I nuovi casi Covid in Arizona sono aumentati del 21% in due settimane

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 27 Secondo

Mentre la maggior parte degli Stati Uniti ha visto di recente un costante calo dei nuovi casi di coronavirus, l’Arizona è stato un valore anomalo.

Lo stato non è stato sommerso da un’altra ondata di virus, ma gli esperti di sanità pubblica sono preoccupati per un costante aumento dei casi e dei ricoveri. A partire da lunedì, la media giornaliera dell’Arizona era salita del 21% nelle ultime due settimane, legandola al Wyoming per il più grande aumento della nazione in quel periodo. Solo altri tre stati hanno riportato aumenti di oltre il 10 per cento in quel periodo: Washington, Oregon e Missouri.

Il nuovo carico giornaliero di casi dell’Arizona, a 10 per 100.000 persone, è ancora inferiore alla media nazionale di 15 per 100.000. Negli ultimi 14 giorni, poiché i funzionari sanitari federali hanno suggerito che la traiettoria del virus sta migliorando, il paese ha visto una diminuzione del 26% dei nuovi casi di coronavirus e 28 stati hanno registrato un calo del 15% o più, secondo un Database del New York Times.

Will Humble, l’ex direttore sanitario statale che ora è a capo del Arizona Public Health Association, ha affermato che l’aumento di nuovi casi potrebbe essere attribuito a diversi fattori, tra cui un afflusso primaverile di viaggiatori e la prevalenza di una variante del virus rilevata per la prima volta in Gran Bretagna. La variante, B.1.1.7., È stata associata a maggiore trasmissibilità.

Il signor Humble ha detto che l’ascesa in Arizona non avrebbe probabilmente prodotto un aumento sostanziale dei decessi, che sono in calo nello stato. La maggior parte degli anziani e delle altre persone nello stato che sono a rischio elevato di malattie gravi sono già state vaccinate, ha detto, mentre i nuovi casi sono prevalentemente persone tra i 20, i 30 e i 40 anni che hanno maggiori probabilità di avere casi più lievi.

Il signor Humble ha detto che l’aumento dei casi ha “implicazioni per la salute pubblica completamente diverse” ora rispetto a quanto avrebbe avuto diversi mesi fa, quando erano state vaccinate molte meno persone.

“Non vivremo il tipo di esperienze letali che avremmo a dicembre, gennaio o febbraio”, ha detto Humble. Anche così, ha detto, c’era stato “un notevole movimento verso l’alto nei letti dei reparti generali e anche in terapia intensiva”

L’Arizona è stata lenta nel mettere in atto restrizioni e veloce a rimuoverli la scorsa estate quando i casi sono saliti alle stelle ei letti di terapia intensiva si sono riempiti quasi al massimo. Per più di un mese, da inizio giugno fino a metà luglio, lo stato ha segnalato nuovi casi al tasso più alto del paese, rispetto alle sue dimensioni, raggiungendo un picco di 3.800 al giorno.

Nel Gennaio, Arizona ancora una volta ha avuto il più alto tasso di nuovi casi giornalieri per un certo periodo. Ad un certo punto, ha raggiunto una media di oltre 8.000 al giorno, più del doppio del picco estivo.

Il governatore Doug Ducey ha firmato un ordine esecutivo a marzo che ha revocato tutte le restrizioni sul Covid-19 nello stato e ha impedito ai governi locali di imporre mandati di maschere.

Il signor Humble ha detto che la politica potrebbe aver lasciato l’Arizona più vulnerabile. “Non c’è alcuna mitigazione qui, e non c’è stata da mesi”, ha detto.

Circa il 41 per cento degli arizonesi hanno ricevuto una prima dose di vaccino e il 30 per cento è stato completamente vaccinato, appena al di sotto della media nazionale. Ma il quadro varia notevolmente da una parte all’altra dello Stato. Tre delle 15 contee dell’Arizona hanno vaccinato più del 40% dei residenti, ma sei hanno vaccinato meno del 30%, a partire da lunedì.

Il mese scorso la dottoressa Cara Christ, direttrice del Dipartimento dei servizi sanitari dell’Arizona, ha detto ai giornalisti che la corsa iniziale ai vaccini era notevolmente rallentata. “Gli appuntamenti per i vaccini venivano a ruba quasi non appena venivano resi disponibili”, ha detto. “Ora si è arrivati ​​a un punto in cui è possibile ottenere un appuntamento per lo stesso giorno praticamente in qualsiasi sito statale”.

#nuovi #casi #Covid #Arizona #sono #aumentati #del #due #settimane

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *