Quanto peso abbiamo guadagnato durante i blocchi? 2 sterline al mese, suggerimenti per lo studio

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 57 Secondo

Poco dopo l’inizio della pandemia più di un anno fa, gli americani hanno iniziato a scherzare sulla temuta “quarantena 15”, preoccupati di poter aumentare di peso mentre erano chiusi in case con scorte di cibo, incollati agli schermi dei computer e guardando Netflix.

La preoccupazione è reale, ma valutare la portata del problema è stata una sfida. I sondaggi che chiedono semplicemente alle persone il loro peso sono notoriamente inaffidabili e molte visite mediche sono state virtuali.

Ora uno studio molto piccolo che utilizza misure oggettive – misurazioni del peso da bilance intelligenti connesse tramite Bluetooth – suggerisce che gli adulti sotto gli ordini di rifugio sul posto guadagnato più di mezzo chilo ogni 10 giorni.

Ciò si traduce in quasi due sterline al mese, ha affermato il dottor Gregory M. Marcus, autore senior della lettera di ricerca, pubblicata lunedì sul JAMA Network Open. Gli americani che hanno mantenuto le loro abitudini di blocco avrebbero potuto facilmente guadagnare 20 libbre nel corso di un anno, ha aggiunto.

“Sappiamo che l’aumento di peso è già un problema di salute pubblica negli Stati Uniti, quindi qualsiasi cosa che lo peggiori è decisamente preoccupante, e gli ordini di rifugi sul posto sono così onnipresenti che l’enorme numero di persone colpite da questo lo rende estremamente rilevante”, ha detto il dottor Marcus, cardiologo e professore di medicina presso l’Università della California, San Francisco.

Sebbene sia quasi impossibile fare generalizzazioni basate sullo studio – che includeva meno di 300 persone sparse negli Stati Uniti – tutti i partecipanti stavano monitorando regolarmente il loro peso.

Molte di queste persone stavano perdendo peso prima che venissero emessi ordini di rifugio sul posto nei loro stati, ha osservato il dottor Marcus. “È ragionevole presumere che queste persone siano più impegnate con la loro salute in generale, più disciplinate e al di sopra delle cose”, ha detto. “Ciò suggerisce che potremmo sottostimare – che questa è la punta dell’iceberg”.

L’eccesso di peso è stato collegato a un maggior rischio di sviluppare una malattia Covid-19 più grave e gli Stati Uniti hanno già tra i più alti tassi di sovrappeso e obesità al mondo. Circa il 42% degli americani adulti di età superiore ai 20 anni soffre di obesità, come definito dall’indice di massa corporea, mentre un altro 32% degli americani è semplicemente in sovrappeso.

Il rischio di malattie gravi è stato documentato anche tra i giovani adulti in sovrappeso o obesi. Molti stati danno la priorità alle persone in sovrappeso o obese per la vaccinazione, insieme a coloro che hanno altre condizioni croniche come il diabete o l’ipertensione.

Il nuovo studio ha analizzato i dati ottenuti da 269 partecipanti coinvolti in uno studio cardiologico in corso, l’Health eHeart Study. Si sono offerti volontari per segnalare le misurazioni del peso da bilance intelligenti connesse tramite Bluetooth e si pesavano regolarmente; i ricercatori hanno raccolto 7.444 misurazioni del peso in un periodo di quattro mesi, una media di 28 misurazioni del peso per ogni partecipante.

Il gruppo non era assolutamente rappresentativo a livello nazionale, quindi i risultati non sono generalizzabili: circa tre quarti erano bianchi e solo il 3,5 per cento identificato come nero o afroamericano; circa il 3 per cento identificato come asiatico-americano. L’età media era di 51 anni ed erano divisi quasi equamente tra uomini e donne.

I partecipanti provenivano da 37 stati e dal Distretto di Columbia. I ricercatori hanno analizzato le misurazioni del peso effettuate tra il 1 ° febbraio 2020 e il 1 ° giugno 2020, al fine di esaminare le variazioni di peso sia prima che dopo l’emissione degli ordini di rifugio sul posto per ogni stato.

Mentre i partecipanti per lo più stavano perdendo libbre prima che gli ordini venissero emessi, i loro pesi aumentavano costantemente a un ritmo di circa sei decimi di libbra ogni 10 giorni dopo che gli ordini erano stati emessi, indipendentemente da dove si trovavano nel paese e indipendentemente dal cronico condizioni mediche.

I blocchi hanno sicuramente avuto un effetto sui modelli dietetici, su ciò che le persone mangiano e quanto spesso mangiano. Ma le restrizioni hanno anche ridotto la monotonia attività fisica che fa parte integrante della vita quotidiana, hanno detto i ricercatori.

“Se pensi alle persone che fanno il pendolare, persino che corrono alla fermata della metropolitana o dell’autobus, o che entrano all’ufficio postale per spedire una lettera o che si fermano al negozio, bruciamo molte calorie nelle attività non esercitate dalla vita quotidiana, “Ha detto Leanne Redman, professore di fisiologia clinica presso il Pennington Biomedical Research Center, parte della Louisiana State University.

La sua ricerca aveva scoperto che le persone stavano seguendo una dieta più sana durante i primi giorni della chiusura, ma erano più sedentarie.

Uno studio precedente dei ricercatori dell’UCSF ha esaminato il conteggio dei passi giornalieri, monitorato dagli smartphone, tra quasi mezzo milione di persone in quasi 200 paesi. Il numero di passaggi effettuati dalle persone è diminuito del 27% al mese dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato la pandemia.

La preoccupazione per l’esercizio si estende anche ai bambini, che sono noti per fare i bagagli malsani durante i mesi di pausa estiva quando non sono a scuola. Il rischio è ancora maggiore per i bambini ispanici e neri che per i bambini bianchi, ha affermato Andrew G. Rundle, professore associato di epidemiologia presso la Mailman School of Public Health della Columbia University, autore di un recente articolo che ha espresso preoccupazione che la chiusura delle scuole si aggraverà disparità di salute razziale esistenti.

“Abbiamo sostenuto che essere fuori dalla scuola, che pensavamo sarebbe durato sei mesi e sarebbe andato avanti più a lungo, sarebbe stato come la pausa estiva, ma anche peggio, perché tutti si sarebbero caricati di cibo carico di calorie stabile a scaffale e stare in casa e non uscire “, ha detto. “Tutto ciò che rende l’estate pericolosa per i bambini sarebbe amplificato dalla chiusura”.

#Quanto #peso #abbiamo #guadagnato #durante #blocchi #sterline #mese #suggerimenti #studio

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *