I medici accusano UnitedHealthcare di soffocare la concorrenza

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 55 Secondo

UnitedHealth compete direttamente con US Anesthesia, secondo la causa del Texas, attraverso un interesse di proprietà in Sound Physicians, una grande pratica medica che fornisce servizi di emergenza e anestesiologia. Sound Physicians sta cercando di espandersi in mercati come Fort Worth e Houston, e US Anesthesia afferma nella causa legale che i suoi medici sono stati contattati da Sound Physicians “per indurli ad andarsene” e contestare le disposizioni di non concorrenza nei loro contratti per lavorare con il gruppo United .

Il principale assicuratore getta il suo peso in altri modi, sostiene la causa. Mentre l’unità Optum della società, che gestisce i centri chirurgici e le cliniche, è tecnicamente separata dall’assicurazione sanitaria, i medici accusano United di costringere le sue strutture OptumCare a interrompere i loro rapporti con il gruppo di anestesiologia e spingere i chirurghi in rete a spostare le loro operazioni a ospedali o strutture che non hanno contratti con US Anesthesia.

“United e le sue affiliate hanno esteso i loro tentacoli praticamente a ogni aspetto dell’assistenza sanitaria, consentendo a United di spremere, soffocare e schiacciare qualsiasi partecipante al mercato che ostacola l’aumento dei profitti di United”, affermano i medici nella loro causa.

È prassi normale, ha affermato United, per un assicuratore incoraggiare l’uso di ospedali e medici all’interno della propria rete.

In contrasto con molti gruppi di medici più piccoli che stanno lottando a causa della pandemia, United ha mantenuto una forte posizione finanziaria, sostenendo i profitti mentre gli interventi chirurgici elettivi e altre procedure sono stati chiusi, con il risultato di un minor numero di richieste mediche. Quindi ha continuato ad espandersi, assumendo più medici e acquisendo ulteriori studi. L’azienda dice che prevede di aggiungere più di 10.000 medici dipendenti o affiliati quest’anno.

Il rapporto tra assicuratori e fornitori è diventato più complicato poiché più compagnie assicurative possiedono gruppi di medici o cliniche. “Vogliono essere l’arbitro e giocare nell’altra squadra”, ha detto Michael Turpin, un ex dirigente dello United che ora è vicepresidente esecutivo dell’USI, un broker assicurativo.

I datori di lavoro che si affidano a UnitedHealthcare per coprire i propri lavoratori hanno difficoltà a giudicare chi trae vantaggio quando gli assicuratori non riescono a raggiungere un accordo per mantenere un fornitore in rete. “Si tratta tanto di profitto quanto di principio”, ha detto Turpin.

#medici #accusano #UnitedHealthcare #soffocare #concorrenza

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *