La ricerca Covid può aiutare a risolvere i misteri di altri virus?

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 44 Secondo

Ma sintomi come la stanchezza spesso non vengono riconosciuti come correlati alla miocardite. E il dottor McManus sospetta che la fatica che a volte segue un incontro con Covid-19 potrebbe essere causata da questo problema cardiaco.

“Pensiamo al Covid-19 e all’influenza come malattie respiratorie, e in effetti lo sono”, ha affermato il dottor Bruce M. McManus, professore emerito di patologia presso l’Università della British Columbia. “Ma il motivo per cui molti pazienti raggiungono la morte in molti casi è il miocardio.”

Alcuni pazienti con Covid gravemente ammalati presentano danni ai polmoni. Anche questo può verificarsi con altri virus, ha affermato il dottor Clemente Britto-Leon, ricercatore polmonare presso la Yale School of Medicine. Elenca alcune possibilità.

“Puoi avere lesioni ai polmoni e cicatrici con l’influenza, con i virus dell’herpes e con le infezioni da citomegalovirus, per esempio”, ha detto il dott. Britto, riferendosi a un virus comune che di solito non causa sintomi. Tutti questi virus possono causare danni in rare occasioni, ha detto. “Puoi avere una ferita molto grave e un sacco di distruzione dei tessuti.”

L’influenza può causare coaguli di sangue nel rivestimento dei polmoni che assomigliano ai piccoli coaguli visti nei polmoni di alcuni pazienti Covid, ha affermato Marco Goeijenbier dell’Università Erasmus nei Paesi Bassi. Succede quando i virus influenzali infettano le basse vie respiratorie, un evento insolito perché la maggior parte delle persone ha un’immunità protettiva preesistente.

Il dottor Goeijenbier vuole studiare i coaguli di sangue che si verificano in questi casi, ma in precedenza, con così pochi pazienti, lui e altri ricorrevano alla riproduzione e allo studio dell’effetto in studi di laboratorio e nei furetti, gli animali preferiti per studiare l’influenza.

“È stato difficile ottenere finanziamenti, ha detto. “Grandi riviste o finanziatori non pensavano che fosse abbastanza interessante”, ha spiegato.

Covid sta cambiando la situazione.

Ora c’è “un’enorme coorte di persone da studiare”, ha detto Pamela Dalton, una ricercatrice di odori a Monell. Ma “la grande domanda è, anche se impari tutto sulla SARS-CoV-2” – il nome formale del coronavirus – “quanto è generalizzabile?”

#ricerca #Covid #può #aiutare #risolvere #misteri #altri #virus

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *