Melee vicino all’Università del Colorado-Boulder ferisce 3 agenti di polizia

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 13 Secondo

BOULDER, Colorado – Un grande raduno che si è trasformato in una mischia vicino all’Università del Colorado Boulder sabato sera ha lasciato diversi studenti sanguinanti e lacrimogeni, almeno due veicoli danneggiati e tre agenti SWAT feriti, ha detto la polizia.

Gli ufficiali sono rimasti feriti mentre cercavano di disperdere la folla nel quartiere di University Hill a Boulder. Gli ufficiali sono stati colpiti con mattoni e pietre e hanno riportato lievi ferite, ha detto su Twitter il dipartimento di polizia di Bouldere il parabrezza di un’auto blindata schierata sulla scena è andato in frantumi.

Oltre 100 persone hanno iniziato a correre verso gli agenti prima che venissero usati i gas lacrimogeni, ha detto il capo della polizia della città, Maris Herold, in una conferenza stampa domenica. La folla era al massimo intorno alle 19:00, coinvolgendo fino a 800 persone, ha detto il capo.

La maggior parte dei partecipanti non stava prendendo precauzioni contro il coronavirus come l’allontanamento sociale o l’uso di maschere. Gli esperti di malattie infettive hanno espresso la preoccupazione che, con il riscaldamento del clima e l’attenuazione delle restrizioni locali, gli incontri sociali e le vacanze primaverili potrebbero causare un aumento dei casi di coronavirus.

Il procuratore distrettuale della contea di Boulder, Michael T. Dougherty, ha detto che l’episodio è stato un “tremendo contrattempo” negli sforzi della città per combattere la pandemia. Jeff Zayach, direttore della sanità pubblica della contea, ha definito la mancanza di maschere e l’allontanamento sociale “scioccante e inquietante”.

Il Colorado ha recentemente raggiunto 6.000 morti per Covid-19, secondo a Database del New York Times.

L’università ha detto di essere “a conoscenza di una grande festa a University Hill sabato sera e di accuse di violenza nei confronti degli agenti di polizia che hanno risposto alla scena”.

“Condanniamo questa condotta”, ha detto, aggiungendo che “è inaccettabile e irresponsabile soprattutto alla luce del volume di formazione, comunicazione e applicazione” sulle restrizioni del coronavirus.

Il quartiere, noto come The Hill, ospita bar e molte delle confraternite e delle confraternite dell’università. Anna Haynes, redattore capo di CU Independent, un sito di notizie gestito da studenti, ha scritto l’anno scorso sul New York Times, “È il posto in cui vai alla festa, pandemia o no.”

Gli studenti che vivono nel quartiere hanno detto che sabato le persone stavano organizzando piccoli raduni nei loro cortili per godersi una giornata calda dopo essere stati rinchiusi dal freddo e dalle restrizioni del coronavirus.

Ma quando i video della scena sono stati pubblicati sui social media, le persone che non vivevano lì o non erano affiliate all’università, come gli studenti delle scuole superiori, hanno iniziato a radunarsi per strada.

Anche se era chiaro che non tutti erano studenti all’università, “non proveremo a scaricare la colpa”, ha detto Pat O’Rourke, direttore operativo dell’università.

Brynn Umansky, una studentessa dell’università che vive nel quartiere di University Hill, ha detto che “non appena è diventato buio, si è trasformata in un’intera folla e ha letteralmente continuato a crescere durante la notte fino all’arrivo della polizia”.

“E ‘stato davvero spaventoso e terribile e la polizia non ha fatto nulla per ore”, ha detto. “È stato molto, soprattutto vivere proprio qui e vedere tutto e non poter fare nulla al riguardo.”

La signora Umansky e le sue coinquiline hanno guardato la scena svolgersi dal balcone mentre le persone salivano sul tetto e cercavano di entrare. Kendall St. Claire, una giovane che vive con la signora Umansky, ha detto che i partecipanti hanno lanciato bottiglie e sassi contro le auto della polizia, ferendo le persone nel processo.

I feriti “stavano appena entrando in casa nostra e non potevamo fermarli”, ha detto la signora St. Claire, aggiungendo che la maggior parte di loro era gravemente intossicata. “Almeno tre persone che avevo visto avevano ferite al centro della fronte”, ha detto.

Isabella Sackheim era a casa della signora Umanksy quando qualcuno le disse che la sua macchina, una Nissan Versa argentata, era stato ribaltato.

“La gente applaudeva”, ha detto la signora Umansky. “È stato orribile. Sicuramente era una mentalità da mafia. “

La polizia ha ricevuto chiamate poco prima delle 17:00 riguardo a “una grande festa” nell’isolato, ha detto la città. Alle 17:40 “la folla si è gonfiata e le persone hanno iniziato a colpire gli ufficiali con bottiglie di vetro”, secondo la città, e alle 17:48 il dipartimento di polizia di Boulder ha attivato la sua unità SWAT. Non è stato fino alle 21:00 che la folla ha cominciato a disperdersi, ha detto la città.

La signora Sackheim ha detto che l’episodio è stato “davvero deludente”, ma che è stata incoraggiata dagli sforzi della comunità universitaria per aiutarla. Uno degli amici della signora Sackheim ha creato una pagina GoFundMe e qualcuno ha pubblicato il suo nome utente Venmo sui social media, ha detto, raccogliendo $ 9.000 per sostituire la sua auto.

A un certo punto durante la mischia, le persone hanno ballato su un camion delle consegne Amazon, hanno detto gli studenti. Una delle persone sul camion è stata convocata, ha detto il capo della polizia.

Sabato non sono stati effettuati arresti, sebbene alcune citazioni per violazioni degli ordini di sanità pubblica siano state emesse all’inizio della giornata, ha detto il capo Herold. Il dipartimento sta esaminando i filmati della telecamera del corpo, nonché le foto e i video pubblicati sui social media per identificare le persone coinvolte, ha detto.

Frida Carlson, una senior, ha detto che sperava che l’università aumentasse i test sul coronavirus e prendesse in considerazione la possibilità di annullare le lezioni di persona per due o tre settimane per timore che il raduno potesse essere stato un superspreader evento.

Il signor O’Rourke ha detto che le lezioni di persona continueranno questa settimana, ma che gli studenti potrebbero sollevare preoccupazioni con i loro professori. I funzionari della città e dell’università hanno invitato chiunque partecipasse al raduno a mettere in quarantena per 10 giorni e a cercare test sui virus. Il signor O’Rourke ha detto che gli studenti non sarebbero stati identificati o penalizzati per aver chiesto un test.

“Sono sicura che ci sarà un focolaio”, ha detto la signora Umanksy.



#Melee #vicino #allUniversità #del #ColoradoBoulder #ferisce #agenti #polizia

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *