Quando si compiono 13 anni non è il tipico rito di passaggio

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 36 Secondo

Chi sta diventando mio figlio? Come sta cambiando, non come interprete di compiti – vestirsi, mangiare, lavare, riporre, smistare e simili – ma come ragazzo, al culmine della pubertà? Cosa vuole questo ragazzo? Che tipo di uomo vuole diventare?

Desidero ardentemente mio figlio a 13 anni ciò che non dovrei desiderare. E questo per arrestare la sua crescita, per metterlo su bloccanti ormonali. Per mantenerlo un bambino, liscio e fresco. Perché non sono pronto per la sua adolescenza. Non sono pronto per la sua pubertà. A cosa lo preparerebbe il suo corpo in crescita? Una virilità che non conoscerà? È molto improbabile che vivrà mai da solo, o conoscerà lo sport, i viaggi o l’amore romantico.

Ma poiché Finn non ha né la lingua, né la comprensione, per dare il suo consenso, io e mio marito non abbiamo mai preso seriamente in considerazione la terapia di soppressione ormonale. Per quanto tempo e per quale scopo finale? Non c’è modo che io possa giustificare eticamente un’azione del genere. Non è semplice come la pozione Drink Me di Alice. Eppure, volevo aggrapparmi a 12.

Forse è per questo che mi sono dimenticato del suo compleanno. Questo mi ha sorpreso, dato che sono uno che tiene traccia dei calendari nella nostra famiglia. Forse me ne sono dimenticato perché non volevo che fosse il suo compleanno. Non volevo che il nuovo anno tra noi. Volevo più tempo in 12. Volevo sapere più a fondo chi era, chi eravamo come famiglia, la sua famiglia. Volevo recuperare il ritardo prima di andare avanti. E non mi sento mai veramente preso. Ad essere onesti, non penso di essere pronto per quello che accadrà quando avrà l’acne e crescerà i peli del viso, i peli pubici, il resto.

Quando l’ho visto per il suo compleanno, gli ho portato una nuova maglietta del Gap, un giocattolo stagionale di CVS – gli stessi regali che gli avevo comprato l’anno scorso e l’anno prima. Gli abbiamo preso una torta e acceso le candeline, ma non era chiaro se sapesse che era il suo compleanno, o anche cosa significasse. Cioè, che è speciale. Questo è ciò che sono i compleanni, per focalizzare l’attenzione sui nostri cari, sulla loro particolarità. Voglio che sappia che si merita questo giorno, un giorno solo per lui. Lo facciamo trattandolo con cose più zuccherine, cose più morbide? Palloncini che deliziano prima che si sgonfiano? Un giocattolo di Halloween a batteria che adorerà a morte, fino a quando non verrà rotto in pezzi e lasciato cadere nella spazzatura? Se li compriamo per lui, saprà come è amato? Che lui è nostro e noi siamo suoi?

Ho voglia di stringerlo, anche di morderlo. Qualsiasi cosa per fargli sentire il mio amore, per conoscerlo profondamente. Ma poi cosa? Il mio amore non si trasforma. Sospetto che non possa fornire ciò che vuole veramente. Perché ancora non so cosa voglia davvero questo ragazzo. So solo quello che voglio, ed è tenerlo stretto, e mi sento così fortunato quando posso.

Alysia Abbott, l’autore di “Fairyland: A Memoir of My Father”, conduce il Incubatore di memorie programma presso GrubStreet a Boston.

#Quando #compiono #anni #tipico #rito #passaggio

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *