Le scimmie dello zoo di San Diego ricevono un vaccino Covid sperimentale

Visualizzazioni: 11
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 12 Secondo

Lo zoo di San Diego ha somministrato a nove scimmie un vaccino sperimentale contro il coronavirus sviluppato da Zoetis, un’importante azienda farmaceutica veterinaria.

A gennaio, una truppa di gorilla al Safari Park dello zoo è risultato positivo al virus. Tutti si stanno riprendendo, ma anche così, lo zoo ha chiesto aiuto a Zoetis per vaccinare altre scimmie. L’azienda fornito un vaccino sperimentale che è stato inizialmente sviluppato per animali domestici e ora viene testato su visone.

Nadine Lamberski, un funzionario per la conservazione e la salute della fauna selvatica presso lo Zoo Global di San Diego, ha detto che lo zoo ha vaccinato quattro oranghi e cinque bonobo con il vaccino sperimentale, che non è progettato per l’uso sugli esseri umani. Tra gli oranghi vaccinati c’era una scimmia di nome Karen, che ha fatto la storia nel 1994 quando è diventata la prima orangutan ad essere operata a cuore aperto.

Il dottor Lamberski ha detto che anche un gorilla allo zoo doveva essere vaccinato, ma i gorilla al parco naturale erano una priorità inferiore perché erano già risultati positivi all’infezione e si erano ripresi. Ha detto che avrebbe vaccinato i gorilla nel parco naturale se lo zoo avesse ricevuto più dosi del vaccino.

Mahesh Kumar, vicepresidente senior dei prodotti biologici globali per Zoetis, ha affermato che la società sta aumentando la produzione, principalmente per la sua ricerca di una licenza per un vaccino per il visone, e fornirà più dosi a San Diego e ad altri zoo quando possibile. “Abbiamo già ricevuto una serie di richieste”, ha detto.

L’infezione delle scimmie è una delle principali preoccupazioni per gli zoo e gli ambientalisti. Cadono facilmente preda di infezioni respiratorie umane e i comuni virus del raffreddore hanno causato epidemie mortali negli scimpanzé in Africa. La ricerca sul genoma ha suggerito che scimpanzé, gorilla e altre scimmie saranno suscettibili alla SARS-CoV-2, il virus che ha causato la pandemia. I ricercatori di laboratorio stanno usando alcune scimmie, come i macachi, per testare farmaci e vaccini e sviluppare nuovi trattamenti per il virus.

Gli scienziati non si preoccupano solo di questo il pericolo che il virus rappresenta per le grandi scimmie e altri animali, ma anche circa il potenziale per il virus di prendere piede in una popolazione di animali selvatici che potrebbe diventare un serbatoio permanente ed emergere in un secondo momento per reinfettare gli esseri umani.

Finora le infezioni nei visoni d’allevamento hanno prodotto il più grande spavento. Quando gli allevamenti di visoni danesi sono stati devastati dal virus, che può uccidere i visoni proprio come uccide le persone, una forma mutata del virus è emersa dal visone e ha reinfettato gli esseri umani. Quella variante ha mostrato resistenza ad alcuni anticorpi in studi di laboratorio, sollevando il sospetto che i vaccini potessero essere meno efficaci contro di essa.

Quella variante del virus non è stata trovata negli esseri umani da novembre, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità. Ma altre varianti sono emerse in persone in diversi paesi, dimostrando che il virus può diventare più contagioso e in alcuni casi può diminuire l’efficacia di alcuni vaccini.

La Danimarca ha finito per uccidere fino a 17 milioni di visoni, spazzando via di fatto la sua industria di allevamento di visoni. Negli Stati Uniti, migliaia di visoni sono morti e un visone selvatico è risultato positivo al virus.

Sebbene molti animali, inclusi cani, gatti domestici e grandi felini negli zoo, siano stati infettati dal virus attraverso la diffusione naturale e altri siano stati infettati in esperimenti di laboratorio, gli scienziati affermano che test diffusi devono ancora trovare il virus in qualsiasi animale in il selvaggio diverso da quello di visone.

Il National Geographic ha segnalato per la prima volta la vaccinazione delle scimmie allo zoo di San Diego.

#scimmie #dello #zoo #San #Diego #ricevono #vaccino #Covid #sperimentale

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *