Muore a 69 anni David Katzenstein, ricercatore sull’AIDS con focus sull’Africa

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 43 Secondo

Questo necrologio fa parte di una serie di persone che sono morte nella pandemia di coronavirus. Leggi degli altri Qui.

Il dottor David Katzenstein potrebbe essere stato un sognatore, “con idee a volte brillanti e talvolta leggermente stravaganti”, ha detto di recente un collega. Ma dall’inizio, in una biosfera che generava nuovi assassini non individuati e non vincolati, non era un ricercatore della torre d’avorio che guardava al mondo attraverso un microscopio.

Dopo la scuola di medicina, ha svolto un tirocinio presso l’Università del New Mexico, dove il suo lavoro con le popolazioni indigene si è sviluppato in un impegno costante per aiutare le popolazioni svantaggiate a prevenire e affrontare le malattie infettive.

Per 35 anni, come virologo e medico, non solo ha contribuito a far progredire la prevenzione, la diagnosi e il trattamento dell’HIV e dell’AIDS; ha anche messo a disposizione quelle tecniche per i pazienti a reddito medio e basso nell’Africa subsahariana.

Dr. Katzenstein, che era professore emerito di malattie infettive e salute globale presso Stanford Medicine in California, è morto il 25 gennaio ad Harare, Zimbabwe, dove si era trasferito dopo essersi ritirato nel 2016. Aveva 69 anni. La causa era Covid-19, ha detto la sua figliastra, Melissa Sanders-Self.

“Intriso di un’appassionata fede nella giustizia sociale, David Katzenstein ha avuto un impatto enorme sulla lotta contro l’HIV nell’Africa sub-sahariana”, ha detto in una dichiarazione il dottor Lloyd Minor, decano della scuola di medicina della Stanford University,

David Allenberg Katzenstein è nato il 3 gennaio 1952 a Hartford, Connecticut, da Henry Katzenstein, un fisico, e Constance (Allenberg) Katzenstein, uno psicologo clinico.

Si è laureato in biologia presso l’Università della California, San Diego, nel 1973 e ha conseguito una laurea in medicina nel 1977.

Ha sposato Sharon Mayes, morta nel 2007. Oltre alla figliastra, gli lasciano le sorelle, Ruth Souza e Amy Harrington; suo fratello, Rob Katzenstein; due nipoti adottivi; e una pronipote adottiva.

Dopo la sua residenza a San Diego, il dottor Katzenstein ha insegnato all’Università della California, Davis e all’Università del Minnesota fino al 1986.

Mentre presso l’Università della California, l’International Antiviral Society-USA ha detto, ha stabilito una relazione con il dipartimento di microbiologia medica presso la facoltà di medicina dell’Università dello Zimbabwe ed è diventato “uno dei primi ricercatori sull’HIV con sede negli Stati Uniti a impegnarsi a lavorare in questa regione del mondo”.

Dal 1987 al 1989, il Dr. Katzenstein ha lavorato come ricercatore senior presso il Center for Biologics Evaluation and Research della Food and Drug Administration.

Nel 1989, è entrato a far parte della facoltà di Stanford come assistente professore clinico di malattie infettive ed è stato nominato direttore medico associato dell’AIDS Clinical Trial Unit di Stanford, che ha condotto ricerche, inclusi studi clinici, sui farmaci antiretrovirali che hanno esteso la vita delle persone con HIV

Si è concentrato sulle sfide poste dalla resistenza ai farmaci antivirali contro l’HIV ed è stato tra i primi ricercatori a pubblicizzare il problema in Africa.

In Zimbabwe ha diretto il Istituto di ricerca e formazione biomedica ad Harare, dove ha formato ricercatori clinici, ha introdotto moderne tecniche di diagnostica e monitoraggio nei programmi sanitari della comunità e ha continuato a pubblicare studi di ricerca fino alla sua morte.

#Muore #anni #David #Katzenstein #ricercatore #sullAIDS #con #focus #sullAfrica

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *