che vi lavora”, ha detto in un’intervista Maureen Sullivan, responsabile della strategia e dell’innovazione della Blue Cross Blue Shield Association. “A questo punto, è sicuro.”

La signora Sullivan ha detto che gli Stati Uniti erano “pericolosamente vicini” a cadere al di sotto della soglia di immunità di gregge per la poliomielite. Secondo i dati della Croce Blu, i tassi di vaccinazione per il morbillo e la pertosse, o pertosse, per il 2020 dovrebbero scendere al di sotto delle soglie per l’immunità di gregge fissate dalle autorità sanitarie pubbliche.

“Questa è una delle ragioni principali per cui volevamo pubblicare questi dati rapidamente”, ha detto la signora Sullivan.

Il dottor Ranney, che non era associato allo studio Blue Cross, ha osservato che l’anno scorso si sono verificati focolai di morbillo in California e in un sobborgo di New York, dove c’era stata la diffusione riconducibili a famiglie ultraortodosse i cui figli non erano stati vaccinati.

“Sarebbe un’orribile ironia per noi superare questa pandemia e perdere bambini a causa di queste malattie prevenibili”, ha detto.

Il dottor Ranney ha anche espresso preoccupazione per il fatto che l’intenso dibattito nazionale sulla sicurezza dei vaccini che si stanno sviluppando per il coronavirus potrebbe scoraggiare alcuni genitori dal far vaccinare i propri figli per morbillo, poliomielite e altre malattie infettive.

In un segno che gli americani stanno diventando meno riluttanti a prendere un vaccino contro il coronavirus, a Sondaggio Gallup pubblicato martedì ha affermato che il 58% degli adulti intervistati era disposto a essere vaccinato, rispetto al 50% di settembre. Tuttavia, il dottor Ranney era preoccupato per le percezioni.

“Temo che la cattiva informazione anti-vaccino esistente aumenterà”, ha detto.

#bambini #negli #Stati #Uniti #possono #perdere #milioni #dosi #vaccino #nel #avverte #rapporto

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *